Dustin Lance Black rivela: “Quasi tutti gli studios di Hollywood rifiutarono Milk”

Per quasi 30 anni Hollywood si è rifiutata di girare un film su Harvey Milk.

Dustin Lance Black rivela: "Quasi tutti gli studios di Hollywood rifiutarono Milk" - Milk - Gay.it
2 min. di lettura

11 anni fa Milk di Gus Van Sant vinceva due premi Oscar, dopo aver strappato 8 nomination, uno dei quali assegnato all’allora 35enne Dustin Lance Black, gay dichiarato e ai più sconosciuto. La pellicola, acclamata dalla critica e vincitrice di decine e decine di premi in tutto il mondo, venne distribuita negli Usa dalla Focus Features, ma prima di allora quasi tutti gli studios di Hollywood la rifiutarono. A raccontarlo lo stesso Dustin, da anni sposo di Tom Daley, dal podcast Out with Suzi Ruffell.

Solo la Focus Features, pochi anni prima in trionfo agli Oscar e al box office grazie a I Segreti di Brokeback Mountain di Ang Lee, decise di dar fiducia al giovane sceneggiatore, che impiegò 3 anni per scrivere di proprio pugno lo script su Harvey Milk, prima persona apertamente gay eletta ad una carica pubblica in California, e a seguire uccisa.

Nessuno stava comprando film gay. Gli studios non volevano personaggi gay o trame gay. Ce n’erano alcuni che avevano avuto successo, grazie a Dio per Ellen e Will & Grace. Ora è tutto cambiato, ci sono dirigenti e posti come Netflix, che sanno di doversi proporre ad audience differenti. All’epoca non era proprio una conversazione. Infatti non fu un gioco da ragazzi. C’era stato un grande successo al botteghino, Brokeback Mountain. E così sono andato alla Focus Features, mi dissi “Sanno che questo non è un vicolo cieco”. E io gli dissi “A proposito, tutti gli altri hanno detto di no”. Ma avevo ragione. Ci hanno visto qualcosa e hanno fatto un lavoro incredibile.

Già nei primi anni ’90 si era parlato di una pellicola su Milk, diretta da Oliver Stone e con protagonista Robin Williams, ma la palla passò presto proprio a Van Sant, che sin dal 1992 tentò di dar vita al biopic. Nel 2007 la svolta. La Focus Features dà il via libera ma c’è anche Bryan Singer, regista degli X-Men al lavoro su una pellicola simile, fino a quando Singer non si ritrova a doversi fermare a causa dello sciopero degli sceneggiatori che paralizzò Hollywood. Gus Van Sant vuole Matt Damon per interpretare Dan White, assassino di Milk, ma l’attore deve dare la precedenza a Green Zone e viene sostituito da Josh Brolin, poi candidato agli Oscar come miglior attore non protagonista. Oscar vinto da Sean Penn, come miglior attore, e come detto da Lance Black, riuscito a realizzare il film dei suoi sogni, lottando contro tutto e tutti.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Concerto Primo Maggio Lista Cantanti

Chi ci sarà al Concerto del Primo Maggio 2024: Achille Lauro, LRDL, Malika Ayane, Rose Villain e con Mace potrebbe esserci Marco Mengoni

Musica - Redazione Milano 17.4.24
BigMama Concertone Primo Maggio 2024

BigMama inarrestabile diventa conduttrice per il Concertone del Primo Maggio

Musica - Emanuele Corbo 15.4.24
Marco Mengoni per un noto brand di gioielli

Marco Mengoni è un gioiello, ma la verità è che tutti guardano un’altra cosa

Musica - Emanuele Corbo 10.4.24
Challengers Guadagnino Josh O Connor Mike Faist Zendaya

Challengers, lo sceneggiatore Justin Kuritzkes: “Il tennis è davvero omoerotico”

Cinema - Mandalina Di Biase 15.4.24
Challengers, recensione. Il travolgente ed eccitante triangolo omoerotico di Luca Guadagnino - TIRE TOWN STILLS PULL 230607 002 RC - Gay.it

Challengers, recensione. Il travolgente ed eccitante triangolo omoerotico di Luca Guadagnino

Cinema - Federico Boni 12.4.24
Jakub Jankto coming out

Jakub Jankto: “Agli altri calciatori gay dico di fare coming out. Non abbiate paura, non succede nulla”

Corpi - Redazione 17.4.24

Hai già letto
queste storie?

GLORIA! (2024)

Le ragazze ribelli di Gloria! Tutto sul primo sovversivo film di Margherita Vicario

Cinema - Redazione Milano 22.2.24
Reneé Rapp in Mean Girls (2024)

Regina George di Mean Girls è queer? Risponde Reneé Rapp

Cinema - Redazione Milano 16.1.24
I film LGBTQIA+ della settimana 27 novembre/3 dicembre tra tv generalista e streaming - film hiv aids - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 27 novembre/3 dicembre tra tv generalista e streaming

Cinema - Federico Boni 27.11.23
Nuovo Olimpo, l'amore assoluto oltre tempo e spazio di Ferzan Ozpetek. Recensione - Nuovo Olimpo 5 - Gay.it

Nuovo Olimpo, l’amore assoluto oltre tempo e spazio di Ferzan Ozpetek. Recensione

Cinema - Federico Boni 23.10.23
"Le variabili dipendenti", il corto queer di Lorenzo Tardella è in corsa per gli Oscar 2024 - cover Le Variabili Dipendenti - Gay.it

“Le variabili dipendenti”, il corto queer di Lorenzo Tardella è in corsa per gli Oscar 2024

Cinema - Federico Boni 15.11.23
La Petite, arriva in Italia il film sulla GPA: "Divieti imposti in nome di una morale senza sfumature" - La Petite cover - Gay.it

La Petite, arriva in Italia il film sulla GPA: “Divieti imposti in nome di una morale senza sfumature”

Cinema - Redazione 17.1.24
Bottoms, la commedia queer dell'anno arriva anche in Italia. Ecco dove e quando - bottoms B 01608 R rgb - Gay.it

Bottoms, la commedia queer dell’anno arriva anche in Italia. Ecco dove e quando

Cinema - Redazione 2.11.23
raffaella-carra-opera-lirica

David 2024, c’è anche “Raffa” tra i candidati per il miglior documentario

Cinema - Redazione 26.1.24