IL BEL DANIELE

di

Daniele Interrante e la sua estate da conduttore di 'CDLive'. L'ex Tronista diviso tra Tv, Radio e giornali. E la storia con Costantino?

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
1992 0

Divenuto popolare grazie alla sua partecipazione come “tronista” nel fortunato programma di Maria De Filippi “Uomini e Donne“, Daniele Interrante questa estate si è cimentato con una prova da conduttore alla guida del programma musicale di Raidue, CDLive. Al timone del contenitore musicale Rai ha dimostrato di essere bravo e dinamico, scrollandosi di dosso l’etichetta del belloccio e del sex-symbol senza cervello. Il suo personaggio era stato preso di mira dai critici televisivi per il suo repentino successo. Molto chiacchierata anche la sua amicizia con Costantino Vitagliano vista da alcuni in chiave omosex. Gay.it ha parlato con Daniele di questo e altro.
Com’è stata questa tua prima esperienza da conduttore?
Alla fine, dopo 5 anni che ci stavo provando, sono riuscito a fare il presentatore con critiche molto favorevoli tra le quali quella di Maria (De Filippi ndr) che è la mia musa ispiratrice. Ho cercato di imparare il più possibile della tempistica televisiva, delle regole base della televisione, cercando anche uno spunto da persone che conosco, che stimo e che sono dei grandi presentatori.
A proposito di Maria De Filippi, è passato oramai un po’ di tempo da quando facevi il tronista nel talk “Uomini e Donne“. Com’è il tuo rapporto oggi con Maria?

Ottimo! La reputo la migliore presentatrice che abbiamo e alla quale mi ispiro. Sono stato davvero contento quando, dopo la registrazione e la messa in onda dei due speciali “Parole e Baci”, lei mi ha chiamato e mi ha fatto molti complimenti, di sicuro, i più graditi oltre a quelli del direttore di Raidue e dei produttori del programma.
Ripensando alla tua esperienza come tronista in “Uomini e Donne” come la giudichi? La rifaresti?
Mi ha fatto capire più da vicino comè funziona il mondo della tv e ho capito di quali persone fidarsi e quelle da cui difendersi. Dopo quel programma ho cercato di tenere una mia linea, coerente nel bene e nel male e questo ti porta inevitabilmente ad andare incontro a critiche.

Sai che sono in molti a dubitare, ancora oggi, della veridicità dei corteggiamenti e delle storie che nascevano all’interno del programma. Tu cosa ci dici a riguardo?
Dico di non dubitare, tutto era ed è assolutamente vero. Chi fa televisione o chi collabora con questo mondo capisce che, se queste storie fossero finte o non ci fossero davvero, come ad esempio in programmi come “C’è Posta per te” o “Uomini e Donne“, il pubblico a casa se ne accorgerebbe immediatamente e non tributerebbe l’enorme successo che, ad esempio, “Uomini e Donne” ha ormai da dieci anni.
Questa estate oltre alla fortunata conduzione di CDLive, non ti sei fatto mancare proprio nulla. Ti ho seguito durante i collegamenti radiofonici che facevi da Porto Cervo in cui raccontavi le serate mondane andando a caccia di vip per intervistarli. C’è qualche tua collega che durante le serate al Billionaire o di giorno in spiaggia ha attirato la tua attenzione?
Beh più di una, devo dire la verità.
Noi vogliamo i nomi…
No, assolutamente, non parlo più della mia vita privata che è già stata strumentalizzata a livelli imbarazzanti.
Parli della tua storia finita con Melissa Satta, la velina di Striscia la Notizia?
Come già detto, non parlo della mia vita privata. È per questo che ogni volta che mi fanno domande intime, tendo a generalizzare ed a non essere preciso.

