HIV: CONOSCERE I CD4

E' più importante il loro numero assoluto o la percentuale rispetto si CD8? I risultati di uno studio recente illustrano come tenere sotto controllo il sistema immunitario.

HIV: CONOSCERE I CD4 - salute due - Gay.it
2 min. di lettura

Uno studio ha rivelato che il numero assoluto di cellule CD4 è un indicatore migliore della possibilità che una persona con l’Hiv si stia ammalando rispetto alla percentuale di cellule CD4.
Se sei sieropositivo e tieni il tuo stato immunitario sotto controllo con il tuo medico, dovresti avere questi due tipi di dati. Quello con cui tutti sono familiari è la conta dei CD4, che dà il numero assoluto di cellule CD4 o T-helper nel sistema immunitario. Queste cellule sono i regolatori dell’intero sistema immunitario e sono quelle più attaccate dall’Hiv.
Un conteggio dei CD4 ‘normale’ è compreso tra i 700 e i 1200; è possibile stare bene anche con 350, ma sotto i 200 si dovrebbe essere in trattamento contro l’Hiv.
Tuttavia alcuni medici possono anche fornire la percentuale di CD4. Questa è la proporzione di cellule CD4 in rapporto ai CD8 o cellule T-soppressori.
Le cellule CD8 distruggono le cellule infettate dai virus e anche di queste se ne ha bisogno in gran numero, ma se sono di gran lunga predominanti rispetto ai CD4 significa che il sistema immunitario è sbilanciato.
Sin da quando l’Aids è apparso inizialmente, alcuni medici hanno pensato che la percentuale di CD4 fosse più affidabile del conteggio dei CD4 per comprendere lo stato di salute del paziente.
Normalmente le cellule CD4 costituiscono circa il 25 percento delle cellule T; e si pensa che una percentuale inferiore al 15% indichi una progressione verso l’Aids. Ora uno studio ha finalmente scoperto quale delle due misure è più importante e la risposta è che il conteggio assoluto dei CD4 è una indicazione migliore della percentuale di CD4 per capire se si è o si sarà presto ammalati.
Alcuni ricercatori della Johns Hopkins University di Baltimora hanno osservato i conteggi e le percentuali di CD4 ricavate da oltre 15.000 test su più di 2000 pazienti. Hanno così scoperto che il rischio di sviluppare malattie correlate all’Aids nel giro di un anno era del 17.9% per conteggi di CD4 inferiori a 50, del 6.2% per CD4 da 50 a 100, e 2.7% per conteggi di 100-200.
Allo stesso modo, una percentuale di CD4 inferiore a sette predice un 14% di possibilità di sviluppare l’Aids in un anno; dal 7 al 15, un 4% di possibilità, e oltre il 15% indica un 2%.
Comunque, quando i dati sono stati aggiustati per renderli indipendenti da eventuali differenze dovute a etnia, età e sesso dei pazienti, il conteggio dei CD4 si è rivelato molto più significativo nel predire lo sviluppo di malattie connesse all’Aids rispetto alla percentuale dei CD4.
«I risultati suggeriscono che la percentuale di CD4 aggiunge una informazione supplementare sulle previsioni possibili – scrivono gli autori – Il conteggio assoluto dei CD4 è la misura più importante dello stato immunitario».

di Gus Cairns – Positive Nation

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Kit Connor di Heartstopper sarà Hulkling, supereroe gay, nel Marvel Cinematic Universe? - Kit Connor di Heartstopper sara Hulkling supereroe gay nel Marvel Cinematic Universe - Gay.it

Kit Connor di Heartstopper sarà Hulkling, supereroe gay, nel Marvel Cinematic Universe?

Culture - Redazione 17.7.24
Paola Turci e Francesca Pascale sarebbero in crisi

Paola Turci e Francesca Pascale hanno sciolto la loro unione civile

News - Redazione 18.7.24
La convention repubblicana di Milwaukee è diventata il "Super Bowl di Grindr" (VIDEO) - grindr repubblicani - Gay.it

La convention repubblicana di Milwaukee è diventata il “Super Bowl di Grindr” (VIDEO)

News - Federico Boni 19.7.24
Tale e Quale Show 2024, Carlo Conti svela il cast ufficiale. 11 protagonisti, alcuni molto poco conosciuti - Tale e Quale Show 2024 il cast - Gay.it

Tale e Quale Show 2024, Carlo Conti svela il cast ufficiale. 11 protagonisti, alcuni molto poco conosciuti

Culture - Redazione 18.7.24
Rocco Barocco attacca il Pride

Rocco Barocco, lo stilista apertamente gay attacca il Pride

News - Mandalina Di Biase 17.7.24
Selvaggia Lucarelli vs. Paolo Stella: "Ci sbatte in faccia il privilegio ottenuto senza alcun talento specifico" - Selvaggia Lucarelli vs. Paolo Stella - Gay.it

Selvaggia Lucarelli vs. Paolo Stella: “Ci sbatte in faccia il privilegio ottenuto senza alcun talento specifico”

Culture - Redazione 18.7.24

Continua a leggere

Ho l’HIV. Come prendermi cura di me stessə? - cover - Gay.it

Ho l’HIV. Come prendermi cura di me stessə?

Corpi - Gay.it 6.5.24
David Utrilla - da 37 anni vive con Hiv

A volte dimentico di avere l’Hiv: la nostra serie per raccontare l’importanza dell’equazione U=U

Corpi - Daniele Calzavara 2.3.24
Hiv Salute Mentale e Supporto Psicologico

Autostigma e salute mentale per le persone HIV+: l’importanza dell’aspetto psicologico

Corpi - Daniele Calzavara 2.5.24
Vivere con hiv - la testimonianza di Enrico

Vivere con il virus: “L’Hiv è stato una grande occasione per prendermi cura di me stesso”

Corpi - Daniele Calzavara 22.3.24
chat gay grindr

Grindr sotto accusa: avrebbe condiviso con terze parti lo status HIV di migliaia di utenti

News - Francesca Di Feo 22.4.24
Hiv sentenza Bari su U uguale U Gay.it

U = U, sentenza storica, assolto un uomo accusato di aver trasmesso l’Hiv: se non è rilevabile non si può trasmettere

Corpi - Daniele Calzavara 28.2.24
Icar PrEP Long Acting - Giugno 2024

Prevenzione HIV, l’appello dei clinici e della Community dei pazienti per l’approvazione della Long Acting PrEP

News - Gay.it 20.6.24
PrEP Long Acting AIFA Luglio 2024

AIFA inizia l’esame della Long Acting PrEP

Corpi - Redazione Milano 8.7.24