Video

Alessandro Zan a Gay.it: “La legge contro l’Omofobia prevede finanziamenti per case rifugio”, la video intervista

Giovedì 21 maggio riprenderanno i lavori in Commissione Giustizia alla Camera sulla proposta di legge contro l'OmoTransfobia. Ne abbiamo parlato in diretta social con il relatore Alessandro Zan.

2 min. di lettura

A pochi giorni dalla Giornata mondiale contro l’OmoBiTransfobia abbiamo intervistato in diretta FB Alessandro Zan, deputato Pd nonché relatore della legge contro l’omobitransfobia che a giorni tornerà in discussione. Giovedì prossimo, per la precisione, riprenderanno i lavori in Commissione Giustizia alla Camera, con l’intenzione di sbarcare alla Camera dei Deputati entro fine luglio. Una legge fatta essenzialmente di due parti.

Non è stato ancora presentato un testo base, abbiamo unito tutte le proposte presentate e avviato le audizioni. Si prendono tutti questi testi e si ottiene una sintesi. L’obiettivo è quello di proporre una buona legge, fatta essenzialmente di due parti. Una parte penale che punisce le condotte omotransfobiche, ovvero tutte quelle violenze fisiche nei confronti delle persone LGBT. C’è poi una parte di politiche attive e positive, una parte sulla protezione. Uan vittima sbattuta fuori di casa perché rifiutata dalla famiglia, o che è in età adolescenziale e ha bisogno di protezione. La legge prevede il finanziamento per delle case rifugio per aiutare quelle vittime che hanno bisogno di essere protette e tutelate. Poi c’è tutta una parte relativa al reinseramento sociale e lavorativo, una parte fatta in collaborazione con l’UNAR, per la prevenzione, perché bisogna fare anche campagne di prevenzione culturale.

Una legge che andrebbe inevitabilmente a cambiare anche la cultura all’interno del nostro Paese, come già accaduto con le unioni civili negli ultimi 4 anni, con i fondi eventualmente stanziati decisi dal Governo. “Ovviamente l’obiettivo è questo, ma una legge la decide l’intero parlamento. Ma c’è la volontà da parte dei partiti della maggioranza, del PD e di altre forze politiche di dare un sostegno, sapendo che siamo nella situazione in cui siamo, in difficoltà economica e in piena emergenza sanitaria, quindi sarà ancora più difficile trovare questi fondi. In questo senso oggi ho fatto una call con l’UNAR che gestisce dei fondi europei e anche l’UNAR sta lavorando con noi per indirizzare parte di questi fondi per l’istituzione delle case rifugio“.

Questa deve essere l’ultima giornata mondiale contro l’omobitransfobia senza una legge in Italia. Lo dico come imperativo“, ha rimarcato Zan, dando indirettamente delle tempistiche che tutti noi, emergenza Coronavirus permettendo, ci auguriamo possano essere rispettate.  “Il Parlamento deve fare in fretta. Dobbiamo dare al Paese una legge di civiltà, che tuteli in particolare il futuro delle nuove generazioni”. “Una volta finite le audizioni, prima della presentazione del testo base vorrò incontrare le associazioni proprio per mostrare loro il lavoro fatto dai parlamentari dei partiti di maggioranza, proprio per avere un loro feedback e arrivare in aula“.

L’impressione è che non si possa nè debba perdere il treno di questo Governo, che ha una maggioranza favorevole ad una legge contro l’OmoBiTransfobia, senza dimenticare tutte quelle urgenze legate alla nostra comunità ancora in stallo. Dalle famiglie arcobaleno, completamente dimenticate dalla politica nazionale, alle pericolosissime terapie di conversione da vietare, fino a quel matrimonio egualitario che rimane obiettivo finale da abbracciare chissà quando. Tutti temi trattati nella nostra intervista, da rivedere nel video in testa al post.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Sabrina Salerno, Ruby Sinclair e Milly Carlucci, L'Acchiappa Talenti

La Drag Queen Ruby Sinclair conquista il palco de “L’Acchiappa Talenti”

Culture - Luca Diana 25.5.24
10 anni fa Xavier Dolan travolgeva e incantava Cannes con Mommy - ecnv mommy - Gay.it

10 anni fa Xavier Dolan travolgeva e incantava Cannes con Mommy

Cinema - Federico Boni 24.5.24
Omar Ayuso e Itzan Escamilla di Elite sono una coppia? (FOTO) - Omar Ayuso e Itzan Escamilla foto cover - Gay.it

Omar Ayuso e Itzan Escamilla di Elite sono una coppia? (FOTO)

Culture - Redazione 27.5.24
Roland Garros 2024 al via, ecco le tenniste dichiaratamente queer in corsa per l'Open di Francia - Roland Garros 2024 al via ecco le tenniste dichiaratamente queer in corsa per lOpen di Francia - Gay.it

Roland Garros 2024 al via, ecco le tenniste dichiaratamente queer in corsa per l’Open di Francia

Corpi - Redazione 27.5.24
Chi è Karla Sofía Gascón, prima attrice trans a trionfare a Cannes e presto in un film con Vladimir Luxuria - Karla Sofia Gascon 1 - Gay.it

Chi è Karla Sofía Gascón, prima attrice trans a trionfare a Cannes e presto in un film con Vladimir Luxuria

Cinema - Redazione 27.5.24
Elezioni Europee e voto LGBTI+, guida alle candidature che aderiscono a #ComeOut4EU il programma di Ilga Europe - cover wp - Gay.it

Elezioni Europee e voto LGBTI+, guida alle candidature che aderiscono a #ComeOut4EU il programma di Ilga Europe

News - Lorenzo Ottanelli 20.5.24

Leggere fa bene

Alessandro Zan intervistato da Report a proposito del suo ruolo nell'ambito dell'organizzazione del Padova Pride Village

Inchiesta di Report su Alessandro Zan e il Padova Pride Village

News - Redazione Milano 10.12.23
flavia-fratello-battuta-vannacci

Flavia Fratello replica bene a Vannacci, ma in passato firmò contro il Ddl Zan e diede spazio alla transfobia delle TERF

News - Francesca Di Feo 7.3.24
Europee 2024, il Pd e Tarquinio. Lui insiste: "Il DDL Zan non mi piace, sulle unioni civili dico "a ciascuno si dia il suo"" - Marco Tarquinio - Gay.it

Europee 2024, il Pd e Tarquinio. Lui insiste: “Il DDL Zan non mi piace, sulle unioni civili dico “a ciascuno si dia il suo””

News - Federico Boni 5.4.24
Unione Europea LGBT Italia

L’Italia non firma la dichiarazione dell’UE a favore dei diritti LGBTI+ perché somiglia al Ddl Zan e include l’identità di genere

News - Redazione Milano 17.5.24