Nuova Zelanda: il parlamento inaugura la “Rainbow Room”

Un riconoscimento ufficiale al contributo della comunità lgbt alla società neozelandese. Tutti soddisfatti i politici locali: “Queste aule raccontano la storia del nostro Paese”.

Il parlamento neozelandese ha voluto dedicare una delle sue aule di riunione delle commissioni alla comunità LGBT per evidenziare il contributo che le persone gay, lesbiche, transessuali e bisessuali danno alla società. L’aula è stata ribattezzata "The Rainbow Room". L’iniziativa è stata accolta favorevolmente dai componenti di tutti i partiti politici rappresentati in parlamento. 

"E’ giusto – ha dichiarato Margaret Wilson – riconoscere, con le aule delle commissioni, tutte le componenti della nostra società e le strade che esse hanno aperto alla piena cittadinanza con uguali diritti. Queste aule raccontano la storia di una onesta e piena rappresentanza nel parlamento neozelandese". 

Finora, molte aule sono state dedicate ad altre comunità. Nel 1995 fu inaugurata la "Maori Affairs Commitee Room" (Maui Tikitiki-a-Taranga), dedicata alla comunità Maori, mentre all’inizio di quest’anno un’aula, la "Asia Room", è stata dedicata alla comunità asiatica. Nel 2005 è stato il turno della "Suffrage Room" in segno di riconoscimento dell’impegno delle donne nella lotta per ottenere il diritto di voto alla fine del XIX secolo e dal 2002 la "Pacific Room" celebra il contributo dei popoli del Pacifico al governo e alla società della Nuova Zelanda.

Ti suggeriamo anche  Nuova Zelanda, il parlamento chiede scusa per le condanne causa 'omosessualità'