Altopascio, aggressione omofoba in un locale LGBT: botte e manganelli al grido “gay schifosi”

Folle notte di violenza omofoba in un locale LGBT di Altopascio, in provincia di Lucca. Il resoconto di chi era presente.

Altopascio, aggressione omofoba in un locale LGBT: botte e manganelli al grido "gay schifosi" - luccao omofobia - Gay.it
3 min. di lettura

Ennesimo weekend segnato dall’omofobia, quello vissuto in Italia. Ad Altopascio, in provincia di Lucca, è scoppiato il delirio in un locale LGBT, il Refresh, attorno alle 3 di notte. Un gruppo di ragazzi ha aggredito fisicamente e verbalmente i presenti, soffermandosi in particolar modo su un ragazzo, “perché è finocchio e gli piace nel c*lo”. Testuali parole, come denunciato da diversi testimoni sui social.

Simone Turini, questo il nome del ragazzo aggredito, ha spiegato quanto avvenuto su Instagram Stories.

A fine serata, mentre io stavo ballando normalmente in mezzo alle persone, due ragazzi hanno iniziato ad aggredirmi graffiandomi la schiena, strappandomi la camicia, così, per cercare rogna. Io non stavo facendo niente. Si capisce che se l’hanno fatto a tutti erano venuti lì proprio per dar noia. Chi era presente si è chieso perché tutto questo, e loro gli hanno risposto “perché gli piace il ca*zo e perché lo prende in culo”. Una ragazza gli ha risposto, “meglio prenderlo in culo ed essere finocchi che essere etero e avere le corna“. I ragazzi sono partiti, con intenzioni negative, picchiando ragazzi e ragazzi, chiunque avessero davanti. Questi ragazzi erano fuori dal locale con i manganelli in mano, che spaccavano macchine, mentre la gente chiamava i carabinieri. Noi aspettavamo che risolvessero la situazione. Delle bestie.

Un vero e proprio caos, con diverse persone ferite, e continui insulti omofobi al grido “schifosi gay” e “schifose lesbiche”. Un altro ragazzo, Matteo Falloni, ha così denunciato quanto accaduto, su Facebook.

Chiunque quando va in un locale pensa a divertirsi, ballare, stare con gli amici, fare due chiacchiere e passare la sua serata nel modo più tranquillo possibile.
Ecco questo è ciò che accade o dovrebbe accadere a cose normali.
Ora prendete una serata di un freddo venerdì di gennaio duemilaventi, ripeto DUEMILAVENTI, prendete un locale con serata a tema LGBT, prendete che la serata sta per finire e la gente si sta preparando per andare a casa. Fatto? Bene.
In tutto ciò metteteci un gruppo di ragazzi che ballano e si divertono senza chiedere nulla a nessuno e senza dare noia a nessuno.
Vicino a questi metteteci un altro gruppo di ragazzi che, invece, di divertirsi non gliene frega nulla. Questi invece di passare una serata tranquilla in un posto dove possano essere a loro agio preferiscono tirare un pugno, così dal nulla, ad un ragazzo del primo gruppo perché: “Froc*o e gli piace il ca*zo.”, ripeto in una serata a tema LGBT.
Al momento in cui le amiche del ragazzo picchiato hanno provato a calmare la situazione si sono beccate le botte pure loro.
Capite? Questi geni prima fanno i maschioni grossi e bulli e poi picchiano una ragazza.
Ciò è quanto successo ad un ragazzo che conosco ieri sera.
Vi sembra normale tutto ciò? Vi sembra normale che uno debba aver paura ad andare a ballare perché c’è la possibilità che qualcuno ti tiri un pugno, o peggio, solo per sfogare qualcosa che ha dentro? Vi sembra normale che la gente si porta i manganelli dietro per far casino e poi spaccare le macchine parcheggiate, giusto per “divertimento”?
Ve la do io la risposta: non è normale.

Ora è partita la caccia agli aggressori, con le immagini delle telecamere di videosorveglianza che potrebbero aiutare la polizia nel dare un nome ai responsabili. Giulia Deidda, prima cittadina di Santa Croce sull’Arno, paese di provenienza del povero Simone, ha così commentato quanto accaduto, dalle pagine di LuccaInDiretta.

