L’opinione di Gianna su maternità surrogata, stepchild e molto altro

Intervistata dal settimanale Grazia, sostiene surrogacy, stepchild e gender pay gap

L'opinione di Gianna su maternità surrogata, stepchild e molto altro - Gianna Nannini utero in affitto 1 1 - Gay.it
3 min. di lettura

Il settimanale Grazia ha intervistato Gianna Nannini a Londra, dove l’artista risiede part-time da qualche anno, sui temi legati alla maternità surrogata e alla legge maxi-emendata sulle unioni civili, orfana della stepchild e molto altro.

Gianna arriva all’appuntamento e la stanza si riempie immediatamente di lei, del suo carisma, della sua energia, della sua voce tanto ruvida, quanto sexy. Nonostante risieda a Londra, la cantante più dirompente d’Italia, ha seguito immancabilmente il dibattito degli ultimi mesi, dalla “prima” Cirinnà, al suo smembramento, che ha estromesso dalla legge la stepchild, fino alle polemiche sorte alla nascita del piccolo Tobia Testa Vendola, nato con la maternità surrogata.

Alla domanda “cosa succede secondo lei?“, l’idea della cantante toscana si delinea in modo netto e chiaro. Gianna definisce, infatti, “masturbazioni politiche per arrivare al potere” le polemiche sorte sui fatti di cui sopra e si chiede:

L'opinione di Gianna su maternità surrogata, stepchild e molto altro - gianna nannini maternita surrogata - Gay.it

chi sono loro per dirmi cosa è giusto e cosa è sbagliato? Che cosa devo o non devo fare io e chi ha stabilito che la famiglia debba essere composta da un uomo e una donna?

Non commettere crimini è l’unico limite che l’artista riconosce come valido quando si parla di libertà e diritti umani. Sull’esclusione della stepchild adoption aggiunge:

e i diritti del bambino e della bambina dove vanno a finire? Dove se ne va il figlio se il genitore naturale, uomo o donna, muore? All’orfanotrofio??

Sotto forma di domande, non poteva pronunciare parole più dirette ed esplicite, per riassumere l’inganno della Cirinnà maxi-emendata, proseguendo il discorso sul tremendo surriscaldamento del clima, giunto all’apice con la nascita di Tobia:

Quello di Vendola è un atto d’amore che condivido. La pratica del cosiddetto “utero in affitto” lecita in America o Canada per esempio, è come se fosse una donazione […] e questo va bene, è accettato, è amorevole

e continua: “C’è una pratica che invece è pessima ed è quella dello sfruttamento dell’utero: ci sono coppie che, per poter avere un figlio, vanno in Paesi poverissimi dove donne senza nulla accettano di “dare in affitto” il loro utero. Per soldi. Ciò è aberrante e queste donne vanno difese“.

Essendo lei stessa stata oggetto di numerose critiche (“mi hanno fatta a pezzi“), quando nel 2010 da single cinquantaseienne ha partorito Penelope, Gianna passa poi ad accusare l’ageismo (discriminazione per età) di essere uguale a razzismo e omofobia.

L'opinione di Gianna su maternità surrogata, stepchild e molto altro - gianna e penelope - Gay.it

A sua volta, infatti, la cantante di Sei nell’anima ne ha passate tante, dopo il parto di Penelope che, prosegue, non è “sua figlia“, ma “La Figlia“. Una sorta di famiglia allargata sta, infatti, crescendo la bambina dandole amore, come nella cultura Inuit, un piccolo popolo dell’Artico per il quale il concetto di possesso non esiste e che attribuisce un’importanza fondamentale all’educazione dei figli in comunità, pratica che il mondo LGBTQ conosce molto bene.

