Oscar 2024, le nomination. Colman Domingo primo attore dichiaratamente gay candidato dopo 25 anni

Nessuna candidatura per Saltburn di Emerald Fennell e incredibile ma vero per All of Us Strangers di Andrew Haigh. C'è l'Italia con Io Capitano! Boom Povere Creature e Anatomia di una Caduta.

ascolta:
0:00
-
0:00
Oscar 2024, le nomination. Colman Domingo primo attore dichiaratamente gay candidato dopo 25 anni - Oscar 2024 - Gay.it
Oscar 2024, tutte le nomination
4 min. di lettura

Sono state finalmente svelate le nomination legate alla 96ª edizione dei premi Oscar, che si terrà a Los Angeles al Dolby Theatre il 10 marzo 2024 con Jimmy Kimmel ancora una volta conduttore. E l’Italia c’è. Io Capitano di Matteo Garrone è stato candidato tra i migliori film internazionali, insieme al super favorito La Zona d’Interesse di Jonathan Glazer, Perfect Days di Wim Wenders, lo spagnolo La società della neve e il tedesco The Teachers’ Lounge.

Colman Domingo è invece diventato il primo attore protagonista dichiaratamente gay ad essere nominato agli Oscar 25 anni dopo Ian McKellen in Demoni e Dei, quando a vincere fu il nostro Roberto Benigni con La vita è Bella. McKellen venne poi nominato anche nel 2002 con Il Signore degli Anelli, ma come non protagonista. Grazie a Rustin è finalmente caduto questo muro, dopo un lunghissimo quarto di secolo. Domingo potrebbe anche diventare il primo attore dichiaratamente gay di sempre a vincere l’ambita statuetta.

Niente da fare per il meraviglioso Andrew Scott di Estranei. Domingo dovrà vedersela con il fantastico Paul Giamatti di The Holdovers, Cillian Murphy per Oppenheimer, l’inatteso Jeffrey Wright di American Fiction e il super Bradley Cooper di Maestro. Quest’ultimo, superbo Bernstein, è arrivato a 12 nomination complessive, avendo strappato anche quelle per lo script e il miglior film, senza aver mai vinto un Oscar. Tra i registi niente da fare per Greta Gerwig, che ha comunque strappato una candidatura per la miglior sceneggiatura non originale di Barbie, mentre Yorgos Lanthimos sfiderà Christopher Nolan, Martin Scorsese, Jonathan Glazer e la sorpresa Justine Triet, pluri-candidata con Anatomia di una Caduta, già Palma d’Oro. Pur non essendo stato scelto dalla Francia come film rappresentativo di questa edizione, Anatomia di una Caduta ha fatto furore. Sono infatti arrivate anche le nomination a miglior film, attrice (Sandra Hüller), sceneggiatura originale e montaggio.

Povere Creature, Leone d’Oro all’ultima Mostra del Cinema di Venezia, ha ottenuto 11 candidature, compresa quella per la miglior attrice ad Emma Stone, che punta il bis dopo l’Oscar vinto per La La Land. Davanti a tutti troviamo Oppenheimer con 13, con Killers of the Floowen Moon a 10 e Barbie ad otto candidature, Maestro a 7, seguito da The Holdovers, American Fiction, Anatomia di una Caduta e La Zona d’Interesse a 5.

Lily Gladstone è diventata la prima storica Nativa d’America ad essere candidata come miglior attrice. Dovrà provare a battere non solo Stone ma anche la super Annette Bening di Nyad, Huller e Carey Mulligan per Maestro. Tra gli attori non protagonisti ce l’ha fatta anche Sterling K. Brown, che interpreta un uomo gay in American Fiction, insieme a Robert De Niro, al favorito Robert Downey Jr, all’esilarante Mark Ruffalo di Poor Things e a Ryan Gosling per Barbie. Niente da fare per Margot Robbie, candidata comunque come miglior produttrice del film. Tra le attrici non protagoniste Da’Vine Joy Randolph di The Holdovers parte in pole position, davanti a Danielle Brooks per The Color Purple, Emily Blunt con Oppenheimer, America Ferrera per Barbie e Jodie Foster per Nyad. Si tratta della 5a candidatura per l’attrice, la prima da quando ha fatto coming out. Vinte due statuette, Foster mancava dal lontanissimo 1995.

