Attivista LGBTQ+ tunisino brutalmente picchiato da agenti di polizia: “Hanno minacciato di uccidermi”

Badr Baabou ha subito una commozione cerebrale e diverse ferite al collo, alla gabbia toracica, agli occhi e al viso, ematomi e un trauma da corpo contundente di 2-4 centimetri alla testa e alla fronte.

Attivista LGBTQ+ tunisino brutalmente picchiato da agenti di polizia: "Hanno minacciato di uccidermi" - Badr Baabou - Gay.it
Badr Baabou selvaggiamente picchiato
2 min. di lettura

Il direttore di uno dei pochi gruppi LGBTQ+ tunisini è stato brutalmente picchiato da due uomini che si ritiene fossero agenti di polizia. Secondo quanto riportato da Human Rights Watch (HRW), Badr Baabou è stato attaccato il 21 ottobre nel centro di Tunisi alle pre 21:00. Baabou, che è il direttore dell’Associazione Damj per la giustizia e l’uguaglianza, stava tornando a casa in quel momento ha subito un’imboscata.

Uno degli aggressori indossava un giubbotto delle forze di sicurezza interna, mentre l’altro portava stivali della polizia, facendo credere a Baabou di essere ufficiali delle forze dell’ordine. La coppia gli ha rubato il portafoglio, la carta d’identità, il telefono e il laptop, contenente non poche informazioni riservate. Sono state presentate diverse denunce contro la polizia da parte di Baabou e dall’Associazione Damj, a nome di non poche persone LGBTQ+ che affermano di essere state aggredite dalle forze di sicurezza sin dalla sua creazione, nel 2005.

L’assalto a Badr Baabou è stato un pericoloso tentativo di mettere a tacere lui e altri attivisti per i diritti LGBT“, ha affermato Rasha Younes, ricercatrice di HRW. “Le autorità tunisine dovrebbero rispondere con urgenza alla denuncia di Baabou, indagare sull’incidente e ritenere gli aggressori responsabili“.

Parlando con HRW, Baabou ha detto che uno degli uomini gli ha messo lo stivale sul collo per farlo tacere. “Dopo che mi hanno spinto a terra e rubato i miei dispositivi, gli agenti di polizia mi hanno ripetutamente preso a pugni e calci“, ha spiegato. “Uno mi ha messo lo stivale sul collo in modo che smettessi di urlare. Non riuscivo a respirare“.

Quando qualcuno si è avvicinato per aiutarli, gli aggressori hanno intimato: “Siamo la polizia. Questo succede a chi insulta la polizia e sporge denuncia“. Baabou ha aggiunto che gli assalitori si sarebbero riferiti a lui citando il suo nome e cognome, minacciando di ucciderlo. Baabou ha subito una commozione cerebrale e diverse ferite al collo, alla gabbia toracica, agli occhi e al viso. Aveva anche ematomi e un trauma da corpo contundente di 2-4 centimetri alla testa e alla fronte, con il risultato che il suo medico gli ha ordinato di essere monitorato regolarmente per 15 giorni.

Gli attivisti e gli organizzatori LGBT non si sentono al sicuro per le strade della Tunisia“, ha spiegato Younes. “Le autorità tunisine hanno la responsabilità di indagare sull’attacco a Badr Baabou e garantire la sicurezza degli attivisti che stanno svolgendo un lavoro importante in un clima di intimidazione e violenza“.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Tony D’Elia aka Silvana Della Magliana di Drag Race si è unito civilmente all'amato Federico. Chiara Francini officiante (VIDEO) - Silvana Della Magliana di Drag Race Italia si e unita civilmente allamato Federico - Gay.it

Tony D’Elia aka Silvana Della Magliana di Drag Race si è unito civilmente all’amato Federico. Chiara Francini officiante (VIDEO)

Culture - Redazione 24.6.24
Luca Guadagnino parla di Queer: "È il mio film più personale, ci sono scandalose scene di sesso" - luca guadagnino pesarofilmfest 60 22giu2024 ph luigi angelucci 010 - Gay.it

Luca Guadagnino parla di Queer: “È il mio film più personale, ci sono scandalose scene di sesso”

Cinema - Redazione 24.6.24
Fuori, Elodie attrice nel nuovo film di Mario Martone dedicato a Goliarda Sapienza - Fuori film con Elodie - Gay.it

Fuori, Elodie attrice nel nuovo film di Mario Martone dedicato a Goliarda Sapienza

Cinema - Redazione 25.6.24
Tale e Quale Show 2024, primi rumor sul cast. Da Federico Fashion Style alle Karma B e Giulia De Lellis - Tale e Quale Show 2024 - Gay.it

Tale e Quale Show 2024, primi rumor sul cast. Da Federico Fashion Style alle Karma B e Giulia De Lellis

Culture - Redazione 24.6.24
Lolita intervista

Lolita e la libertà di andare oltre gli stereotipi: “Chiunque di noi può essere tutto ciò che vuole”

Musica - Emanuele Corbo 24.6.24
Calciatori Gay Coming Out - Rosario Coco di Out Sport spiega perché non bisogna forzare

Calciatori gay in Nazionale, calciatori gay ovunque: perché non bisogna forzare

Lifestyle - Giuliano Federico 20.6.24

Continua a leggere

L’Indonesia vuole vietare i media LGBTQIA+ e il giornalismo investigativo - indonesia gay protest - Gay.it

L’Indonesia vuole vietare i media LGBTQIA+ e il giornalismo investigativo

News - Redazione 29.5.24
Islam LGBTIAQ musulmani Politecnico Milano

Seminari e incontri islamici anti-LGBTQIA+: bufera sul Politecnico di Milano, ecco cosa è successo

Culture - Francesca Di Feo 11.4.24
sassuolo-violenza-polizia-coppia-gay-scalfarotto

Violenza e profilazione razziale su coppia gay, la procura archivia, ma arriva l’interrogazione parlamentare

News - Francesca Di Feo 1.3.24
Galatina, insulti omofobi sul muro della sede Pd: "Meglio leghista che comunista fr*cio" - NON TOLLERIAMO ANCORA OMOFOBIA IN CAMPAGNA ELETTORALE - Gay.it

Galatina, insulti omofobi sul muro della sede Pd: “Meglio leghista che comunista fr*cio”

News - Redazione 27.5.24
St. Vincent e Grenadine, l'Alta Corte conferma: "Il sesso gay è illegale, legge ragionevolmente necessaria" - Caraibi - Gay.it

St. Vincent e Grenadine, l’Alta Corte conferma: “Il sesso gay è illegale, legge ragionevolmente necessaria”

News - Redazione 19.2.24
Scampia, omofobia di Pasqua. Sputi e sigarette spente addosso a 23enne: "Mi hanno chiamato r*cchiò" - omofobia - Gay.it

Scampia, omofobia di Pasqua. Sputi e sigarette spente addosso a 23enne: “Mi hanno chiamato r*cchiò”

News - Redazione 2.4.24
Emanuele Pozzolo il post omofobico ai tempi dell'approvazione delle unioni civili. Nella foto insieme a Giorgia Meloni che lo scelse nelle liste elettorali del 25 Settembre 2022.

Emanuele Pozzolo, scelto da Meloni: ecco il post omofobico contro le unioni civili

News - Redazione Milano 3.1.24
Marius Madalin Musat e Jonathan Bazzi

Jonathan Bazzi “Cos’ha Milano di inclusivo e anticlassista?”, aggredito in Porta Venezia con il suo compagno Marius Madalin Musat

News - Redazione Milano 4.1.24