Addio a Sinead O’Connor, tormentata anima dei nostri tempi

Quando strappò la foto del Papa. O quando indossò l'hijab insieme a un abito rainbow a supporto della comunità LGBTQIA+.

ascolta:
0:00
-
0:00
sinead o'connors
sinead o'connors
2 min. di lettura

Sinead O’Connor è morta oggi, 26 Luglio 2023, a 56 anni. Con lei perdiamo un personaggio perennemente ai bordi del mainstream, incapace di omologarsi alle regole conformiste dell’industria dell’entertainment, che da un lato le ha offerto una popolarità globale e dall’altra non ha mai saputo davvero irretire il suo spirito profondamente selvaggio, antagonista, fragile.

Un tormento, quello di O’Connor, capace di toccare picchi di avanguardia pura, come quando strappò la foto del Papa in tv, e di controverso coraggio: convertitasi all’Islam, fu capace di indossare l’hijab su un abito arcobaleno in supporto della comunità LGBTQIA+. Fin dalla genesi della sua carriera negli anni ’90, Sinead ha da subito avuto il merito di spingere la provocazione oltre il convenzionale, facendo emergere le nefandezze del patriarcato, quando erano argomento di pochi e marginalizzati circoli politicizzati. Sinead ha certamente portato al grande pubblico messaggi dirompenti, scomodi, talvolta obliqui.

Cantautrice irlandese nata il 8 dicembre 1966 a Dublino, conosciuta per la sua potente voce e il suo look androgino,  ha debuttato con l’album “The Lion and the Cobra” nel 1987, ottenendo subito un grande successo grazie alla hit “Mandinka”. Nel 1990, ha raggiunto la fama internazionale con la straordinaria reinterpretazione di “Nothing Compares 2 U”, scritta da Prince, che ha scalato le classifiche di tutto il mondo ed è diventata una delle canzoni più amate della storia della musica contemporanea.

La sua carriera è stata caratterizzata dalla sua capacità di affrontare temi controversi attraverso la musica, spaziando da questioni politiche e sociali a problemi personali e spirituali. Questo atteggiamento ribelle le ha procurato ammiratori devoti, ma anche non poche controversie.

Sempre pronta ad esprimere le proprie opinioni su argomenti sensibili come gli abusi sessuali nella Chiesa cattolica, i diritti delle donne e la questione dell’Irlanda del Nord. Ha spesso sfidato l’autorità e i pregiudizi sociali, diventando una figura emblematica per molti.

La sua carriera musicale è stata contrassegnata da alti e bassi, con periodi di grande successo e momenti difficili legati a problemi di salute mentale e dipendenze. Ha comunque continuato a produrre musica e ad esibirsi dal vivo, dimostrando la sua dedizione alla musica e a chi, nonostante le mille e complesse sfaccettature del suo essere personaggio pubblico, non ha mai smesso di amarla.

Oltre alla sua attività musicale, Sinead O’Connor è stata coinvolta in numerose attività filantropiche e ha sostenuto cause umanitarie nel corso degli anni.

La sua vita personale è stata spesso al centro dell’attenzione mediatica, ma lei ha sempre cercato di proteggere la sua privacy e quella dei suoi cari.

Ammirata per la sua autenticità, la voce potente e soave, e il coraggio nell’affrontare temi importanti con coraggio e talvolta inconsapevole sfacciataggine, la sua comparsa lascia attoniti sia chi l’ha sempre amata, sia chi – incline al cinismo dei nostri tempi – l’ha spesso derisa e additata come personaggio out of control.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Marco Mengoni e Xavier Dolan alla sfilata di Fendi SS25 - foto instagram @mengonimarcoofficial

Marco Mengoni e la scaramuccia con Xavier Dolan, mentre Nicholas Galitzine ride con Aron Piper

Lifestyle - Mandalina Di Biase 16.6.24
I film LGBTQIA+ della settimana 10/16 giugno tra tv generalista e streaming - ilm queer - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 10/16 giugno tra tv generalista e streaming

Corpi - Federico Boni 10.6.24
Tormentoni Queer estate 2024

Estate 2024, quali sono i tormentoni queer? La playlist di Gay.it

Musica - Luca Diana 4.6.24
Niente Olimpiadi di Parigi 2024 per Lia Thomas, la decisione del CAS contro la nuotatrice trans - Lia Thomas - Gay.it

Niente Olimpiadi di Parigi 2024 per Lia Thomas, la decisione del CAS contro la nuotatrice trans

Corpi - Redazione 14.6.24
Lo sportello Arcigay per studenti LGBTQIA+ ha il supporto di Sephora - Sephora bigmama - Gay.it

Lo sportello Arcigay per studenti LGBTQIA+ ha il supporto di Sephora

News - Gay.it 14.6.24
Erika Colaianni e la compagna Manuela si sposano

Erika Colaianni e la compagna Manuela si sposano! La proposta di matrimonio durante il concerto di Ultimo – video

Culture - Luca Diana 15.6.24

Continua a leggere

Mahmood Ra Ta Ta

Mahmood annuncia il singolo estivo “Ra ta ta” e profuma già di hit – ascolta il teaser

Musica - Emanuele Corbo 12.6.24
Fiorella Mannoia, la pasionaria indomita e combattente con una canzone femminista a Sanremo 2024 - Sessp 24 - Gay.it

Fiorella Mannoia, la pasionaria indomita e combattente con una canzone femminista a Sanremo 2024

Musica - Federico Colombo 31.1.24
Annalisa sarà a Roma per il Pride il 15 giugno

Annalisa madrina del Roma Pride, ma il popolo queer è felice della scelta?

Musica - Emanuele Corbo 12.4.24
Angelina Mango, per il New York Times potrebbe essere lei la prossima superstar italiana nel mondo

Angelina Mango spoilera il nuovo singolo, e il New York Times la celebra dopo l’Eurovision: “È la prossima popstar internazionale?”

Musica - Emanuele Corbo 15.5.24
Rose Villain Miley Cyrus

Rose Villain, Miley Cyrus e il gossip a tre

Musica - Mandalina Di Biase 6.5.24
Elettra Lamborghini duetta con Shade nel nuovo singolo

Elettra Lamborghini fa squadra con Shade e lancia il nuovo singolo “Dire fare baciare”

Musica - Emanuele Corbo 12.6.24
Xmas Queer 2023 - La playlist di Natale di Gay.it

Xmas Queer 2023, da Annalisa a Ariana Grande e Sam Smith: la playlist di Gay.it perfetta per le feste

Musica - Luca Diana 19.12.23
Annalisa ai Billboard Women in Music

Annalisa e l’influenza delle donne nella musica: “Il meglio deve ancora venire”. Il discorso ai Billboard Women in Music

Musica - Emanuele Corbo 7.3.24