Jesus Strikes Back 2: The Resurrection, arriva il sequel del videogioco in cui Gesù spara ai gay

La 2Genderz Productions ha subito messo le mani avanti, parlando di pura e semplice satira e negando alcun tipo di violenza nei confronti delle principali minoranze.

Jesus Strikes Back 2: The Resurrection, arriva il sequel del videogioco in cui Gesù spara ai gay - Jesus Strikes Back - Gay.it
< 1 min. di lettura

A poco meno di due anni dall’uscita del primo vergognoso capitolo, che suscitò polemiche in mezzo mondo, la 2Genderz Productions ha annunciato l’arrivo del sequel di Jesus Strikes Back: Judgement Day, sparatutto in terza persona in cui il giocatore può indossare gli abiti di Gesù Cristo, Donald Trump, Vladimir Putin e Adolph Hitler, chiamati ad uccidere le persone LGBT.

Questo capitolo due includerà nove personaggi, compreso il primo ministro britannico Boris Johnson e Jair Bolsonaro. Il Diversity Museum, la Gender Studies Academy e il Club Rainbow rientrano tra le aree del gioco in cui i giocatori possono incontrare e sterminare attivisti LGBT, demoni, comunisti e socialisti, che in nome di Satana hanno dichiarato guerra alla Terra. La 2Genderz Productions ha subito messo le mani avanti, anticipando il nuovo scontato fiume di polemiche, parlando di pura e semplice satira e negando alcun tipo di violenza nei confronti delle principali minoranze.

Tutti i nostri giochi hanno un umore satirico, questo è un gioco che non simula violenza nei confronti di chiunque e su qualsiasi immutabile caratteristica (come genere, nazionalità, religione, orientamento sessuale). Jesus Strikes Back 2: The Resurrection è semplicemente un videogioco comedy che non promuove o incita alla violenza.

Parole a dir poco surreali, visto e considerato che la maggior parte dei personaggi giocabili sono legati all’ultradestra, mentre la maggior parte dei nemici da sconfiggere sono associati a cause di sinistra e progressiste, da abbattere a suon di fucilate e pistolettate.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
bacibaci 23.3.20 - 13:19

Fra le tante cose sbagliate di questa cosa, io noto che instilla e perpetua stereotipi, ad es. se sei cristiano sei antigay, oppure giudizi storici falsi, come quella per cui Hitler sarebbe un salvatore del mondo contro i gay o ancora, se bisogna salvare il mondo dai gay, ergo esisterebbe davvero una lobby gay che mette in pericolo il mondo. Questa roba potrebbe, soprattutto in bambini e adulti che vivono in certi contesti etc, depositare nel fondo delle loro coscienze dei pregiudizi e dei convincimenti molto radicati. Insomma si tratta di una vera schifezza, soprattutto molto pericolosa, la violenza nell'educazione c'è sempre stata, è il bene che batte il male ricorrendo all'uso della forza, in questo caso Hitler e Gesù sono il bene e i gay sono il male, questo è il messaggio. Si raccoglie quel che si semina, a me pare che i cristianofascisti stanno seminando tanto e noi finiremo male. Dove sono quelli che vanno in giro col rosario come Salvini, o che si dichiarano cristiani come la Meloni? Non rabbrividiscono a vedere un videogioco in cui Gesù spara ai gay? Prima gli italiani gay esclusi, e l'elenco degli esclusi è sempre più lungo.

Trending

Ghana legge anti LGBTI approvata dal parlamento

Ghana, il parlamento approva la legge anti-LGBTI, il Presidente Akufo-Addo firmerà?

News - Giuliano Federico 28.2.24
Douglas Carolo (foto TikTok di Carolo), Michele Caglioni (foto Instagram Caglioni), Andrea Bossi (foto TikTok)

Cosa c’era nel cellulare di Andrea Bossi, e peché Douglas Carolo e Michele Caglioni l’avrebbero distrutto?

News - Redazione Milano 4.3.24
Laura Pausini, concerto in Brasile con la bandiera Progress Pride sul palco - laura pausini 2 scaled 1 - Gay.it

Laura Pausini, concerto in Brasile con la bandiera Progress Pride sul palco

Musica - Redazione 5.3.24
I film LGBTQIA+ della settimana 4 marzo/10 marzo tra tv generalista e streaming - Film queer - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 4 marzo/10 marzo tra tv generalista e streaming

Culture - Federico Boni 4.3.24
milano-transfobia-consiglio-comunale

Milano, transfobia in Consiglio Comunale da parte del consigliere Lega Simone Piscina – LINGUAGGIO FORTE

News - Francesca Di Feo 4.3.24
Un Altro Ferragosto, recensione. Funereo ritratto di un'Italia accecata dall'odio, che ha perso memoria e speranza - UAF 49 0109 - Gay.it

Un Altro Ferragosto, recensione. Funereo ritratto di un’Italia accecata dall’odio, che ha perso memoria e speranza

Cinema - Federico Boni 4.3.24

Leggere fa bene

Gabriele Corsi, scrivono "gay" sul suo poster. E lui zittisce gli omofobi meravigliosamente - gabrielecorsi omofobia - Gay.it

Gabriele Corsi, scrivono “gay” sul suo poster. E lui zittisce gli omofobi meravigliosamente

Culture - Redazione 12.10.23
L'estate italiana dell'omobitransfobia, Zan: "Il Governo Meloni è corresponsabile, chi lo nega è complice" - alessandro zan - Gay.it

L’estate italiana dell’omobitransfobia, Zan: “Il Governo Meloni è corresponsabile, chi lo nega è complice”

News - Federico Boni 8.9.23
africa-burundi-lapidare-omosessuali

Africa, il presidente del Burundi invita la popolazione a lapidare gli omosessuali

News - Francesca Di Feo 2.1.24
Kenya, miliardi in fumo se dovesse essere approvata la nuova legge omobitransfobica - Kenya Cov - Gay.it

Kenya, miliardi in fumo se dovesse essere approvata la nuova legge omobitransfobica

News - Federico Boni 9.11.23
Milano, affitto negato perché gay: "La proprietaria preferisce una persona "tradizionale"" (VIDEO) - Andrea Papazzoni - Gay.it

Milano, affitto negato perché gay: “La proprietaria preferisce una persona “tradizionale”” (VIDEO)

News - Redazione 16.2.24
Viktor Orban - Giorgia Meloni - Ungheria, la legge anti-LGBTI+ ha un impatto devastante sulla nostra comunità

Ungheria, impatto devastante della legge anti-LGBTI+, il rapporto di Amnesty

News - Francesca Di Feo 28.2.24
Lingua e comunità LGBTQIA+

Lingua e comunità LGBTQIA+: non chiamatelo omofobo, è un misomosessuale, perché non è fobia, è odio

Guide - Emanuele Bero 5.12.23
Gardaland, licenziato il manager che chiamava "principessa" il dipendente gay - Gardaland - Gay.it

Gardaland, licenziato il manager che chiamava “principessa” il dipendente gay

News - Redazione 5.10.23