Tra le canzoni Billie Eilish punta al suo secondo Oscar grazie a “What Was I Made For?”, brano portante di Barbie, mentre niente da fare per Todd Haynes e May December, candidato solo per lo script. Snobbate sia Julianne Moore che Natalie Portman, così come il Leonardo DiCaprio di Killers of the Floweer Moon e l’acclamato Zac Efron di The Warrior. Nessuna candidatura per Saltburn di Emerald Fennell e incredibile ma vero per All of Us Strangers di Andrew Haigh. Fa rumore anche l’assenza di Pedro Almodovar tra i migliori corti live-action con Strange Way of Life.

Tra i lungometraggi animati segnaliamo infine la presenza di Nimona,  titolo LGBTQIA+ salvato da Netflix dopo il precedente abbandono Disney.

Nomination Oscar 2024

Miglior film

American Fiction
Anatomia di una caduta
Barbie
The Holdovers
Killers of the Flower Moon
Maestro
Oppenheimer
Past Lives
Povere creature!
La zona d’interesse

Miglior regia

Jonathan Glazer – La zona d’interesse
Yorgos Lanthimos – Povere creature!
Christopher Nolan – Oppenheimer
Martin Scorsese – Killers of the Flower Moon
Justine Triet – Anatomia di una caduta

Miglior attore

Bradley Cooper – Maestro
Colman Domingo – Rustin
Paul Giamatti – The Holdovers
Cillian Murphy – Oppenheimer
Jeffrey Wright – American Fiction

Miglior attrice

Annette Bening – Nyad
Lily Gladstone – Killers of the Flower Moon
Sandra Hüller – Anatomia di una caduta
Carey Mulligan – Maestro
Emma Stone – Povere creature!

Miglior attore non protagonista

Sterling K. Brown – American Fiction
Robert De Niro – Killers of the Flower Moon
Robert Downey Jr. – Oppenheimer
Ryan Gosling – Barbie
Mark Ruffalo – Povere creature!

Miglior attrice non protagonista

Emily Blunt – Oppenheimer
Danielle Brooks – The Color Purple
America Ferrera – Barbie
Jodie Foster – Nyad
Da’Vine Joy Randolph – The Holdovers

Miglior sceneggiatura originale

Anatomia di una caduta
The Holdovers
Maestro
May December
Past Lives

Miglior sceneggiatura non originale

American Fiction
Barbie
Oppenheimer
Povere creature!
La zona d’interesse

Miglior colonna sonora

American Fiction
Indiana Jones e il quadrante del destino
Killers of the Flower Moon
Oppenheimer
Povere creature!

Miglior canzone originale

The Fire Inside – Flamin’ Hot
I’m Just Ken – Barbie
It Never Went Away – American Symphony
Wahzhazhe (A Song For My People) – Killers of the Flower Moon
What Was I Made For? – Barbie

Miglior fotografia

El Conde
Killers of the Flower Moon
Maestro
Oppenheimer
Povere creature!

Miglior suono

The Creator
Maestro
Mission: Impossible – Dead Reckoning Part One
Oppenheimer
La zona d’interesse

Miglior scenografia

Barbie
Killers of the Flower Moon
Napoleon
Oppenheimer
Povere creature!

Migliori costumi

Barbie
Killers of the Flower Moon
Napoleon
Oppenheimer
Povere creature!

Miglior montaggio

Anatomia di una caduta
The Holdovers
Killers of the Flower Moon
Oppenheimer
Povere creature!

