Grecia, l’Alessandro Magno bisessuale di Netflix finisce in parlamento: “Deplorevole, inaccettabile e antistorico”

“Una fiction di qualità estremamente bassa e pessimo contenuto, piena di inesattezze storiche”, ha tuonato la ministra greca della cultura.

ascolta:
0:00
-
0:00
Grecia, l'Alessandro Magno bisessuale di Netflix finisce in parlamento: "Deplorevole, inaccettabile e antistorico" - Alessandro Magno - Gay.it
Alessandro Magno: come nasce una leggenda
3 min. di lettura

A inizio mese vi abbiamo parlato del docudrama Netflix che sostiene la bisessualità di Alessandro Magno, mitico re di Macedonia.

Alessandro Magno: come nasce una leggenda, docudrama storico che ricostruisce la mitologica figura di Alessandro III di Macedonia, cavalca da subito i rumor che vorrebbero Alessandro omosessuale, o più precisamente bisessuale a seconda degli storici, mostrandocelo immediatamente in teneri atteggiamenti con l’amico d’infanzia Efestione (Will Stevens). Un bacio, quello ricostruito dal docudrama Netflix, che ha fatto esplodere un’incredibile polemica in Grecia, dove il governo di centrodestra ha appena approvato il matrimonio egualitario.

Lina Mendoni, ministra della Cultura, ha infatti definito il progetto Netflix “una fiction di qualità estremamente bassa e pessimo contenuto, piena di inesattezze storiche”. “Non c’è alcuna menzione nelle fonti dell’epoca di un rapporto che vada oltre l’amicizia (tra Alessandro ed Efestione), come lo chiama Aristotele”, ha tuonato Mendoni. “Non è compito del governo censurare, sull’arte ognuno può avere diverse opinioni“, ha precisato la ministra, chiaramente consapevole che “il concetto di amore nell’antichità era multidimensionale”, per poi aggiungere: “Non possiamo interpretare relazioni e persone esistenti 2300 anni fa in base ai criteri odierni”.

Come riporta Repubblica la polemica ha preso talmente piede da finire in Parlamento, dove Dimitris Natsiou, presidente di Niki, partito cristiano ortodosso greco di estrema destra, ha definito la serie come “deplorevole, inaccettabile e antistorica”. A suo dire “l’obiettivo subliminale è dare un’idea dell’omosessualità come perfettamente accettabile nei tempi antichi, una tesi priva di basi”.

Peccato che molti storici affermino altro.

Lloyd Llewellyn-Jones, docente di storia antica all’università di Cardiff, afferma proprio nella prima puntarta del docudrama che “le relazioni fra persone dello stesso sesso erano decisamente la norma attraverso tutto il mondo greco. Certo, i greci non avevano una parola per indicare l’omosessualità, perché nel loro vocabolario non esisteva. Era tutto parte della sessualità”. Llewellyn-Jones precisa come Alessandro ed Efestione avessero “un legame fortissimo“, come “due spiriti nello stesso corpo“.

“Efestione in realtà non era solo un caro compagno, ma forse il più grande amore di Alessandro”, ha aggiunto la dott.ssa Salima Ikram dell’Università americana del Cairo.

L’orientamento sessuale di Alessandro Magno è da sempre oggetto di accesi dibattiti da parte degli storici. Sua madre, e questo appare certo, era preoccupata del fatto che non fosse interessato alle donne. “Disprezzava i piaceri sensuali a tal punto che sua madre era ansiosa per il timore che non fosse in grado di generare prole“, scrisse lo storico romano del I secolo Quinto Curzio Rufo, con documenti che suggeriscono che lei gli fece conoscere una cortigiana di nome Callixena, implorandolo di andarci a letto. Ma Alexander rifiutò, portando storici moderni come James Davidson a considerare che il sovrano fosse gay.

Alessandro si sposò tre volte: prima con Roxana di Battria, poi con Stateira, figlia di un re persiano, e infine con Parysatis, il cui padre governava la Persia. Ma solo perché Alexander si è più volte sposato non significa necessariamente che fosse etero. Anche perché all’epoca non esisteva la distizione che abbiamo oggi tra omosessualità e eterosessualità. Nell’Antica Grecia l’omosessualità era diffusa a tutti i livelli della società, non solo ai vertici, con gli ateniesi che non la consideravano contraria né alla natura né alla religione.

