Kiki & i segreti del sesso, gli infiniti gusti dell’amore

di

Da vedere la commedia spagnola di Paco León con cinque storie di eccentrico erotismo: uno degli episodi è queer ed è il più spassoso.

CONDIVIDI
50 Condivisioni Facebook 50 Twitter Google WhatsApp
5876 0

Ecco finalmente una commedia fresca, ruspante, piccantella quanto basta per un inizio d’estate all’insegna del buonumore (e del ‘buon amore’). Stiamo parlando di Kiki & i segreti del sesso (qui per la pagina Facebook ufficiale), spassoso collage spagnolo di cinque storie dirette dal poliedrico Paco León – è attore, sceneggiatore, regista e produttore – una celebrità in patria soprattutto grazie alla sitcom Aida (noi l’abbiamo visto nella commedia gay Reinas – Il matrimonio che mancava) e uno dei pochi dichiaratamente bisessuale: ha dichiarato recentemente di essere stato fidanzato con un uomo quando ha conosciuto la sua attuale compagna Anna Rodriguez Costa.

TELEVISION Paco Leon director y protagonista de la pelicula Kiki el amor se hace junto a las actrices Belen Cuesta y Ana Katz

Tutto ruota intorno al tema del sesso ma vissuto attraverso sperimentazioni – non chiamiamole perversioni – a dir poco originali: Natalia scopre una profonda eccitazione quando viene aggredita durante una rapina (tecnicamente si chiama arpaxofilia) e così il bel fidanzato Alex le combina una finta aggressione con esiti imprevedibili; una giostraia che non riesce ad avere figli scopre di eccitarsi terribilmente quando vede il marito piangere (dacrifilia); un chirurgo plastico vive in una splendida villa con la moglie ridotta su una sedia a rotelle e riesce ad avere rapporti solo dopo averla addormentata con forti sedativi (sonnofilia); problemi d’udito affliggono invece Sandra che convive con un’iguana gigante e prova una forte eccitazione quando palpa la seta (efefilia); Paco – il regista Paco León – e Ana fanno coppia da un decennio ma il desiderio sta un po’ scemando e quando si presenta l’esuberante amica lesbica Belen decidono di aprirsi al triangolo amoroso.

Kiki & i segreti del sesso

L’episodio più divertente è quest’ultimo, ed è anche quello più queer: la coppia etero decide, un po’ titubante, di andare a una serata fetish in un sex club dove lei si ritrova a fare spanking a un vecchietto gay e lui viene convinto da un orso muscoloso a praticargli il pissing “perché ci conosciamo, abbiamo giocato insieme a calcetto”. Anche la presa in considerazione dell’attrazione lesbica di Ana viene rappresentata in maniera naturale e schietta senza quel punto di vista da ritrita fantasia maschile etero ma come arricchente possibilità di esplorazione delle proprie pulsioni.

Senza morbosità pruriginosa, con un’idea del sesso liberatoria e giocosa che ricorda vagamente il primo Almodóvar (ritroviamo Candela Peña di Tutto su mia madre), Kiki & i segreti del sesso è una ventata di allegra desacralizzazione degli impulsi sessuali, finalmente privi di quell’aura da senso di colpa imperante tipica di tanto cinema erotico, inteso invece come rappresentazione vitale del desiderio.

“Questo terzo film è una sfida – spiega il regista e attore -, non sono il produttore né il film è una mia idea (è il remake dell’australiano The Little Death, ndr), però mi è stata data la libertà e la possibilità di dirigerlo a modo mio. La mia motivazione continua ad essere quella di divertirmi lavorando con tantissimi attori e attrici che ammiro, ed inoltre quella di poter continuare ad approfondire la mia esperienza lavorativa con questa nuova avventura cinematografica. Kiki & i segreti del sesso è una commedia dove il sesso viene trattato in una maniera originale, spregiudicata, divertente e romantica, perché credo fermamente che il sesso continui ad essere il miglior modo di fare l’amore”.

In Spagna è stato un gran successo di pubblico – oltre sei milioni di euro d’incasso – e lo potete trovare in sala grazie a Videa Distribuzione.

Da vedere.

E tu quanto ne sai di perversioni? Scoprilo con il Test Kiki! > >

kiki_cover

 

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...