Scopre di essere gay e costringe la moglie a prostituirsi

di

Per pagare i suoi divertimenti notturni, un uomo ha costretto la moglie 40enne a vendersi per le strade di Bologna. Adesso è indagato per maltrattamenti e induzione alla...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
1368 0

Non è certo la prima volta che la tranquilla routine di una mtrimonio come tanti si infrange alla scoperta, da parte del marito di un orientamento omosessuale. Fin qui, ripetiamo, niente di nuovo. Quello che rende assolutamente sui generis, per usare un eufemismo, questa storia è che l’uomo, preso dal vortice dello svago notturno in locali e club gay, aveva sforato il budget procurando non pochi debiti alla famiglia. 

Per sanare il rosso l’uomo, stando alla ricostruzione di parte dei fatti avvenuti nel 2004, avrebbe costretto la moglie 40enne a prostituirsi lungo i viali vicini alla Fiera di Bologna.

Ben presto, però, la moglie decise che bisognava dare un taglio alla situazione e scappò di casa. Da allora, chiaramente, il matrimonio è finito ed è in corso la separazione legale, nell’ambito della quale sono venuti alla luce questi fatti grazie alla testimonianza, tra gli altri, anche della sorella della vittima.

L’uomo, che nega ogni responsabilità e perfino di sapere che la ormai ex moglie si prostituisse, è ora indagato per maltrattamenti e induzione alla prostituzione.

Leggi   Diritti Umani, Paola Binetti eletta vicepresidente: Comparò l'omosessualità alla pedofilia
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...