A Norma, storia di una sex worker trans peruviana tra desideri, aspettative e pregiudizi

Una riflessione sul concetto di femminilità, nel conoscere una donna che rappresenta un tabù nella società in cui viviamo. Il documentario presentato al Filmmaker Festival di Milano.

ascolta:
0:00
-
0:00
A Norma, storia di una sex worker trans peruviana tra desideri, aspettative e pregiudizi - Carlotta Cosmai a norma 2 - Gay.it
A Norma, documentario
3 min. di lettura

Al Filmmaker Festival di Milano è stato presentato ieri, Transgender Day of Remembrance per commemorare le vittime dell’odio e del pregiudizio verso le persone transgender, A Norma, documentario di
Carlotta Cosmai, Pedro Pablo HdeO, Maryam Shater e Michela Zolfo con protagonista una donna trans peruviana.

La ricerca di una “creatura favolosa” che si narra esistere nelle acque del lago di Como ha condotto i quattro registi a conoscere la storia di Norma, prostituta trans, donna che rappresenta un tabù nella società in cui viviamo. Ha così inizio un viaggio verso la decostruzione dei nostri desideri, aspettative e pregiudizi, in una riflessione sul concetto di femminilità. L’immaginario degli autori ha incontrato e dialogato con la realtà e i ricordi di Norma: il suo passato in Perù, l’inizio del percorso di accettazione di sè, e la sua lunga trasformazione ancora in divenire.

A Norma, storia di una sex worker trans peruviana tra desideri, aspettative e pregiudizi - Carlotta Cosmai a norma 1 - Gay.itA Norma, storia di una sex worker trans peruviana tra desideri, aspettative e pregiudizi - Carlotta Cosmai a norma - Gay.it

40 minuti di durata per conoscere Norma attraverso un linguaggio immaginifico. Cosmai, HdeO, Shater e Zolfo si soffermano sui piccoli particolari, sulle sfumature di un volto e di un corpo, di una casa che è il suo intero universo, in cui lavorare, vivere, costruirsi e indossarsi. La ricerca di una “creatura favolosa”, metafora delle proiezioni (e pregiudizi) sui temi-tabù di questo film, ha incontrato la quotidianità di Norma, che ha letteralmente aperto la porta sulla sua vita, invitando gli autori del doc in un percorso di graduale disvelamento di frammenti del suo passato-presente.

Utilizzando uno sguardo “intimo”, i 4 registi hanno voluto restituire un ritratto di Norma, della sua trasformazione ancora in atto, dandole la possibilità di raccontare la sua adolescenza, il suo primo impatto con un uomo molto più grande di lei quando era poco più che adolescente, l’arrivo in Italia con mille dubbi e paure, la scoperta della prostituzione, il fascino dell’uomo italico che da subito la conquista, il sorprendentemente felice coming out con sua mamma e le paure di un intervento tanto invasivo, a tal punto da rischiare di mettere in discussione il proprio piacere. Dovendo soppesare tra l’orgasmo eventualmente perduto e il continuare a guardare un corpo che non sente suo, Norma ha intrapreso la strada dell’irreversibilità, che nel suo caso voleva dire felicità.

“Io sono stata bambino, ragazzino, ragazzo, poi sono stata ragazzo effeminato, travestito, trans masculina, trans femminile, trans super femminile, operata e ora operata vecchia”, sottolinea divertita Norma, nel raccontare mille vite in una, con quell’ansia costante di dover sempre apparire iper femminile che non l’abbandona mai. “Non posso mai abbassare la guardia, devo stare sempre nel personaggio, non sono sicura di me stessa”, confessa Norma, che lavora con il proprio corpo, da lei chirurgicamente modellato eppure sempre costantemente sotto la sua stessa lente d’ingrandimento, perché un tempo “brutto anatroccolo” poi rinato cigno. Insicurezze dettate dagli sguardi altrui, dalla mancata accettazione, dai giudizi segnati da preconcetti e odio nei confronti di una comunità intera che caratterizzano la società odierna.

