Cate Blanchett e i ruoli lesbici in Carol e Tar: “Non capisco l’ossessione per le etichette”

"Se Carol fosse stato girato ora, io che non sono lesbica avrei avuto il permesso pubblico di interpretare quel ruolo?".

ascolta:
0:00
-
0:00
Cate Blanchett (WWD)
Cate Blanchett (WWD)
2 min. di lettura

Tra un mese circa Cate Blanchett potrebbe vincere il suo più che meritato 3° premio Oscar, raggiungendo in tal senso icone come Meryl Streep, Ingrid Bergman e Frances McDormand, a nove anni dal secondo vinto con Blue Jasmine di Woody Allen.

Merito di Tar di Todd Field, meraviglia candidata a 6 statuetta grazie alla quale Cate ha già vinto la Coppa Volpi per la migliore interpretazione femminile all’ultimo Festival di Venezia. In Tar Blanchett interpreta una direttetrice d’orchestra lesbica, ritrovando così un ruolo dichiaratamente queer 7 anni dopo Carol di Todd Haynes.

Intervistata da Vanity Fair, l’attrice ha confessato di non comprendere l’ossessione per le etichette.

“Non penso al mio genere o alla mia sessualità”. “Per me a scuola c’era David Bowie, c’era Annie Lennox. C’è sempre stata quella sorta di fluidità di genere”.

Ma sebbene Blanchett non colga questa continua “ossessione per le etichette“, è quasi obbligata a prenderle seriamente in considerazione. “Devo ascoltare molto attentamente quando le persone hanno un problema con tutto questo“, ha precisato riferendosi ai suoi ritratti di donne lesbiche in Carol e Tár. “Semplicemente non capisco la lingua che stanno parlando, e ho bisogno di capirla perché non puoi ignorare l’ossessione nei confronti di quelle etichette. Dietro quell’ossessione c’è qualcosa di veramente importante“. E pericoloso, potremmo tristemente aggiungere.

Immancabile il discorso sui casting hollywoodiani di oggi, in cui si dibatte se un attore dichiaratamente eterosessuale possa interpretare personaggi LGB.

“Se Carol fosse stato girato ora, io che non sono lesbica avrei avuto il permesso pubblico di interpretare quel ruolo?”, si è domandata Blanchett. “Non conosco la risposta“.

Da noi recensito in anteprima lo scorso settembre, Tar è uscito nei cinema d’Italia nel pieno del Festival di Sanremo, incassando circa 250.000 euro fino ad oggi. Nel film di Field, che ha letteralmente estasiato Martin Scorsese, Cate interpreta Lydia Tàr, prima donna della storia a divenire direttrice di una delle più importanti orchestre tedesche. Una donna dall’intelligenza superiore e dall’orecchio assoluto, dichiaratamente lesbica ed evidentemente incapace di sottrarsi all’esercizio del proprio potere su giovani studentesse e collaboratrici. Arrogante, egoriferita, dispotica, distruttiva e cronica bugiarda, vive di musica da mattina a sera, perché in grado di generare inarrivabili emozioni da un palco che è casa, pura dittatura con al comando la direttrice d’orchestra. Un mostro chiamato Maestro, una rockstar della musica classica tendente all’autodistruzione. Perché pur avendo tutto, pur avendo raggiunto l’apice di una carriera inarrivabile, Lydia decide consapevolmente di sabotare la propria stessa esistenza.

Un ruolo vagamente ispirato a Marin Alsop, 1a direttrice d’orchestra d’America che si è sentita ‘offesa come donna e come lesbica’.

