DDL Zan: L’imbarazzante discorso di Lucio Malan in aula, tra pedofilia e fake news

Dalle fila di Forza Italia è intervenuto Lucio Malan, che tra battutine e disinformazione ha tracimanto nel ridicolo.

lucio malan
Lucio Malan, senatore di FI.
3 min. di lettura

Lucio Malan di Forza Italia ha oggi dato il peggio di sé, raschiando definitivamente il fondo.

Il senatore forzista, da sempre contrario ad ogni diritto per la comunità LGBT, ha farcito il proprio intervento con fake news e assurdi paragoni, lasciando sgomenti chiunque da casa lo stesse ascoltando in diretta web.

Il delirio senza fondo di Lucio Malan

Malan ha inizialmente criticato il governo, di cui Forza Italia fa parte, perché non avrebbe preso in considerazione gli avvisi inviati dalle varie associazioni religiose,  nota della Santa Sede in testa.

Stiamo andando avanti nella illegalità, perché ci sono delle norme e dei documenti che sono diventati legge, che sono il Concordato, previsto dall’articolo 7 della Costituzione e due delle intese previste dall’articolo 8, che restano totalmente ignorati. 

Malan ha poi accennato all’incontro tra i ministri degli Esteri italiano e iraniano, andato in scena qualche settimana fa. In quel caso, dice il senatore, non ha letto nessuna critica dai sostenitori del ddl Zan:

L’Iran ha una legge piuttosto articolata sugli atti omosessuali, dove è praticata la pena di morte. […] Ma di questo non interessa nulla. Anzi, il ministro è stato ricevuto e non risulta che Di Maio abbia detto alcunché a riguardo a queste piccole violazioni delle persone omosessuali in Iran. Piccole nel senso che poi  le persone gay le ammazzano e non sono più discriminate. Su questo non ho visto nessuno dei sostenitori preoccuparsene. 

Malan si è inoltre soffermato sull’articolo 8 del DDL, che lui ritiene ancor più pericoloso del 7, perché tra le righe si leggerebbe la volontà di pianificare un’educazione all’affettività e all’inclusione fin dagli asili nido, con personale qualificato proveniente da associazioni LGBT.

Tra questo associazioni, c’è il Circolo Omosessuale Mario Mieli. Chi era Mario Mieli? Scrisse un libro, dove dicenoi si possiamo amare i bambini, possiamo desiderarli eroticamente, rispondendo alla loro voglia di Eros, possiamo accogliere a viso e a braccia aperte la sensualità inebriante, possiamo far l’amore con loro. Per questo la pederastia è condannata, perché rivolge amorosi al bambino che la società invece traumatizza. L’amore e il timore per Dio sono il risultato nevrotico di un amore per i genitori censurato dal tabù dell’incesto e anti omosessuale. Il desiderio erotico del bambino per il padre e della figlia per la madre si trasformano in adorazione di Dio“.

La domanda è: persone che intitolano il proprio circolo a un signore che ha scritto cose di questo genere, che cosa insegnano ai bambini nelle scuole?

Malan ha preso ad esempio due libri per bambini che affrontano il tema dell’omogenitorialità e dell’omoaffettività. In particolare, la storia di Luca e Marco. I due crescono assieme e sono migliori amici, ma alla fine della storia si sposano. E si domanda:

Si insegna che l‘amico del cuore è il tuo partner sessuale. Se non è così sei menomato. Come andare a mettere in testa ai bambini idee di questo genere?

Il senatore è successivamente passato all’attacco di Alessandro Zan:

Zan ha detto, in un incontro organizzato dal professor Fedez, che “ci sono dei bambini e della bambine che percepiscono il loro genere fin da quando sono bambini, a un genere che è diverso dal loro sesso biologico. Ecco che allora bisogna aiutare questi bambini in un loro percorso di transizione, perché si trovano in un genere che non corrisponde”. 

Allora, questa presenza delle associazione LGBT nelle scuole serve per andare dai bambini e dire loro “Tu credevi die essere maschio? Ma che ne sai? Forse sei una bambina“. L’età dello sviluppo è già abbastanza complicata così, non bisogna andare a mettere queste idee malsane.

Infine, niente storie a tematica LGBT nelle scuole. “Essendo queste norme fatte per prevenire la discriminazione, il genitore che non vuole che al figlio vengano insegnate queste cose, non sta facendo una discriminazione? Puoi dirlo a casa tua, ma non al consiglio di classe, perché c’è la possibilità concreta che vi sia una discriminazione.  Bisogna insegnare ai bambini la loro cultura, la loro dignità e personalità E rispettare quella degli altri. Questo è rispetto. Il ddl Zan purtroppo va in grandissima parte in direzione opposta”. 

