Ermal Meta: “Basta fregnacce sui diritti civili. Io ho avuto una famiglia tradizionale terribile”

"Le famiglie possono essere tradizionali o non esserlo. Quel che serve è l’amore", ha sottolineato il cantante.

Ermal Meta: "Basta fregnacce sui diritti civili. Io ho avuto una famiglia tradizionale terribile" - Ermal Meta 1 - Gay.it
2 min. di lettura

Oggi 40enne, nato in Albania ma dai 13 anni italiano d’adozione con l’intera famiglia trasferitasi a Bari, Ermal Meta, un primo e un terzo posto al Festival di Sanremo, torna in radio con un nuovo brano, Milano non esiste. Per l’occasione è stato intervistato dal Corriere della Sera, a cui ha confessato di essere felice, perché “vivo di musica che è l’unica cosa che ho sempre sognato. Poi bisogna anche essere indulgenti, ricordandosi che non occorre per forza essere primi. Felicità vuol dire anche accontentarsi e io mi accontento, non di quel che ho, ma di quel che sono“. Una felicità che va spesso a conflitto con i social, con le risse tra un tweet e un post Instagram, tanto da portare il cantante a postare sempre di meno.

Io sono un essere umano pensante, parlante e anche scrivente purtroppo“, ha rivendicato con orgoglio Meta. “Non gestisco le reazioni dei miei fan, succede quel che succede. C’è chi è più o meno infervorato, succede che parta l’embolo, ma non parliamo di questioni di vita o di morte. E poi quando scrivi non si percepisce il tono, altrimenti la reazione sarebbe diversa. Penso invece che i social generino molta solitudine“. Tra i tanti argomenti politici e sociali presi di petto da Ermal negli ultimi 18 mesi sui social c’è anche il DDL Zan, il mese scorso affossato da 154 senatori. Una tagliona, con annesso applauso della vergogna, che Meta non riesce a mandare giù.

C’è ancora tanto da fare sui diritti civili, alcuni personaggi hanno detto un sacco di fregnacce. Del perché non ho idea. Le famiglie possono essere tradizionali o non esserlo. Quel che serve è l’amore: io ho avuto una famiglia tradizionale che era terribile. Mio padre non era una brava persona, avrei preferito mille volte qualcosa di differente. Quindi pensate ai figli maltrattati o alle donne che subiscono violenza.

Parole chiare, sincere, che sembrano quasi mettere un punto a mesi di disinformazione voluta, cercata, cavalcata, con l’unico obiettivo di attaccare il DDL e affondarlo. Felicemente fidanzato, Ermal ha condiviso pensieri felici anche per chi l’ha preceduto all’ultimo Festival di Sanremo. I Maneskin trionfatori e Fedez, secondo con Francesca Michielin. “Sono felice che siano riusciti ad arrivare al mondo, magari hanno aperto un varco”, ha confessato in riferimento alla band romana. “Sono giovani e belli, hanno tutto il percorso davanti“. Sul rapper che ha finto di scendere in politica per lanciare il proprio disco, invece, Ermal non ha usato mezzi termini. “È sempre molto bravo ad attirare l’attenzione, è un genio della comunicazione. Un paio di estati fa gli avevo detto di candidarsi. Ma a parte la battuta, lui sa quel che fa e si è burlato di un po’ di persone. Può insegnare a tanti come usare i social, anche a me“.

Ermal Meta: "Basta fregnacce sui diritti civili. Io ho avuto una famiglia tradizionale terribile" - Ermal Meta DDL Zan - Gay.it

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

15 persone famose che non sapevi fossero non binarie - 10 persone famose che non sapevi fossero non binarie - Gay.it

15 persone famose che non sapevi fossero non binarie

Corpi - Gio Arcuri 13.5.24
Sarah Toscano, Amici 23

Sarah Toscano vince Amici 23: è lei la popstar del futuro

Culture - Luca Diana 19.5.24
Cannes 2024, ecco i 17 film LGBTQIA+ in corsa per la Queer Palm - Block Pass - Gay.it

Cannes 2024, ecco i 17 film LGBTQIA+ in corsa per la Queer Palm

Cinema - Federico Boni 17.5.24
Rainbow Map 2024, l'Italia crolla al 36° posto su 49 Paesi per uguaglianza e tutela delle persone LGBT - rainbowmap - Gay.it

Rainbow Map 2024, l’Italia crolla al 36° posto su 49 Paesi per uguaglianza e tutela delle persone LGBT

News - Federico Boni 15.5.24
Sethu, è uscito il suo primo album "Tutti i colori del buio"

Sethu e i colori del buio: “Canto per tendere una mano a me stesso e agli altri, dopo Sanremo la depressione” – Intervista

Musica - Emanuele Corbo 17.5.24
Sara Drago

Sara Drago: “La realtà è piena di diversità, sarebbe bellissimo interpretare un uomo” – intervista

Cinema - Luca Diana 11.5.24

Hai già letto
queste storie?

Europee 2024, il Pd e Tarquinio. Lui insiste: "Il DDL Zan non mi piace, sulle unioni civili dico "a ciascuno si dia il suo"" - Marco Tarquinio - Gay.it

Europee 2024, il Pd e Tarquinio. Lui insiste: “Il DDL Zan non mi piace, sulle unioni civili dico “a ciascuno si dia il suo””

News - Federico Boni 5.4.24
Alessandro Zan intervistato da Report a proposito del suo ruolo nell'ambito dell'organizzazione del Padova Pride Village

Inchiesta di Report su Alessandro Zan e il Padova Pride Village

News - Redazione Milano 10.12.23
Unione Europea LGBT Italia

L’Italia non firma la dichiarazione dell’UE a favore dei diritti LGBTI+ perché somiglia al Ddl Zan e include l’identità di genere

News - Redazione Milano 17.5.24
flavia-fratello-battuta-vannacci

Flavia Fratello replica bene a Vannacci, ma in passato firmò contro il Ddl Zan e diede spazio alla transfobia delle TERF

News - Francesca Di Feo 7.3.24