L’aggressione avvenuta in una discoteca di Altopascio nei confronti di un ragazzo omosessuale è ignobile. Le forze dell’ordine assicurino alla giustizia i responsabili di questa violenza. Un abbraccio e la vicinanza di tutta Santa Croce sull’Arno alle vittime di questa aggressione. Il Comune esporrà la bandiera arcobaleno da domani, per sottolineare la nostra condanna e la nostra richiesta che questo episodio trovi giustizia al più presto.

Altopascio, aggressione omofoba in un locale LGBT: botte e manganelli al grido "gay schifosi" - Schermata 2020 01 11 alle 23.22.39 - Gay.itAltopascio, aggressione omofoba in un locale LGBT: botte e manganelli al grido "gay schifosi" - Schermata 2020 01 11 alle 23.28.02 - Gay.it

 

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Marco Mengoni insieme a Fra Quintale e Gemitaiz canta "Un fuoco di paglia" di Mace, nell'album MAYA. Nel ritornello, Marco si rivolge ad un amore con una desinenza di genere maschile.

Marco Mengoni, una strofa d’amore a un uomo

Musica - Mandalina Di Biase 19.4.24
Challengers, recensione. Il travolgente ed eccitante triangolo omoerotico di Luca Guadagnino - TIRE TOWN STILLS PULL 230607 002 RC - Gay.it

Challengers, recensione. Il travolgente ed eccitante triangolo omoerotico di Luca Guadagnino

Cinema - Federico Boni 12.4.24
Guglielmo Scilla, intervista: "Mi sconsigliarono di fare coming out. Potessi tornare indietro lo farei prima" - Guglielmo Scilla foto - Gay.it

Guglielmo Scilla, intervista: “Mi sconsigliarono di fare coming out. Potessi tornare indietro lo farei prima”

Culture - Federico Boni 18.4.24
Angelina Mango Marco Mengoni

Angelina Mango ha in serbo una nuova canzone con Marco Mengoni e annuncia l’album “poké melodrama” (Anteprima Gay.it)

Musica - Emanuele Corbo 18.4.24
Svezia transizione 16 anni transgender

Svolta storica anche in Svezia, l’età per la transizione si abbassa a 16 anni, approvata la legge sull’autodeterminazione

News - Francesca Di Feo 18.4.24
Amadeus, Sanremo Giovani 2023

Sanremo verso Mediaset, Amadeus in onda sul NOVE già a fine agosto con tre programmi

Culture - Mandalina Di Biase 18.4.24

I nostri contenuti
sono diversi

Thailandia verso il matrimonio egualitario

Thailandia, ad un passo il sì definitivo del Parlamento al matrimonio egualitario

News - Federico Boni 21.12.23
Lux Pascal, la sorella di Pedro Pascal nel cast di Summer War. Sarà il suo primo film dopo il coming out - Lux Pascal e Pedro - Gay.it

Lux Pascal, la sorella di Pedro Pascal nel cast di Summer War. Sarà il suo primo film dopo il coming out

News - Redazione 23.2.24
giorgia-meloni-uomo-dell-anno (2)

Giorgia Meloni “Uomo dell’Anno” per Libero: se il potere è concepibile solo al maschile

News - Francesca Di Feo 29.12.23
Yemen, 9 uomini condannati a morte tramite “crocifissione e lapidazione” per presunta sodomia - crocifissione - Gay.it

Yemen, 9 uomini condannati a morte tramite “crocifissione e lapidazione” per presunta sodomia

News - Redazione 28.3.24
Brianna Ghey

Brianna Ghey, colpevoli due sedicenni: gli atroci dettagli dell’omicidio

News - Redazione Milano 23.12.23
Savona Pride 2024: sabato 1° giugno - savonapride 1 - Gay.it

Savona Pride 2024: sabato 1° giugno

News - Redazione 26.3.24
bielorussia-omosessualita-pedofilia-zoofilia

La Bielorussia paragona le identità LGBTQIA+ a pedofili e zoofili: saranno punibili col carcere duro

News - Francesca Di Feo 12.4.24
Sepoltura coppie gay Mario Seghezzi Martinengo

Il sindaco leghista che apre alla sepoltura congiunta per coppie omosessuali

News - Redazione Milano 5.1.24