Polemiche in Cina: il leader del partito comunista afferma: “Torniamo a chiamarci compagni”. Ma oggi vuol dire ben altro

Il termine ha perso il significato di partito con la progressiva occidentalizzazione della Cina.

Polemiche in Cina: il leader del partito comunista afferma: "Torniamo a chiamarci compagni". Ma oggi vuol dire ben altro - Gay.it
< 1 min. di lettura

Non chiamatemi Presidente, non chiamatemi segretario di partito. Chiamatemi compagno“. Così parla il presidente cinese Xi Jinping al partito comunista cinese, all’interno del vademecum “Guide alla vita politica all’interno del partito nelle correnti circostanze” redatto all’indomani della sua nomina. La frase assume un valore simbolico: compagno, in cinese tongzhi, è un richiamo al termine con cui tradizionalmente si indicavano i membri del partito. Venne utilizzato per la prima volta da Sun Yat-sen, padre della rivoluzione cinese: “La rivoluzione non è ancora completa, spetta a tutti i miei compagni portarla avanti“.

Il punto però è che l’utilizzo del vocabolo in questo senso si è affievolito negli ultimi 30 anni, più o meno a partire dagli anni 80 e dall’open up voluto da Deng Xiaoping, dopo la progressiva occidentalizzazione della società cinese. Ora quel termine è regolarmente utilizzato dalla comunità LGBT, che lo utilizza per designare gli omosessuali: “Molti cinesi si vergognano ad utilizzare la parola tongxinglian (che vuol dire gay, ndr) e utilizzano tongzhi perché è un’alternativa più facile e meno imbarazzante“, afferma Fan Popo, attivista gay di Pechino. “In passato la comunità LGBT era stata fortemente criticata per essersi appropriata di un termine tradizionale, ma ormai questo è entrato nel linguaggio comune e la gente si è abituata a questo nuovo significato“.

Le affermazioni di Jinping hanno generato molto rumore: tanti leader del partito si sono dichiarati indignati, altri invece più propensi al recupero, in senso conservatore, reazionario e tradizionalista, del termine “rubato” dalla comunità omosessuale di Hong Kong degli anni 90, che ancora oggi è costretta spesso a vivere ai margini della società.

https://www.gay.it/gay-life/news/come-crescere-gay-in-cina

 

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Sethu, è uscito il suo primo album "Tutti i colori del buio"

Sethu e i colori del buio: “Canto per tendere una mano a me stesso e agli altri, dopo Sanremo la depressione” – Intervista

Musica - Emanuele Corbo 17.5.24
Taiwan, la drag queen Nymphia Wind si esibisce per la presidente uscente Tsai Ing-wen (VIDEO) - Nymphia Wind - Gay.it

Taiwan, la drag queen Nymphia Wind si esibisce per la presidente uscente Tsai Ing-wen (VIDEO)

News - Redazione 17.5.24
Sergio Mattarella 17 maggio giornata internazionale contro omofobia transfobia bifobia

17 maggio, Mattarella contro l’omobitransfobia: “Non è possibile accettare di rassegnarsi alla brutalità”

News - Redazione 17.5.24
Nemo The Code significato e come è nata

Nemo, il magnifico testo non binario di “The Code” è nato così: ecco cosa racconta davvero

Musica - Mandalina Di Biase 13.5.24
Cannes 2024, ecco i 17 film LGBTQIA+ in corsa per la Queer Palm - Block Pass - Gay.it

Cannes 2024, ecco i 17 film LGBTQIA+ in corsa per la Queer Palm

Cinema - Federico Boni 17.5.24
Andrew Scott per Quinn (2024)

Andrew Scott presta la voce ad un’app di racconti erotici

Culture - Redazione Milano 16.5.24

Leggere fa bene

Lingua e comunità LGBTQIA+

Lingua e comunità LGBTQIA+: non chiamatelo omofobo, è un misomosessuale, perché non è fobia, è odio

Guide - Emanuele Bero 5.12.23
Tutto ciò che accade è umano: intervista a Donatella Di Pietrantonio - Sessp 15 - Gay.it

Tutto ciò che accade è umano: intervista a Donatella Di Pietrantonio

Culture - Federico Colombo 1.1.24
Topolino e Minnie costretti a censurare la parola "gay" da uno show Disney ad Orlando.

Topolino e Minnie cancellano la parola “gay” da uno show

News - Redazione Milano 2.1.24
2023: Le cose da portate con noi

10 cose che vogliamo portarci nel 2024

Culture - Redazione Milano 27.12.23
schwa

“Per il 54% degli italiani il linguaggio inclusivo è solo una moda”, l’indagine completa

News - Redazione 13.5.24