Trieste: al grido “frocio” sedicenne massacrato di botte

"Adesso vedrai come uccido i froci triestini" hanno gridato dopo l'aggressione. Le minacce anche alla madre della vittima.

ragazzo gay omofobia Cagliari aggressione milano donna trans pescara ragazza trans
Aggressione omofoba da parte di un branco.
2 min. di lettura

Insultato al grido “frocio“. Poi massacrato di botte da un coetaneo, pugni in faccia con frattura del setto nasale. Il ragazzo ha successivamente subito un delicato intervento chirurgico. L’increscioso fattaccio è accaduto a Trieste domenica scorsa intorno alle 22 sulle Rive, zona molto trafficata della città. La madre del ragazzo ha esposto denuncia ai carabinieri. Il racconto della donna secondo il quotidiano locale Il Piccolo: “Intorno alle 21.50 mio figlio è uscito con un amico dalla pizzeria e si è incamminato verso il molo Quarto, all’ingresso del quale è stato avvicinato da un gruppo di ragazzi (…). Uno dei quali lo ha insultato dandogli del frocio“.
Secondo la donna suo figlio non avrebbe reagito, ma un altro ragazzo del gruppo si è avvicinato e lo ha insultato gridandogli “Adesso vedrai come uccido i froci triestini“. Quest’ultimo ragazzo avrebbe quindi sferrato una serie di pugno violenti, uno dei quali all’occhio e l’altro al naso. Il suo amico di sventura è scappato terrorizzato.

Il sedicenne, dopo l’aggressione, rimasto a terra da solo e sanguinante, ha telefonato a sua madre che ha chiamato i carabinieri e si è precipitata sul posto. All’arrivo dell’ambulanza inoltre la donna si è vista minacciata da un ragazzo sedicente cugino dell’aggressore che avrebbe detto alla donna “Se presenti denuncia noi ammazziamo te e tuoi figlio”. Le stesse minacce si sono ripetute poi nei giorni successivi anche al telefono.

La donna ha successivamente dichiarato al quotidiano “Quello che è accaduto è pazzesco: non è accettabile che avvengano aggressioni come queste in un luogo così frequentato come le Rive. Chiedo al sindaco Dipiazza di intervenire”.

Il sindaco Roberto Dipiazza, già primo cittadino di Trieste in due mandati dal 2001 al 2011, proprio domenica sera era stato rieletto con la sua coalizione di centro destra, spodestando il sindaco uscente di centrosinistra Roberto Cosolini. Secondo la donna gli aggressori della vicenda erano macedoni e serbi.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
Giovanni Di Colere 23.6.16 - 18:38

Nessun reato è previsto per questi comportamenti purtoppo in italia

    Avatar
    divodivo _ It'll be okay... 23.6.16 - 20:59

    Io direi che una decina di anni per tentato omicidio non glieli leva nessuno.

      Avatar
      Giovanni Di Colere 24.6.16 - 17:53

      Ahahahahah cos'è una battuta? Se la prognosi non supera i 15 giorni non scatta manco il procedimento. Sai quante ce ne sono così di aggressioni. Finché l'aggressione omofoba non verrà penalmente prevista come aggravante sono tutte raglia dell'asino

        Avatar
        divodivo _ It'll be okay... 24.6.16 - 18:25

        No, non credo. Per essere tentato omicidio bisogna tener presente le condizioni di chi arreca il danno, in questo caso abbiamo una vera e propria dichiarazione di morte, e se l'azione effettuata non si esaurisce con l'evento in sé, qui abbiamo minacce di morte successive e ripetute. Per me, ci sono gli estremi. Inoltre, bisogna fare attenzione ai termini. Non bisogna volere l'aggravante per omofobia, altrimenti rischia di essere incostituzionale oltre che facilmente attaccabile da chi la legge non la vorrebbe. Bisogna volere invece un'aggravante per l'orientamento sessuale, qualunque esso sia. Se si parlasse solo di omofobia e transfobia, tu mi aggredisci perché sono gay e ti becchi 3 anni più uno ma se io ti aggredisco perché sei etero e ne becco tre. Non sarebbe giusto. Lascia perdere l'improbabilità dell'evento, la legge deve tutelare tutti nello stesso modo. Vengono condannati per stupro al 99.9% gli uomini, ma questo non vuol dire che una donna non possa essere condannata se ne commette uno. Anche perché, la stampa darebbe più risalto ai 1000 etero condannati a quattro anni o all'unico gay condannato a tre per lo stesso reato? Quindi, niente aggravante omofoba ma aggravante legata all'orientamento sessuale.

Trending

Paolo Camilli

Paolo Camilli: “La mia omosessualità? L’ho negata fino alla morte con me stesso” – intervista

Culture - Luca Diana 23.2.24
John Cena è su Only Fans?

Ma John Cena è davvero su Only Fans?

Culture - Riccardo Conte 23.2.24
GLORIA! (2024)

Le ragazze ribelli di Gloria! Tutto sul primo sovversivo film di Margherita Vicario

Cinema - Redazione Milano 22.2.24
adolescente-non-binari-aggressione-oklaoma (1)

USA, Nex Benedict, sedicenne non binariǝ, muore dopo un’aggressione transfobica a scuola

News - Francesca Di Feo 21.2.24
@giorgiominisini_

Giorgio Minisini contro gli stereotipi: perché essere maschio alfa, quando puoi stare bene? – L’intervista

Corpi - Riccardo Conte 21.2.24
Berlino 2024, tutti i film queer in corsa per il Teddy Award 2024 - Teddy Award 2024 film - Gay.it

Berlino 2024, tutti i film queer in corsa per il Teddy Award 2024

Cinema - Federico Boni 22.2.24

Hai già letto
queste storie?

africa-burundi-lapidare-omosessuali

Africa, il presidente del Burundi invita la popolazione a lapidare gli omosessuali

News - Francesca Di Feo 2.1.24
dua lipa omofobia transfobia misoginia

Dua Lipa: “Omofobia e transfobia sono parenti della misoginia”

Musica - Redazione Milano 27.8.23
io che amo solo te

Io che amo solo te: una storia d’amore al teatro, come antidoto alla paura

Culture - Riccardo Conte 17.11.23
ragazza-lesbica-aggredita-bojano

Prese a schiaffi e insultò coppia di donne lesbiche. Condannato a 5 mesi e 9 giorni di reclusione

News - Redazione 23.2.24
arcobaleno rainbow

Treviso, marmista licenziato perché gay fa causa all’azienda

News - Francesca Di Feo 29.11.23
senegal corpo bruciato presunto gay

Senegal, riesumato e bruciato perché presunto gay e considerato “mezzo uomo e mezzo donna” – VIDEO

News - Giuliano Federico 31.10.23
torino padre figlio gay 14 anni

Torino, le atrocità di un padre al figlio di 14 anni, perché gay

News - Redazione Milano 25.10.23
Gardaland, licenziato il manager che chiamava "principessa" il dipendente gay - Gardaland - Gay.it

Gardaland, licenziato il manager che chiamava “principessa” il dipendente gay

News - Redazione 5.10.23