Dopo 30 anni, l’ILGA in Italia: a Torino il XV Congresso

di

Da domani a domenica il XV Congresso annuale di ILGA-Europe sul tema "Diritti umani e 'valori tradizionali': scontro o dialogo?". Più di 300 delegati di 43 nazioni. Presenti...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
2377 0

È ancora possibile un dialogo tra coloro che chiedono il riconoscimento dei diritti gay e chi sostiene i cosiddetti ‘valori tradizionali’? O lo scontro sarà inevitabile? Se ne parlerà per quattro giorni, da domani a domenica 30 ottobre, presso l’Hotel NH Ambasciatori di Torino in Corso Vittorio Emanuele 104.

L’evento in programma è il XV Congresso annuale di ILGA-Europe, sezione europea dell’ILGA – International Lesbian, Gay, Bisexual, Trans and Intersex Association, la più importante organizzazione federativa ‘ombrello’ che rappresenta le associazioni glbt a livello mondiale.

Più che festeggiare i 150 anni dell’Unità d’Italia, ILGA-Europe celebrerà un altro anniversario, il suo, ma anche i tre decenni trascorsi dalla prima conferenza italiana, quella di Torre Pellice nel 1981 (tra i fondatori c’era anche la storica associazione gay "Fuori!" di Torino). Per la prima volta, il Comitato organizzatore ha ottenuto i patrocini di Senato della Repubblica e Camera dei Deputati, oltre che del Ministero delle Pari Opportunità, della Provincia e della Città di Torino e di Esperienza 150. Il tema su cui verteranno i lavori è: "Diritti umani e ‘valori tradizionali’: scontro o dialogo?" e vedrà la partecipazione di oltre 300 delegati provenienti da più di 40 Paesi europei con un piccolo record: la massima presenza di esponenti dall’Europa dell’Est.

Hanno confermato la loro presenza, tra gli altri, la senatrice Emma Bonino, il Presidente della Puglia Nichi Vendola e Anna Grodzka, neoeletta al Parlamento polacco di cui è la prima esponente trans, nonché presidente dell’organizzazione Trans-Fuzja che si occupa di diritti delle persone transessuali in Polonia.

Il programma del convegno comprende più di 30 workshop, tavole rotonde e spazi autogestiti. Tra i titoli degli incontri: "Può la Commissione Europea esserci di qualche aiuto?"; "Combattere l’omofobia a scuola"; "Misoginia e omofobia nell’Italia di Berlusconi: l’estetica femminile e il corpo lesbico". Il Comitato Organizzatore della XV Conferenza Ilga-Europe è stato costituito dal Coordinamento Torino Pride lgbt insieme alle organizzazioni nazionali italiane che aderiscono a ILGA, cioè Arcigay, Arcilesbica, Famiglie Arcobaleno, Associazione Radicale Certi Diritti e 3D (Democratici per Pari Diritti e Dignità di lesbiche, gay, bisessuali e trans).

Potete leggere il programma completo della manifestazione cliccando qui.

Leggi   Torino Pride 2018, la Sindaca Appendino riceve gli organizzatori e la Presidente di Famiglie Arcobaleno
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...