53 anni, Cate Blanchett è felicemente sposata con il drammaturgo, sceneggiatore e regista australiano Andrew Upton dal 1997. I due si conobbero l’anno prima sul set di uno show televisivo. La coppia ha quattro figli. Vinto il primo premio Oscar con The Aviator di Scorsese, Cate ha interpretato personaggi “fluidi” e in grado di andare oltre il genere anche in Io non sono qui di Todd Haynes, con cui vinse la Coppa Volpi a Venezia, mentre nella serie tv Mrs. America ha interpretato la celeberrima omofoba Phyllis Schlafly.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Raffaella Carrà - la sua casa a Via Nemea 21 a Roma è in vendita

La casa di Raffaella Carrà a Roma Nord è in vendita, ma nessuna piazza ha il suo nome

Musica - Mandalina Di Biase 11.4.24
Angelina Mango è pronta per l'Eurovision Song Contest che si terrà a maggio in Svezia

Perché Angelina Mango può vincere Eurovision 2024

Musica - Emanuele Corbo 11.4.24
Pietro Fanelli, Isola dei Famosi 2024

Pietro Fanelli, chi è il naufrago dell’Isola dei Famosi 2024?

Culture - Luca Diana 10.4.24
Bradley Riches di Heartstopper annuncia il fidanzamento con Scott Johnston: "Ti amo immensamente" - heartstopper bradley riches engagement - Gay.it

Bradley Riches di Heartstopper annuncia il fidanzamento con Scott Johnston: “Ti amo immensamente”

Culture - Redazione 11.4.24
Papa Francesco Dignitas Infinita - Chiesa Cattolica - Vaticano

Il documento del Vaticano che mette l’intera comunità LGBTI ai margini: teoria gender, surrogata, bambini e altre mistificazioni reazionarie

Culture - Giuliano Federico 8.4.24
Back to Black, recensione del biopic su Amy Winehouse. Il ricordo di un'icona sconfitta dall'amore - BackToBlack2024 - Gay.it

Back to Black, recensione del biopic su Amy Winehouse. Il ricordo di un’icona sconfitta dall’amore

Cinema - Federico Boni 11.4.24

Hai già letto
queste storie?

Sanremo 2024, ecco chi canterà in Piazza Colombo. Concertone gratuito di Paola & Chiara - Paola e Chiara - Gay.it

Sanremo 2024, ecco chi canterà in Piazza Colombo. Concertone gratuito di Paola & Chiara

Culture - Redazione 11.1.24
I film LGBTQIA+ della settimana 8/14 gennaio tra tv generalista e streaming - film tv gennaio - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 8/14 gennaio tra tv generalista e streaming

Culture - Redazione 8.1.24
I film LGBTQIA+ della settimana 19/25 febbraio tra tv generalista e streaming - film 2024 - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 19/25 febbraio tra tv generalista e streaming

Cinema - Federico Boni 19.2.24
Marco Mengoni annuncia il tour negli stadi nel 2025 e rivela: “Vorrei ma non ho ancora trovato l’amore” - Marco Mengoni - Gay.it

Marco Mengoni annuncia il tour negli stadi nel 2025 e rivela: “Vorrei ma non ho ancora trovato l’amore”

Musica - Redazione 28.1.24
Chiara Iezzi: "Ho attraversato un momento di crisi e fragilità personale. E ho chiesto aiuto" (VIDEO) - Chiara Iezzi foto cover - Gay.it

Chiara Iezzi: “Ho attraversato un momento di crisi e fragilità personale. E ho chiesto aiuto” (VIDEO)

News - Redazione 20.2.24
Rustin, il film sul celebre attivista LGBTQIA+ è arrivato su Netflix - RSTN 20220808 29938 R f - Gay.it

Rustin, il film sul celebre attivista LGBTQIA+ è arrivato su Netflix

Cinema - Federico Boni 30.11.23
Ti Porto Con Me, arriva su Netflix l'acclamato film queer messicano - I Carry You with Me - Gay.it

Ti Porto Con Me, arriva su Netflix l’acclamato film queer messicano

Cinema - Redazione 11.12.23
Crossroads, il film con Britney Spears arriva per la prima volta in streaming. Ecco dove e quando - Crossroads - Gay.it

Crossroads, il film con Britney Spears arriva per la prima volta in streaming. Ecco dove e quando

Cinema - Federico Boni 23.1.24