Miglior trucco e acconciatura

Golda
Maestro
Oppenheimer
Povere creature!
La società della neve

Migliori effetti speciali

The Creator
Godzilla Minus One
Guardiani della Galassia Vol. 3
Mission: Impossible – Dead Reckoning Part One
Napoleon

Miglior film internazionale

Io capitano (Italia)
Perfect Days (Giappone)
La società della neve (Spagna)
The Teachers’ Lounge (Germania)
La zona d’interesse (Regno Unito)

Miglior film d’animazione

Elemental
Nimona
Il ragazzo e l’airone
Robot Dreams
Spider-Man: Across the Spider-Verse

Miglior documentario

Bobi Wine: The People’s President
The Eternal Memory
Four Daughters
To Kill a Tiger
20 Days in Mariupol

Miglior cortometraggio

The After
Invincible
Knight of Fortune
Red, White and Blue
The Wonderful Story of Henry Sugar

Miglior cortometraggio d’animazione

Letter to a Pig
Ninety-Five Senses
Our Uniform
Pachyderme
War Is Over! Inspired by the Music of John & Yoko

Miglior cortometraggio documentario

The ABCs of Book Banning
The Barber of Little Rock
Island in Between
The Last Repair Shop
Nǎi Nai & Wài Pó

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Evans, Keoghan, Bailey e altri - Specchio 8 - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Evans, Keoghan, Bailey e altri

Culture - Redazione 23.2.24
Ricky Martin: "Se avessi fatto coming out nel 1999 credo che non avrei avuto lo stesso successo" - Ricky Martin per GQ - Gay.it

Ricky Martin: “Se avessi fatto coming out nel 1999 credo che non avrei avuto lo stesso successo”

Culture - Redazione 23.2.24
Olivia Rodrigo in bad idea right? (2023)

Olivia Rodrigo è la rockstar (e attivista) che meritiamo: il suo Guts Tour contro le leggi anti-aborto

Musica - Riccardo Conte 26.2.24
John Cena è su Only Fans?

Ma John Cena è davvero su Only Fans?

Culture - Riccardo Conte 23.2.24
Eurovision 2024, Angelina Mango vola secondo i bookmakers. Le ultime quote - Angelina Mango - Gay.it

Eurovision 2024, Angelina Mango vola secondo i bookmakers. Le ultime quote

News - Redazione 23.2.24
Roberto Vannacci

Roberto Vannacci avrebbe truffato lo Stato secondo l’indagine della procura militare

News - Giuliano Federico 24.2.24

Hai già letto
queste storie?

saltburn gay it jacob elordi barry keoghan

Saltburn arriva in streaming, è quasi bacio tra Jacob Elordi e Barry Keoghan a L.A. – VIDEO

Cinema - Redazione Milano 15.11.23
Todd Haynes parla del dramma gay con Joaquin Phoenix: "Una storia d'amore sessualmente esplicita" - the master joaquin phoenix sailor - Gay.it

Todd Haynes parla del dramma gay con Joaquin Phoenix: “Una storia d’amore sessualmente esplicita”

News - Redazione 13.9.23
Carmen Madonia in 'Something You Said Last Night' (2022)

Something You Said Last Night, e la banale quotidianità di una millennial trans

Cinema - Riccardo Conte 6.1.24
Amanda, arriva su Raiplay il film con Michele Bravi. Il trailer - amanda - Gay.it

Amanda, arriva su Raiplay il film con Michele Bravi. Il trailer

Cinema - Redazione 13.10.23
Jacob Elordi candela Saltburn Barry Kehogan

Saltburn, arriva la candela con l’odore di Jacob Elordi ed è un fetish puntuale

Cinema - Redazione Milano 4.1.24
Nuovo Olimpo di Ferzan Ozpetek uscirà tra ottobre e dicembre - Nuovo Olimpo di Ozpetek - Gay.it

Nuovo Olimpo di Ferzan Ozpetek uscirà tra ottobre e dicembre

Cinema - Redazione 31.8.23
Il regista Ary Zara potrebbe fare la storia agli Oscar 2024 con il corto An Avocado Pit - Il regista trans Ary Zara potrebbe fare la storia agli Oscar 2024 con il corto An Avocado Pit - Gay.it

Il regista Ary Zara potrebbe fare la storia agli Oscar 2024 con il corto An Avocado Pit

Cinema - Redazione 10.1.24
Jacob Elordi senza maglietta e baciato dal sole in 'Saltburn', la nuova foto ufficiale - image 5 2 e1695896286141 - Gay.it

Jacob Elordi senza maglietta e baciato dal sole in ‘Saltburn’, la nuova foto ufficiale

Cinema - Redazione Milano 28.9.23