J.K. Rowling apre un centro per le vittime di stupro a Edimburgo ma le donne trans* sono escluse

Un’iniziativa nobile intaccata dalla transfobia: una nuova bufera mediatica coinvolge la scrittrice

ascolta:
0:00
-
0:00
J.K. Rowling centro stupri anti-trans* Gay.it
3 min. di lettura

J.K. Rowling, che ormai ci ha abituatə ad un appuntamento ricorrente con le polemiche online che la coinvolgono a causa delle sue terribili posizioni transfobiche, non sembra curarsi troppo delle critiche che la perseguitano e continua convinta con i suoi attacchi alla comunità trans*. E se siamo qui a parlarne, significa che l’autrice della saga di “Harry Potter” ne ha combinata un’altra delle sue.

La scrittrice questa volta si è lanciata in un’iniziativa che, almeno a prima vista, sarebbe anche lodevole: aprire a Edimburgo un centro di supporto per le vittime di stupri e violenze sessuali. Niente da dire, l’intento c’è tutto. Peccato che a Edimburgo un rinomato centro simile, Rape Crisis, esista già e pare che la Rowling abbia scelto proprio la capitale scozzese per andarci contro. Rape Crisis, infatti, fa parte di una rete di centri presenti in tutto il Regno Unito ed è tra i più attivi nel Paese.

J.K. Rowling centro stupri anti-trans* Gay.it
J.K. Rowling di nuovo al centro di una polemica per la sua transfobia

Perché, allora, J.K. Rowling dovrebbe dichiarargli guerra? La risposta è molto semplice e, allo stesso tempo, molto triste. Le politiche di Rape Crisis sono altamente inclusive e offrono i loro servizi anche alle donne trans*, oltre ad aver implementato negli ultimi mesi un progetto per contrastare la transfobia. Proprio per questo, la cara vecchia Joanne ha deciso di aprirne un altro, dal nome Beira’s Place, destinato solo e unicamente alle donne cisgender.

In un’intervista per Substack, realizzata con la giornalista anti-trans* Suzanne Moore, la stessa che ha descritto proprio il Rape Crisis come un luogo «alquanto controverso», evidenziando quindi la necessità di un centro che escluda le donne transgender.

J.K. Rowling centro stupri anti-trans* Gay.it
Il Rape Crisis di Edimburgo ha delle politiche altamente inclusive

Secondo Moore e Rowling, la posizione di Rape Crisis sarebbe la seguente: «I sopravvissuti potrebbero aver bisogno di essere rieducati sui diritti dei trans come parte del recupero dal trauma». Negli scorsi mesi, sulla stessa linea, si è registrato un aumento esponenziale degli attacchi online a Rape Crisis, cosa che ha avuto come effetto un grave calo di richieste d’aiuto da parte delle vittime, spaventate dall’ondata d’odio che circonda il centro.

La direzione ha risposto agli attacchi con un post social rivolto direttamente alle vittime: «Vogliamo che tu sappia che ogni parte di te è benvenuta qui. In un mondo con pregiudizi trans, sappiamo che molti di voi non sono sicuri e in grado di esprimere il proprio genere come si vorrebbe. Qualunque sia la tua espressione di genere e comunque ti presenti, non ti verrà mai chiesto di rivelare la tua storia di genere o di giustificare il tuo diritto al nostro supporto. Siamo qui per voi».

J.K. Rowling centro stupri anti-trans* Gay.it
Il direttivo di donne cisgender che seguirà il centro di J.K. Rowling

A differenza di Rape Crisis, che conta anche nel suo personale l’impiego di donne trans*, il centro di J.K. Rowling servirà e impiegherà solo donne cisgender. La scrittrice lo descrive così: «Beira’s Place è un servizio per sole donne. […] Molte donne sottoposte alla violenza maschile si sentono più sicure e se la passano meglio negli spazi per sole donne e desiderano avere sessioni di supporto solo con donne, e noi esistiamo per soddisfare questa esigenza. Crediamo che le donne meritino di avere la certezza che, utilizzando i nostri servizi, non incontreranno nessuno di sesso maschile».

