Malgioglio ospite d’onore del Gay Pride di Cuba

di

La marcia gay organizzata dalla nipote di Fidel avrà un evento musicale dove sarà ospite d'onore, insieme agli artisti cubani, anche l'italiano Cristiano Malgioglio. "Canterò Mina".

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
3771 0

Le strade di Cuba vedranno ospiteranno il Gay Pride anche quest’anno. Merito sempre di Mariela Castro, vera anima del movimento gay cubano. È lei, infatti, ad aver aperto le porte a questo vento nuovo ed è lei, nipote di Fidel e figlia del presidente Raul, ad essersi impegnata per i diritti degli omosessuali e dei transessuali in un Paese che non troppo tempo fa li considerava "controrivoluzionari" fino a quando, due anni fa, arrivò il famoso mea culpa di Fidel

Dal 9 al 12 maggio, quindi, l’isola avrà i suoi appuntamenti rainbow, fra cui quello musicale dell’11, quando sarà riservato uno spazio alla musica al Teatro Karl Marx dell’Havana. Ad esibirsi ci saranno le più grandi star cubane e ospite d’onore, fortemente voluto da Mariela Castro, sarà il cantautore italiano, Cristiano Malgioglio, che porterà in scena i pezzi scritti per Mina.

Un invito che lo ha riempito d’orgoglio: "Sono molto felice che Mariela abbia voluto me e sono ancora più felice se la mia presenza può servire a qualcosa. Da tempo a Cuba sono di casa. Ho stretto buone relazioni con intellettuali e musicisti cubani ma sono comunque molto emozionato all’idea di esibirmi in un Teatro come il Karl Marx, davanti a sette mila persone. Ultimamente mi ero abituato ad incidere i miei dischi senza avere un pubblico dinanzi a me per cui cantare, questa sarà la volta buona per mettere da parte i miei panni di opinionista e tornare ad esprimere il mio talento migliore".

Guarda una storia
d'amore Viennese.

Leggi   Ciacci: "A me del mondo gay non me ne frega niente!"
Tutti gli articoli su:
Personaggi:

Commenta l'articolo...