Carta d’Identità, Matteo Salvini vuole reintrodurre “‘madre” e “padre”: “in difesa della famiglia naturale”

"Utero in affitto e orrori simili assolutamente no". Il nuovo attacco di Matteo Salvini alle famiglie arcobaleno coinvolge le carte d'identità.

matteo salvini
2 min. di lettura

Matteo Salvini ha colpito ancora.

Il Ministro dell’Interno, nonché vice-premier, ha dato disposizione agli uffici del Viminale di cambiare la modulistica per ottenere la carta d’identità elettronica. Come più volte promesso, Salvini, che ha annunciato la sua ultima iniziativa dalle pagine della testata cattolica “Nuova bussola quotidiana“, ha chiesto di cambiare la dicitura con la quale si indica l’identità dei genitori del richiedente.

Via “genitore 1” e “genitore”, per tornare ai più ‘tradizionali’ “madre” e “padre”.

“(Sulla trascrizione all’anagrafe dei figli nati con maternità surrogata) Ci stiamo lavorando, ho chiesto un parere all’avvocatura di Stato, ho dato indicazione ai prefetti di ricorrere. La mia posizione è fermamente contraria. Per fare un esempio: la settimana scorsa mi è stato segnalato che sul sito del ministero dell’Interno, sui moduli per la carta d’identità elettronica c’erano ‘genitore 1’ e ‘genitore 2’. Ho fatto subito modificare il sito ripristinando la definizione ‘madre’ e ‘padre’. È una piccola cosa, un piccolo segnale, però è certo che farò tutto quello che è possibile al ministero dell’Interno e che comunque è previsto dalla Costituzione. Utero in affitto e orrori simili assolutamente no”. “Difenderemo la famiglia naturale fondata sull’unione tra un uomo e una donna. Eserciterò tutto il potere possibile”.

Peccato che come riportato da Repubblica.it, sul sito del ministero la nuova dicitura riporti semplicemente “genitori”. Niente madre, niente padre, niente 1 e 2. Insomma, un vero pasticcio di pura e sterile propaganda.

Inevitabili le polemiche politiche, con le associazioni LGBT sul piede di guerra. “Continuiamo ad ascoltare dal ministro Salvini dichiarazioni lontane dalla realtà. In Italia esistono bambini e bambine con due mamme e due papà, un dato di fatto confermato dalle trascrizioni dei certificati di nascita e dalle sentenze dei tribunali dei minori“, ha tuonato Marilena Grassadonia, presidente dell’associazione Famiglie Arcobaleno.

Precisiamo, che l’attuale dicitura dei moduli è quella di Genitori, senza alcun numero, come si può vedere dal sito del ministero – ha invece dichiarato Fabrizio Marrazzo, portavoce Gay Center – perchè non esiste un genitore prevalente rispetto ad un altro. Invece, in merito alla richiesta del Ministro di sostituire la dicitura genitori con padre e madre, la troviamo discriminatoria per le famiglie lesbiche e gay, che non solo hanno aspettato anni per vedersi riconosciuti come genitori dai tribunali, ma ora si troverebbero anche impossibilitati ad ottenere i documenti per i propri figli. Questa scelta va nella direzione di discriminare i bambini togliendogli il diritto di avere i documenti che gli spettano per legge. Pertanto facciamo appello al Premier Conte ed al sottosegretario Spadafora, per non attuare questa azione discriminatoria che priverebbe molti bambini dei loro diritti.”

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
cantalupo75 13.8.18 - 18:04

Purtroppo ha dalla sua il fatto che le famiglie arcobaleno sono poche migliaia per cui la maggior parte delle persone non ha la possibilità di verificare concretamente che un bambino possa crescere serenamente al loro interno, per non parlare delle costanti campagne di disinformazione a riguardo. Mi ha sorpreso il sostegno a questa ennesima operazione propagandistica di Tajani, che come presidente dell'Europarlamento dovrebbe essere ben coscio del fatto che in questa materia l'Italia, rispetto alle altre nazioni del continente, non può che considerarsi semplicemente retrograda senza alcuna giustificazione plausibile.

Trending

Marco Mengoni e Mahmood una canzone insieme

Marco Mengoni e Mahmood, una canzone insieme

Musica - Mandalina Di Biase 23.2.24
Eurovision 2024, Angelina Mango vola secondo i bookmakers. Le ultime quote - Angelina Mango - Gay.it

Eurovision 2024, Angelina Mango vola secondo i bookmakers. Le ultime quote

News - Redazione 23.2.24
Lux Pascal, la sorella di Pedro Pascal nel cast di Summer War. Sarà il suo primo film dopo il coming out - Lux Pascal e Pedro - Gay.it

Lux Pascal, la sorella di Pedro Pascal nel cast di Summer War. Sarà il suo primo film dopo il coming out

News - Redazione 23.2.24
La storia di Radclyffe Hall: così fu censurato il primo romanzo lesbico della letteratura - Sessp 38 - Gay.it

La storia di Radclyffe Hall: così fu censurato il primo romanzo lesbico della letteratura

Culture - Federico Colombo 20.2.24
Roberto Vannacci

Roberto Vannacci avrebbe truffato lo Stato secondo l’indagine della procura militare

News - Giuliano Federico 24.2.24
@giorgiominisini_

Giorgio Minisini contro gli stereotipi: perché essere maschio alfa, quando puoi stare bene? – L’intervista

Corpi - Riccardo Conte 21.2.24

Continua a leggere

Famiglie Arcobaleno dopo la sentenza della Corte d'Appello: "Ci vuole una legge, è palese discriminazione omofobica" - Famiglie Arcobaleno Sentenza Cassazione - Gay.it

Famiglie Arcobaleno dopo la sentenza della Corte d’Appello: “Ci vuole una legge, è palese discriminazione omofobica”

News - Federico Boni 6.2.24
Giorgia Meloni doppia faccia Gay.it

2023, un anno di odio anti-LGBTIQA+ del Regime Meloni in 8 punti

News - Redazione Milano 28.12.23
monza-mozione-famiglie-arcobaleno-pd

Monza, la giunta PD spiega perché ha bocciato la mozione a favore delle famiglie arcobaleno

News - Francesca Di Feo 5.1.24
San Lazzaro di Savena, la sindaca Conti registra il figlio di PierFilippo e Nino: "Non potevo restare indifferente" - San Lazzaro di Savena la sindaca Conti registra il figlio di PierFilippo e Nino - Gay.it

San Lazzaro di Savena, la sindaca Conti registra il figlio di PierFilippo e Nino: “Non potevo restare indifferente”

News - Federico Boni 14.12.23
Foto di Max Böhme su Unsplash

La destra vorrebbe arrestarlo, ma a Trento diventa papà di suo figlio

News - Redazione Milano 4.9.23
luca trapanese alba giorgia meloni

Luca Trapanese: “Non voglio lottare con questo governo ma dialogare. Con Meloni siamo lontani ma c’è un rapporto sereno”

Cinema - Federico Boni 21.9.23
Piemonte, l'assessora leghista Caucino vuole escludere le persone LGBTQIA+ dal sistema degli affidi familiari - Chiara Caucino - Gay.it

Piemonte, l’assessora leghista Caucino vuole escludere le persone LGBTQIA+ dal sistema degli affidi familiari

News - Federico Boni 24.1.24
Eric Zemmour, il candidato presidenziale francese di estrema destra condannato per omofobia - Eric Zemmour - Gay.it

Eric Zemmour, il candidato presidenziale francese di estrema destra condannato per omofobia

News - Redazione 10.10.23