Cosa ti ha lasciato l’esperienza fatta su “L’Isola dei Famosi” e, soprattutto, la rifaresti?
Giusto per non essere ipocrita, lo rifarei per una montagna di soldi in più. Poi mi è servito per conoscere quelle persone che, poi, hanno riposto fiducia in me, come il direttore di Raidue che mi ha affidato la conduzione di ‘CDLive’ e ‘ Parole e Baci’. È stata di sicuro un avventura ed un tassello in più da aggiungere alle mie esperienze.
Il tuo rapporto con Simona Ventura. Siete amici?
Simona è un amica ed ha sempre parole di conforto ed amichevoli nei miei riguardi.
Non hai nemmeno voluto rinunciare alla esperienza della recitazione, prima con il film “Troppo Belli” e ora con una partecipazione nel nuovo film di Jerry Calà, “Vita Smeralda”. Che giudizio ti dai come attore?
So benissimo di non essere un attore ma nel film interpretavo me stesso quindi la recitazione era limitata. E poi, chi di noi, chi tra le persone che amano il mondo dello spettacolo avrebbe rifiutato di fare un film sulla propria vita?
Prosegue ancora la tua amicizia con Costantino?
Continua in seconda pagina^d
Prosegue ancora la tua amicizia con Costantino?
Certo.

Sai delle voci insistenti che circolano nell’ambiente televisivo e anche al dì fuori di una presunta storia omosessuale tra te e Costantino?
(si fa una ricca risata ndr) Noi abbiamo una storia di amicizia bellissima che dura da dieci anni. Abbiamo passato situazioni incredibili che solo due amici come noi possono capire e condividere. Abbiamo condiviso di tutto, dalla povertà ai primi lavori in discoteca, i problemi economici e i problemi che affliggono tutti i ragazzi adolescenti, fino ad arrivare dove siamo. Abbiamo fatto un percorso lunghissimo insieme e siamo inseparabili, non siamo omosessuali ma abbiamo molti amici che lo sono. I gay sono i più simpatici e i più bravi a dare consigli. Nessuna storia omosessuale tra me e Costantino.
Se è tutto falso, secondo te, chi mette in giro delle voci così insistenti?
Ma per invidia, figurati, a noi non toccano nemmeno certe dicerie. Nulla da dire sugli omosessuali che adoriamo e che ci circondano. Frequento spesso amici gay che mi fanno ‘ammazzare’ dalle risate.
Se Costantino dovesse dichiararti, da un giorno all’altro, di essere omosessuale cambierebbe il tuo atteggiamento nei suoi riguardi?
Assolutamente no, ma, non lo dico per ipocrisia, anche perchè ti risponderebbe chiunque così, lo dico per convinzione.
La tua bellezza fisica ti porta ad essere considerato un sex-symbol non solo dalle donne ma anche dai gay. Come ti porresti davanti alla avances di un uomo?
Tranquillamente, se non sono troppo eccessive. Spiegherei che non sono interessato. Comunque ne ho già ricevute parecchie. Da ragazzino lavoravo nelle discoteche come spogliarellista e ballerino e mi è capitato di fare serate nei locali gay. Sono le più belle e le più divertenti. Madame Sisì, tanto per farti un nome, è una mia carissima amica.

Cosa ne pensa Daniele dei PaCs?
Sono assolutamente favorevole. Vorrei che i diritti che hanno le coppie sposate li avessero anche coppie consolidate da anni. Ognuno è libero nella vita di fare qualunque cosa a patto che non leda la libertà altrui e, siccome, convivere da tanti anni è una libertà , una scelta, non vedo perché una coppia di fatto non debba essere tutelata alla stessa maniera di una coppia sposata.
Secondo te cosa rallenta, in Italia, l’attuazione dei PaCS?
Dai, è una domanda troppo scontata. E’ chiaro, è il Vaticano.
Un’ultima domanda di puro gossip: è vero la storia che tu e Beppe Convertini avete proposto a Silvie Lubamba, durante una festa, un menage a troìs?
No comment, non uso la mia persona per fare pubblicità ad altri.
Clicca qui per discutere di questo argomento nel forum Televisione.

di Michele Sabia

Guarda una storia
d'amore Viennese.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...