HIV: CONOSCERE I CD4

E' più importante il loro numero assoluto o la percentuale rispetto si CD8? I risultati di uno studio recente illustrano come tenere sotto controllo il sistema immunitario.

HIV: CONOSCERE I CD4 - salute due - Gay.it
2 min. di lettura

Uno studio ha rivelato che il numero assoluto di cellule CD4 è un indicatore migliore della possibilità che una persona con l’Hiv si stia ammalando rispetto alla percentuale di cellule CD4.
Se sei sieropositivo e tieni il tuo stato immunitario sotto controllo con il tuo medico, dovresti avere questi due tipi di dati. Quello con cui tutti sono familiari è la conta dei CD4, che dà il numero assoluto di cellule CD4 o T-helper nel sistema immunitario. Queste cellule sono i regolatori dell’intero sistema immunitario e sono quelle più attaccate dall’Hiv.
Un conteggio dei CD4 ‘normale’ è compreso tra i 700 e i 1200; è possibile stare bene anche con 350, ma sotto i 200 si dovrebbe essere in trattamento contro l’Hiv.
Tuttavia alcuni medici possono anche fornire la percentuale di CD4. Questa è la proporzione di cellule CD4 in rapporto ai CD8 o cellule T-soppressori.
Le cellule CD8 distruggono le cellule infettate dai virus e anche di queste se ne ha bisogno in gran numero, ma se sono di gran lunga predominanti rispetto ai CD4 significa che il sistema immunitario è sbilanciato.
Sin da quando l’Aids è apparso inizialmente, alcuni medici hanno pensato che la percentuale di CD4 fosse più affidabile del conteggio dei CD4 per comprendere lo stato di salute del paziente.
Normalmente le cellule CD4 costituiscono circa il 25 percento delle cellule T; e si pensa che una percentuale inferiore al 15% indichi una progressione verso l’Aids. Ora uno studio ha finalmente scoperto quale delle due misure è più importante e la risposta è che il conteggio assoluto dei CD4 è una indicazione migliore della percentuale di CD4 per capire se si è o si sarà presto ammalati.
Alcuni ricercatori della Johns Hopkins University di Baltimora hanno osservato i conteggi e le percentuali di CD4 ricavate da oltre 15.000 test su più di 2000 pazienti. Hanno così scoperto che il rischio di sviluppare malattie correlate all’Aids nel giro di un anno era del 17.9% per conteggi di CD4 inferiori a 50, del 6.2% per CD4 da 50 a 100, e 2.7% per conteggi di 100-200.
Allo stesso modo, una percentuale di CD4 inferiore a sette predice un 14% di possibilità di sviluppare l’Aids in un anno; dal 7 al 15, un 4% di possibilità, e oltre il 15% indica un 2%.
Comunque, quando i dati sono stati aggiustati per renderli indipendenti da eventuali differenze dovute a etnia, età e sesso dei pazienti, il conteggio dei CD4 si è rivelato molto più significativo nel predire lo sviluppo di malattie connesse all’Aids rispetto alla percentuale dei CD4.
«I risultati suggeriscono che la percentuale di CD4 aggiunge una informazione supplementare sulle previsioni possibili – scrivono gli autori – Il conteggio assoluto dei CD4 è la misura più importante dello stato immunitario».

di Gus Cairns – Positive Nation

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Challengers, recensione. Il travolgente ed eccitante triangolo omoerotico di Luca Guadagnino - TIRE TOWN STILLS PULL 230607 002 RC - Gay.it

Challengers, recensione. Il travolgente ed eccitante triangolo omoerotico di Luca Guadagnino

Cinema - Federico Boni 12.4.24
Angelina Mango è pronta per l'Eurovision Song Contest che si terrà a maggio in Svezia

Perché Angelina Mango può vincere Eurovision 2024

Musica - Emanuele Corbo 11.4.24
Giovanni Donzelli foto instagram @giovadonze

Giovanni Donzelli di Fratelli d’Italia, outing di sua moglie che spiega “È un marito etero”

Culture - Mandalina Di Biase 9.4.24
Jakub Jankto coming out

Jakub Jankto: “Agli altri calciatori gay dico di fare coming out. Non abbiate paura, non succede nulla”

Corpi - Redazione 17.4.24
Mahmood è in tour in Europa per presentare l'album "Nei letti degli altri"

Mahmood più libero che mai sul palco, il suo tour strega l’Europa e “Tuta gold” conquista il triplo disco di platino

Musica - Emanuele Corbo 9.4.24
La Rappresentante di Lista, "Paradiso" è il nuovo singolo

La Rappresentante di Lista ci porta in “Paradiso” con il nuovo singolo. Ascolta l’anteprima

Musica - Emanuele Corbo 16.4.24

I nostri contenuti
sono diversi

Madonna in lacrime ricorda a tuttə noi perché sia ancora importante combattere l'hiv/aids. L'emozionante discorso - VIDEO - Madonna aids hiv - Gay.it

Madonna in lacrime ricorda a tuttə noi perché sia ancora importante combattere l’hiv/aids. L’emozionante discorso – VIDEO

Musica - Redazione 5.12.23
Freddie Mercury e Diana Spencer, ricordando quando sono andati insieme ad un club gay

Quella volta che Lady Diana si travestì da uomo gay insieme a Freddie Mercury

Culture - Redazione Milano 21.11.23
Hiv e aids, 9 iconici film che hanno fatto la storia - cover film hiv aids - Gay.it

Hiv e aids, 9 iconici film che hanno fatto la storia

Corpi - Federico Boni 29.11.23
Elton John al parlamento inglese: "Il prossimo premier faccia di più per sradicare l’aids entro il 2030" - Elton John - Gay.it

Elton John al parlamento inglese: “Il prossimo premier faccia di più per sradicare l’aids entro il 2030”

News - Redazione 30.11.23
testing-week-europea-2023-novembre

Torna la Testing Week Europea 2023 per HIV, IST ed Epatiti: ecco date, orari e sedi per partecipare

Corpi - Francesca Di Feo 17.11.23
hiv stigma arcigay

Indagine Stigma Stop sulla comunità LGBTIQA+: le identità meno visibili riportano stato di salute e psicologico più bassi

Corpi - Gay.it 14.11.23
10 persone famose che convivono con l'HIV - 10 persone famose che convivono con lHIV - Gay.it

10 persone famose che convivono con l’HIV

Guide - Federico Boni 29.11.23
I film LGBTQIA+ della settimana 27 novembre/3 dicembre tra tv generalista e streaming - film hiv aids - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 27 novembre/3 dicembre tra tv generalista e streaming

Cinema - Federico Boni 27.11.23