Hong Kong avrà il suo primo reality show gay: un passo storico

La Cina nega il riconoscimento dei diritti umani alle persone queer e Hong Kong risponde a tono. Lo scontro tra la regione autonoma e la Repubblica popolare destinato a intensificarsi.

Reality Show Hong Kong Gay.it
3 min. di lettura

Lo scontro sociale, politico e culturale tra Hong Kong e la Repubblica popolare si protrae da tempo e sembra essere destinato a intensificarsi. A seguito degli scontri e delle proteste che hanno animato la regione amministrativa speciale della Cina a seguito della legge sulla sicurezza nazionale – legge che avrebbe estremamente limitato la libertà dei cittadini – persino Amnesty International è stata costretta a chiudere il suo quartier generale nella città durante l’estate. In futuro la situazione potrebbe peggiorare, dato che Hong Kong manterrà la sua autonomia fino al 2047, quando scadranno i permessi speciali e la Cina potrà tornare a controllare la sua economia.

Anche per quanto riguarda i diritti umani, nel 2016 diverse organizzazioni umanitarie avevano stilato una lista di tutte le violazioni messe in atto dal governo di Pechino. Alcune di queste, ovviamente, riguardano la comunità LGBTQ+. Il credo comune è che l’omosessualità sia immorale e che sia il risultato delle influenze del capitalismo occidentale sulla popolazione, soprattutto sui giovani. Il tema queer è una discussione relativamente nuova, dato che fino agli anni Ottanta era una realtà virtualmente non esistente nel Paese. Anche l’attuale Presidente Xi Jinping ha ereditato quest’idea nata dalla Rivoluzione culturale. Il governo della Repubblica popolare, infatti, non riconosce i diritti delle coppie dello stesso sesso, quotidianamente discriminate, e il sistema sanitario non fornisce assistenza alle persone che prendono ormoni o vogliono sottoporsi alla transizione. La regione autonoma di Hong Kong, invece, sembra essere di un po’ più larghe vedute. Nonostante anche qui i matrimoni tra persone dello stesso sesso non siano riconosciuti, è storica la sentenza della Corte d’Appello del 2019 che ha dichiarato illegale il rifiuto del governo di concedere benefici coniugali alle coppie dello stesso sesso.

Hong Kong guarda con preoccupazione al governo cinese, che tenta già di immischiarsi negli affari della sua società e di imporre le sue leggi. Il governo autonomo ha fatto molti passi avanti verso l’uguaglianza e verso il raggiungimento di un livello pari a quello di altri Stati, ma le pressioni di Pechino rischiano di vanificare gli sforzi fatti.

Reality Show Hong Kong Gay.it
Il logo ufficiale di Boyscation, il primo reality show gay di Hong Kong

Ecco allora che Hong Kong annuncia un passo storico nella storia del Paese e della sua televisione. A inizio novembre andrà in onda sulla rete TVB Boyscation, un reality show per trovare l’amore (molto simile a The Bachelor) i cui concorrenti saranno solo uomini gay. Il produttore e conduttore è l’attore Vinci Wong, che ha fatto coming out nel 2013 e sposato il suo compagno tre anni dopo all’estero e che ha così condiviso le prime indiscrezioni sui social: «Il capitolo più importante della mia carriera televisiva. Il tentativo più straordinario nella storia della TV di Hong Kong». Straordinario lo è davvero. Fino a qualche tempo fa, un programma come questo sarebbe stato impensabile.

La comunità LGBTQ+ di Hong Kong continua instancabilmente a lottare e il programma sarà sicuramente una spina nel fianco per Pechino, che sulle persone queer applica repressione sociale e politica. Seppur anche qui i problemi non manchino, la regione autonoma potrebbe essere uno degli ultimi baluardi contro l’oscurantismo della Repubblica popolare. La mossa di Hong Kong è senza precedenti, ma la speranza degli attivisti è che si trasformi invece in un precedente per una sempre più larga apertura.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
Franzc Dereck 30.10.21 - 16:20

Con tutto il cuore spero l'articolista non ci comunichi chiusure e censure di questo spettacolo. Nessuno , di buon senso , si fa illusioni circa la " normalizzazione" di HKG e il suo appiattimento ai dettami del PC cinese. Guardo con apprensione alle dichiarazioni del governo di Pechino circa il destino di Taiwan , unica Nazione nell'immenso Continente Asia ad avere , oltre i diritti umani garantiti , il riconoscimento del Matrimonio Omosessuale.

Trending

Priscilla

Priscilla, 30 anni dopo arriva il sequel della Regina del Deserto

Cinema - Redazione 22.4.24
Svezia transizione 16 anni transgender

Svolta storica anche in Svezia, l’età per la transizione si abbassa a 16 anni, approvata la legge sull’autodeterminazione

News - Francesca Di Feo 18.4.24
Justin Bieber Jaden Smith

Il video del corpo a corpo d’amore tra Justin Bieber e Jaden Smith infiamma gli animi e scatena gli omofobi

Musica - Mandalina Di Biase 22.4.24
Prisma 2, il silenzioso ma potentissimo teaser trailer con protagonisti Marco e Daniele - Prisma - Gay.it

Prisma 2, il silenzioso ma potentissimo teaser trailer con protagonisti Marco e Daniele

Serie Tv - Redazione 22.4.24
Consumo di contenuti p0rn0 con persone trans nel mondo - dati forniti da Pornhub

L’Italia è la nazione che guarda più p0rn0 con persone trans*

News - Redazione Milano 20.4.24
Taylor Swift per THE TORTURED POETS DEPARTMENT (2024)

Il nuovo album di Taylor Swift: no, non è Patti Smith (ma lei lo sa già)

Musica - Riccardo Conte 22.4.24

Hai già letto
queste storie?

Grande Fratello: Vittorio Menozzi piange

GF, Vittorio Menozzi accusato per le sue dimensioni e per le sue mutande, la risposta è stupenda

Culture - Mandalina Di Biase 9.1.24
sondrio-manifesti-provita

Sondrio, anche qui spuntano i manifesti ProVita: “Basta confondere l’identità sessuale dei bambini”

News - Francesca Di Feo 11.12.23
I film LGBTQIA+ della settimana 29 gennaio/4 febbraio tra tv generalista e streaming - film lgbt - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 29 gennaio/4 febbraio tra tv generalista e streaming

Cinema - Federico Boni 29.1.24
marco mengoni sanremo lgbtq

Mengoni zitto zitto nascose la bandiera LGBTQIA+ in quella italiana, a Sanremo 2024 cosa farà?

Musica - Redazione Milano 27.11.23
Marco Carrara

Chi è Marco Carrara, il nuovo volto del piccolo schermo?

Culture - Luca Diana 6.3.24
Vittorio Menozzi e Federico Massaro, Grande Fratello

Grande Fratello, Vittorio Menozzi e Federico Massaro sono sempre più distanti: che cosa succede?

Culture - Luca Diana 18.1.24
Nicolas Maupas Damiano Gavino Un professore amore gay alessandro gassman

Un professore 2, tutto quello che sappiamo sulla nuova stagione della serie Rai

Culture - Luca Diana 12.11.23
Amadeus in fuga dalla Rai perché stanco delle pressioni. Volevano imporgli Povia a Sanremo - Amadeus - Gay.it

Amadeus in fuga dalla Rai perché stanco delle pressioni. Volevano imporgli Povia a Sanremo

Culture - Federico Boni 12.4.24