Ciò che conta per noi è rappresentare la fluidità di un percorso, il “trans-”, cioè un passaggio oltre un termine, l’attraversamento, il mutamento da una condizione all’altra“, hanno sottolineato gli autori, riusciti ad entrare nel privato di una donna “complessa”, orgogliosamente libera e fuori dalla Norma.

A Norma, storia di una sex worker trans peruviana tra desideri, aspettative e pregiudizi - Carlotta Cosmai a norma Poster - Gay.it

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Russia, arrestate due donne per un bacio e costrette alle scuse pubbliche: “Nuocete alla psiche dei minori” - Russia arrestate due donne per un bacio social e costrette alle scuse pubbliche - Gay.it

Russia, arrestate due donne per un bacio e costrette alle scuse pubbliche: “Nuocete alla psiche dei minori”

News - Redazione 19.2.24
thailandia-matrimonio-egualitario

La Thailandia verso il matrimonio egualitario: approvazione del disegno di legge entro fine anno

News - Francesca Di Feo 19.2.24
Eurovision 2024, i BIG in gara per San Marino. Ci sono i Jalisse, Marcella Bella e (forse) Loredana Bertè - Una Voce per San Marino 2024 - Gay.it

Eurovision 2024, i BIG in gara per San Marino. Ci sono i Jalisse, Marcella Bella e (forse) Loredana Bertè

Culture - Redazione 19.2.24
Sanremo 2025, a chi affidare il dopo Amadeus? Tutti i nomi in ballo, tra ipotesi concrete e utopistiche - Sanremo 2025 - Gay.it

Sanremo 2025, a chi affidare il dopo Amadeus? Tutti i nomi in ballo, tra ipotesi concrete e utopistiche

Culture - Federico Boni 15.2.24
Ian McKellen di nuovo single, è finita con Oscar Conlon-Morrey - Ian McKellen Oscar Conlon Morrey - Gay.it

Ian McKellen di nuovo single, è finita con Oscar Conlon-Morrey

Culture - Redazione 19.2.24
fedez luis sal chiara ferragni fabrizio corona

“Fedez ha una relazione con Luis Sal”, a processo per diffamazione Alessandro Rosica: “Ha offeso la reputazione del rapper”

News - Redazione 19.2.24

Hai già letto
queste storie?

Glamorous, Miss Benny e Michael Hsu Rosen sono una coppia anche nella vita reale? - GLAMOROUS 110 Unit 00895RC - Gay.it

Glamorous, Miss Benny e Michael Hsu Rosen sono una coppia anche nella vita reale?

Culture - Redazione 23.1.24
Vestidas de azul, la serie sequel di Veneno. Trailer e sinossi - Vestida de Azul 2 - Gay.it

Vestidas de azul, la serie sequel di Veneno. Trailer e sinossi

Serie Tv - Redazione 20.10.23
Saltburn, recensione. Barry Keoghan e Jacob Elordi tra sesso, bugie e satira sociale - Saltburn Jacob Elordi - Gay.it

Saltburn, recensione. Barry Keoghan e Jacob Elordi tra sesso, bugie e satira sociale

Cinema - Federico Boni 19.10.23
Foto di Jamie Mccartney

Il Museo della Vagina include anche le persone trans*

Culture - Redazione Milano 18.1.24
Passages, tossicità relazionale e fluidità d’amore nella nuova meraviglia di Ira Sachs - Passages - Gay.it

Passages, tossicità relazionale e fluidità d’amore nella nuova meraviglia di Ira Sachs

Cinema - Federico Boni 24.11.23
liz truss diritti lgbtq rights

Regno Unito, l’ex premier Liz Truss vuole vietare la transizione di genere ai minori di 18 anni

News - Redazione 4.12.23
foto: il fatto quotidiano

Trans Lives Matter: il movimento trans* si fa sentire ancora più forte

News - Redazione Milano 20.11.23
20.000 specie di Api, recensione. Tra identità, corpo e genere, tu chiamala con il suo vero nome - AH 20000speciediapi foto3 - Gay.it

20.000 specie di Api, recensione. Tra identità, corpo e genere, tu chiamala con il suo vero nome

Cinema - Federico Boni 7.12.23