Ovviamente, anche questa è una fake news.

L’intervento di Lucio Malan è durato oltre 20 minuti, con i complimenti finali non solo dei colleghi ma anche di Ignazio La Russa, oggi nel ruolo di vice presidente del Senato.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
Franzc Dereck 18.7.21 - 9:04

Per gentaglia come questo insulso individuo , servo dei Vescovi , mi piace ricordare un assioma che spesso Barak Obama ripeteva :" Tutti dovremo morire , ma quando costui sarà due metri sotterra , il mondo sarà un posto migliore!"

Avatar
Royy Romeo 16.7.21 - 22:24

Un simile idiota con la mente così intorcinata e perversa non merita una risposta.

Trending

Pestaggio Roma Coppia Gay - La difesa dei 4 presunti aggressori smentisce l'omofobia "Non sapevamo fossero gay"

Pestaggio coppia gay a Roma, gli aggressori “Non abbiamo usato insulti omofobi”

News - Redazione 22.7.24
Jordan Bardella Gay.it Roberto Vannacci

Ai Patrioti piace così, Vannacci è troppo anti-gay,: l’omosessualità e le voci manipolatorie su Bardella gay

News - Mandalina Di Biase 21.7.24
Roma Pestaggio Coppia Gay Siti In

“Guarda sti fr*c*” non è omofobia? Sit-in mercoledì 24 e polemiche sul pestaggio alla coppia gay di Roma, dopo che gli indagati respingono l’accusa

News - Redazione 22.7.24
Kamala Harris Brat

Perché Kamala Harris è una brat, cosa significa e quali star l’hanno già acclamata

News - Mandalina Di Biase 23.7.24
Venezia 81, tutti i film in programma. Ci sono Joker 2, Queer di Guadagnino, Almodovar e Maria di Larrain - QUEER by Luca Guadagnino from left Drew Starkey and Daniel Craig photo by Yannis Drakoulidis - Gay.it

Venezia 81, tutti i film in programma. Ci sono Joker 2, Queer di Guadagnino, Almodovar e Maria di Larrain

Cinema - Federico Boni 23.7.24
Giancarlo Commare e il presunto coming out alla domanda del tiktoker: "Quanto sei gay? Sono gay" (VIDEO) - Giancarlo Commare ha fatto coming out - Gay.it

Giancarlo Commare e il presunto coming out alla domanda del tiktoker: “Quanto sei gay? Sono gay” (VIDEO)

Culture - Redazione 22.7.24

Hai già letto
queste storie?

Elly Schlein Partito Democratico Europee 2024

Il PD di Elly Schlein dica subito “Mai alleati di Giorgia Meloni nell’Unione Europea”

News - Giuliano Federico 10.6.24
Credit: Steve Russell

Affermazione di genere, il Governo manda gli ispettori al Careggi di Firenze. Zan: “Crociata ideologica e politica”

News - Redazione 24.1.24
Finlandia, gay e unito civilmente Pekka Haavisto vola al ballottaggio presidenziale contro Alex Stubb - Pekka Haavisto - Gay.it

Finlandia, gay e unito civilmente Pekka Haavisto vola al ballottaggio presidenziale contro Alex Stubb

News - Federico Boni 29.1.24
Fabrizio Benetti Schio Elezioni Comunali 2024 - MaiMa LGBTI

“Garantire trascrizione dei figli di coppie omogenitoriali” Fabrizio Benetti di Maima e la sua candidatura a Schio

News - Gay.it 4.6.24
Scampia, omofobia di Pasqua. Sputi e sigarette spente addosso a 23enne: "Mi hanno chiamato r*cchiò" - omofobia - Gay.it

Scampia, omofobia di Pasqua. Sputi e sigarette spente addosso a 23enne: “Mi hanno chiamato r*cchiò”

News - Redazione 2.4.24
isole-tremiti-lettera-misogina-omofoba

Lettera misogina e omofoba recapitata alla candidata sindaca per le Isole Tremiti: “Non vogliamo un sindaco lesbica”

News - Francesca Di Feo 30.5.24
Roma, intesa sulla delibera che punisce le discriminazioni verso le persone LGBT+ con 500 euro di multa - Roma intesa sulla delibera che punisce le discriminazioni verso le persone LGBT con 500 euro di multa - Gay.it

Roma, intesa sulla delibera che punisce le discriminazioni verso le persone LGBT+ con 500 euro di multa

News - Redazione 20.6.24
Ungheria Orban Péter Magyar Tisza

Europee, Ungheria: batosta peggiore di sempre per Orbán, cresce Tisza, partito che vuole ricostruire i rapporti con l’UE

News - Francesca Di Feo 10.6.24