Addio a Sinead O’Connor, tormentata anima dei nostri tempi

Quando strappò la foto del Papa. O quando indossò l'hijab insieme a un abito rainbow a supporto della comunità LGBTQIA+.

ascolta:
0:00
-
0:00
sinead o'connors
sinead o'connors
2 min. di lettura

Sinead O’Connor è morta oggi, 26 Luglio 2023, a 56 anni. Con lei perdiamo un personaggio perennemente ai bordi del mainstream, incapace di omologarsi alle regole conformiste dell’industria dell’entertainment, che da un lato le ha offerto una popolarità globale e dall’altra non ha mai saputo davvero irretire il suo spirito profondamente selvaggio, antagonista, fragile.

Un tormento, quello di O’Connor, capace di toccare picchi di avanguardia pura, come quando strappò la foto del Papa in tv, e di controverso coraggio: convertitasi all’Islam, fu capace di indossare l’hijab su un abito arcobaleno in supporto della comunità LGBTQIA+. Fin dalla genesi della sua carriera negli anni ’90, Sinead ha da subito avuto il merito di spingere la provocazione oltre il convenzionale, facendo emergere le nefandezze del patriarcato, quando erano argomento di pochi e marginalizzati circoli politicizzati. Sinead ha certamente portato al grande pubblico messaggi dirompenti, scomodi, talvolta obliqui.

Cantautrice irlandese nata il 8 dicembre 1966 a Dublino, conosciuta per la sua potente voce e il suo look androgino,  ha debuttato con l’album “The Lion and the Cobra” nel 1987, ottenendo subito un grande successo grazie alla hit “Mandinka”. Nel 1990, ha raggiunto la fama internazionale con la straordinaria reinterpretazione di “Nothing Compares 2 U”, scritta da Prince, che ha scalato le classifiche di tutto il mondo ed è diventata una delle canzoni più amate della storia della musica contemporanea.

La sua carriera è stata caratterizzata dalla sua capacità di affrontare temi controversi attraverso la musica, spaziando da questioni politiche e sociali a problemi personali e spirituali. Questo atteggiamento ribelle le ha procurato ammiratori devoti, ma anche non poche controversie.

Sempre pronta ad esprimere le proprie opinioni su argomenti sensibili come gli abusi sessuali nella Chiesa cattolica, i diritti delle donne e la questione dell’Irlanda del Nord. Ha spesso sfidato l’autorità e i pregiudizi sociali, diventando una figura emblematica per molti.

La sua carriera musicale è stata contrassegnata da alti e bassi, con periodi di grande successo e momenti difficili legati a problemi di salute mentale e dipendenze. Ha comunque continuato a produrre musica e ad esibirsi dal vivo, dimostrando la sua dedizione alla musica e a chi, nonostante le mille e complesse sfaccettature del suo essere personaggio pubblico, non ha mai smesso di amarla.

Oltre alla sua attività musicale, Sinead O’Connor è stata coinvolta in numerose attività filantropiche e ha sostenuto cause umanitarie nel corso degli anni.

La sua vita personale è stata spesso al centro dell’attenzione mediatica, ma lei ha sempre cercato di proteggere la sua privacy e quella dei suoi cari.

Ammirata per la sua autenticità, la voce potente e soave, e il coraggio nell’affrontare temi importanti con coraggio e talvolta inconsapevole sfacciataggine, la sua comparsa lascia attoniti sia chi l’ha sempre amata, sia chi – incline al cinismo dei nostri tempi – l’ha spesso derisa e additata come personaggio out of control.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Evans, Keoghan, Bailey e altri - Specchio 8 - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Evans, Keoghan, Bailey e altri

Culture - Redazione 23.2.24
La storia di Radclyffe Hall: così fu censurato il primo romanzo lesbico della letteratura - Sessp 38 - Gay.it

La storia di Radclyffe Hall: così fu censurato il primo romanzo lesbico della letteratura

Culture - Federico Colombo 20.2.24
adolescente-non-binari-aggressione-oklaoma (1)

USA, Nex Benedict, sedicenne non binariǝ, muore dopo un’aggressione transfobica a scuola

News - Francesca Di Feo 21.2.24
thailandia-matrimonio-egualitario

La Thailandia verso il matrimonio egualitario: approvazione del disegno di legge entro fine anno

News - Francesca Di Feo 19.2.24
Foto: SchiDechDaily

Parità di genere nella Preistoria? Le donne erano cacciatrici come gli uomini (e anche meglio!)

News - Redazione Milano 20.2.24
Marco Mengoni e Mahmood una canzone insieme

Marco Mengoni e Mahmood, una canzone insieme

Musica - Mandalina Di Biase 23.2.24

Continua a leggere

Xmas Queer 2023 - La playlist di Natale di Gay.it

Xmas Queer 2023, da Annalisa a Ariana Grande e Sam Smith: la playlist di Gay.it perfetta per le feste

Musica - Luca Diana 19.12.23
Fiorella Mannoia, la pasionaria indomita e combattente con una canzone femminista a Sanremo 2024 - Sessp 24 - Gay.it

Fiorella Mannoia, la pasionaria indomita e combattente con una canzone femminista a Sanremo 2024

Musica - Federico Colombo 31.1.24
Valerio Scanu, "Presente" è il nuovo singolo pubblicato lo scorso 19 gennaio

Valerio Scanu: Bisogna abbattermi per farmi smettere di cantare – Intervista

Musica - Emanuele Corbo 25.1.24
Levante live all'Arena di Verona

Levante Ventitrè – Anni di voli pindarici, su Paramount+ il racconto di un anno da incorniciare su e giù dal palco

Musica - Emanuele Corbo 23.1.24
@taylorswift

Taylor Swift risponde ai pettegolezzi sulla sua sessualità

Musica - Redazione Milano 27.10.23
Annalisa, cover brano "Sinceramente"

Cara Annalisa, ti scrivo

Musica - Luca Diana 1.2.24
Marco Mengoni e Elodie

“Pazza Musica” di Marco Mengoni ed Elodie è il tormentone queer dell’estate 2023

Musica - Luca Diana 2.9.23
Annalisa, Tutti nel vortice al Forum di Assago

Annalisa, show da popstar al Forum di Assago: “Ho voluto trasmettere la forza che c’è in ognuno di noi”

Musica - Luca Diana 5.11.23