L’intervistatrice prosegue poi con domande di approfondimento riguardo all’attuale situazione dell’aborto in Italia, limitato dalla libertà di coscienza dei medici che lo praticano, e relative al “gender pay gap“, la nuova proposta del governo inglese di obbligare le più grandi aziende nazionali a rendere pubblici gli stipendi per eliminare le differenze di retribuzione tra uomini e donne. Gianna si schiera, anche su questo, a favore:

Le donne non si divertono ad abortire […] ma sono io che decido sul mio corpo, dall’aborto alla gravidanza, sono io l’interessata e la responsabile” e infine: “io sarei addirittura per un aumento di stipendio di almeno il 20-30% per le donne che hanno uno o più figli“.

Insomma, Gianna Nannini anche stavolta si schiera con energia dalla parte dei diritti, definendosi libertaria, più che femminista:

Più che l’ingiustizia sociale, è la divisione dei ruoli che mi ha sempre disturbata: io, da sempre, mi sento 110% maschio e al 100% femmina

Essere libertarie significa, ricorda, “rispettare l’alterità“. Non ci poteva essere conclusione più queer per #educarealledifferenze. Buon History tour Gianna e diffondi il più possibile queste idee!

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Stefano De Martino

Stefano De Martino, da ballerino di Amici a volto di punta della nuova Rai

Culture - Luca Diana 27.5.24
BigMama date estive

BigMama parte per il “Pride Tour”: tutte le date per un’estate nel segno dell’orgoglio

Musica - Emanuele Corbo 24.5.24
Bingham Cup 2024, arriva a Roma il torneo internazionale di rugby inclusivo - In from the Side cover - Gay.it

Bingham Cup 2024, arriva a Roma il torneo internazionale di rugby inclusivo

Corpi - Federico Boni 20.5.24
10 attori e attrici trans ad hollywood

10 star della comunità trans* che stanno rivoluzionando Hollywood

Cinema - Gio Arcuri 23.5.24
Tom Daley e Stefano Belotti

Chi è Stefano Belotti, il tuffatore azzurro che augura buon compleanno a Tom Daley

Lifestyle - Mandalina Di Biase 22.5.24
Omar Ayuso e Itzan Escamilla di Elite sono una coppia? (FOTO) - Omar Ayuso e Itzan Escamilla foto cover - Gay.it

Omar Ayuso e Itzan Escamilla di Elite sono una coppia? (FOTO)

Culture - Redazione 27.5.24

I nostri contenuti
sono diversi

Buone notizie Italia 2022 Gay.it

Corte di Appello di Brescia: i figli hanno il diritto a vedere riconosciuti entrambi i genitori

News - Redazione 9.2.24
Lesbiche di tutta Europa

Lesbiche di tutta Europa sabato a Roma per protestare contro il Governo Meloni: “Anche noi siamo madri”

News - Redazione 25.4.24
Gay.it Progress Pride Flag LGBTI

L’unione civile non sarà annullata con la rettifica anagrafica del genere, sentenza della Corte Costituzionale

News - Francesca Di Feo 24.4.24
famiglie-arcobaleno

Perché la stampa italiana continua ad alimentare la fake news “genitore 1 e 2”, dicitura mai esistita?

News - Federico Boni 16.2.24
Parlamento UE vota a favore del certificato di filiazione, la genitorialità deve essere riconosciuta ovunque - Famiglie Arcobaleno Sentenza Cassazione - Gay.it

Parlamento UE vota a favore del certificato di filiazione, la genitorialità deve essere riconosciuta ovunque

News - Redazione 14.12.23
La storia di Radclyffe Hall: così fu censurato il primo romanzo lesbico della letteratura - Sessp 38 - Gay.it

La storia di Radclyffe Hall: così fu censurato il primo romanzo lesbico della letteratura

Culture - Federico Colombo 20.2.24
Tribunale Bergamo Congedi famiglie omogenitoriali.png

L’INPS discrimina le famiglie omogenitoriali, i congedi vanno previsti anche per loro, lo dice il Tribunale di Bergamo

News - Redazione Milano 29.1.24
come costituire le unioni civili in italia

Polonia, il governo annuncia: “A breve un disegno di legge sulle unioni civili”

News - Redazione 28.12.23