«Laddove appropriato, indirizzeremo uomini o individui che si identificano come donne trans ad altri servizi appropriati nell’area»

Ancora una volta, la discriminazione nei confronti delle persone trans* si basa sul sesso assegnato alla nascita e, anche se non è stato specificato direttamente da J.K. Rowling, le politiche del suo centro andrebbero a colpire di conseguenza anche le persone non-binarie. Anche se non sono ancora stati fatti chiarimenti su come, effettivamente, il personale del centro provvederà a verificare che la vittima non sia una donna transgender, la notizia fa di per sé rabbrividire. E, questa volta, la scrittrice ha optato per usare la sua posizione e la sua piattaforma per procurare un reale e concreto danno, senza più limitarsi alle frecciatine e alle castronerie su Twitter. Davvero terribile.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Guglielmo Scilla, intervista: "Mi sconsigliarono di fare coming out. Potessi tornare indietro lo farei prima" - Guglielmo Scilla foto - Gay.it

Guglielmo Scilla, intervista: “Mi sconsigliarono di fare coming out. Potessi tornare indietro lo farei prima”

Culture - Federico Boni 18.4.24
Marco Mengoni insieme a Fra Quintale e Gemitaiz canta "Un fuoco di paglia" di Mace, nell'album MAYA. Nel ritornello, Marco si rivolge ad un amore con una desinenza di genere maschile.

Marco Mengoni, una strofa d’amore a un uomo

Musica - Mandalina Di Biase 19.4.24
Omosessualità Animali Gay

Animali gay, smettiamola di citare l’omosessualità in natura come sostegno alle nostre battaglie

Culture - Emanuele Bero 18.4.24
Federico Fashion Style vittima di omofobia in treno. Calci e pugni al grido "fr*cio di merd*" - Federico Fashion Style - Gay.it

Federico Fashion Style vittima di omofobia in treno. Calci e pugni al grido “fr*cio di merd*”

News - Redazione 19.4.24
Leo Gullotta e l'amore per Fabio Grossi a Domenica In: "Stiamo insieme da 43 anni, anni rispettosi, affettuosi, amorosi" - Leo Gullotta - Gay.it

Leo Gullotta e l’amore per Fabio Grossi a Domenica In: “Stiamo insieme da 43 anni, anni rispettosi, affettuosi, amorosi”

News - Redazione 15.4.24
Challengers Guadagnino Josh O Connor Mike Faist Zendaya

Challengers, lo sceneggiatore Justin Kuritzkes: “Il tennis è davvero omoerotico”

Cinema - Mandalina Di Biase 15.4.24

I nostri contenuti
sono diversi

Tommy Dorfman (TIME)

Tommy Dorfman accusa la Delta Air Lines di transfobia

Cinema - Redazione Milano 3.1.24
Napoli, derubata e stuprata ragazza trans: "Ho paura, temo ripercussioni" - stupro - Gay.it

Napoli, derubata e stuprata ragazza trans: “Ho paura, temo ripercussioni”

News - Redazione 15.1.24
Revenge porn, la legge italiana è un disastro, ecco perché - revengeporn - Gay.it

Revenge porn, la legge italiana è un disastro, ecco perché

News - Francesca Di Feo 7.2.24
Peter Spooner, Rishi Sunak

“Chiedete scusa alle vittime di transfobia!” il padre di Brianna Ghey al primo ministro Sunak

News - Redazione Milano 8.2.24
grecia-matrimonio-egualitario-proteste

Grecia nel caos omobitransfobico. Weekend di terrore, in 200 aggrediscono coppia trans. Minacce a Kasselakis

News - Federico Boni 12.3.24
Credit: Steve Russell

Affermazione di genere, il Governo manda gli ispettori al Careggi di Firenze. Zan: “Crociata ideologica e politica”

News - Redazione 24.1.24
deumanizzat-bambin-trans-ideologia

Deumanizzatǝ: quando la vita di unǝ bambinǝ trans vale meno della propaganda di potere

Corpi - Francesca Di Feo 10.4.24
Milena Cannavacciuolo, chiuso il crowdfunding. Raccolti 61.717 euro. "Grazie per l'amore corrisposto" - Milena Cannavacciuolo - Gay.it

Milena Cannavacciuolo, chiuso il crowdfunding. Raccolti 61.717 euro. “Grazie per l’amore corrisposto”

News - Redazione 8.4.24