Tra i potenziali partner di Alessandro Magno il più menzionato è Efestione, nobile e generale dell’esercito, descritto da Rufus come “di gran lunga il più caro di tutti gli amici del re, allevato con Alessandro, con cui condivideva tutti i suoi segreti”. E, secondo lo storico inglese moderno Robin Lane Fox, i due sarebbero stati amanti.

Alessandro Magno: come nasce una leggenda racconta le conquiste del condottiero utilizzando resoconti contemporanei e archeologici basata sui fatti, gran parte dei quali in arrivo dagli scavi intrapresi dall’archeologa greca Calliope Limneos-Papakosta ad Alessandria d’Egitto, città fondata da Alessandro Magno.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Vladimir Luxuria Isola dei Famosi 2024

Palinsesti Mediaset 2024/2025. Vladimir Luxuria non condurrà più l’Isola dei Famosi. Verissimo incontra Amici

Culture - Redazione 17.7.24
Tutti i coming out "vip" del 2024 - Coming Out 2024 - Gay.it

Tutti i coming out “vip” del 2024

News - Federico Boni 19.7.24
Il Poiesis Quartet si esibiranno al XXIV Emilia Romagna Festival il 21, 23, e 26 Agosto

Poiesis Quartet, il primo quartetto queer nella storia della musica classica – Intervista

Musica - Riccardo Conte 20.7.24
Maria De Filippi e Amadeus, Festival di Sanremo

“Festival di Sanremo” cercasi: su Canale 5 arriva “Amici-Verissimo”, sul Nove “Suzuki Music Party”

Culture - Luca Diana 18.7.24
Paola Turci e Francesca Pascale sarebbero in crisi

Francesca Pascale e l’addio a Paola Turci: “Un grande dolore, ho deciso io di allontanarmi. Berlusconi incancellabile”

News - Redazione 20.7.24
Palinsesti Rai 2024/2025, slitta Sanremo, fuori Serena Bortone. Promossi Insegno, Sechi, Barbareschi e Giletti - Palinsesti Rai - Gay.it

Palinsesti Rai 2024/2025, slitta Sanremo, fuori Serena Bortone. Promossi Insegno, Sechi, Barbareschi e Giletti

Culture - Federico Boni 19.7.24

I nostri contenuti
sono diversi

The Boyfriend, ecco i 9 concorrenti del primo storico dating show gay giapponese - Boyfriend Netflx Gallery 231024 NTF1025 3 - Gay.it

The Boyfriend, ecco i 9 concorrenti del primo storico dating show gay giapponese

Serie Tv - Federico Boni 8.7.24
We Are the World, l'imperdibile doc Netflix che racconta la notte che ha cambiato il pop - The Greatest Night in Pop A2021 2 4 462 1a 001 - Gay.it

We Are the World, l’imperdibile doc Netflix che racconta la notte che ha cambiato il pop

Cinema - Federico Boni 1.2.24
Eldorado: l doc Netflix sul locale gay di Berlino frequentato da Ernst Röhm e dai nazisti

Gay e nazismo: la tolleranza della prima ora e l’omocausto

Culture - Lorenzo Ottanelli 26.1.24
Young Royals 3, Omar Rudberg rivela che ritroverà Edvin Ryding: "Stiamo lavorando a qualcosa di segreto" (VIDEO) - A8A9069 Johan Paulin Netflix - Gay.it

Young Royals 3, Omar Rudberg rivela che ritroverà Edvin Ryding: “Stiamo lavorando a qualcosa di segreto” (VIDEO)

Serie Tv - Redazione 15.3.24
Sandra Milo, Icona eternamente Libera - Sandra Milo fotografata da Leandro Manuel Emede per Sette Corriere - Gay.it

Sandra Milo, Icona eternamente Libera

Culture - Federico Boni 29.1.24
Ratched 2 non si farà. L'annuncio di Sarah Paulson - Ratched Season1 Episode2 00 11 17 15R - Gay.it

Ratched 2 non si farà. L’annuncio di Sarah Paulson

Serie Tv - Redazione 6.2.24
Crossroads, il film con Britney Spears arriva per la prima volta in streaming. Ecco dove e quando - Crossroads - Gay.it

Crossroads, il film con Britney Spears arriva per la prima volta in streaming. Ecco dove e quando

Cinema - Federico Boni 23.1.24
nava mau baby reindeer

Baby Reindeer racconta il malessere nelle relazioni affettive nel mondo post binario dominato dai social

Serie Tv - Yannick Danieli 29.4.24