Una Lady Diana queer e alleata per i diritti transgender a teatro!

Linus Karp trasforma la principessa di Wales in un'eroina a difesa della comunità LGBTQIA+.

ascolta:
0:00
-
0:00
princess Diana queer
Linus Karp as the queer princess in Diana: The Untold and Untrue Story. (Supplied)
2 min. di lettura

Passano gli anni, ma Lady D non invecchia mai. Tra l’arrivo della quinta stagione di The Crown (qui potete leggere la nostra recensione) e l’uscita di Spencer l’anno scorso, la principessa di Wales continua a popolare l’immaginario collettivo, tra vecchie e nuove generazioni. Ancor più, tra il pubblico queer Diana rimane un’icona di riferimento, una fiera alleata sin dagli anni Novanta e simbolo di ribellione e resilienza. Linus Karp ha scelto di spingere l’asticella ancora più in alto: nella sua piece teatrale Diana: The Untold and Untrue Story, in tour nel Regno Unito fino al prossimo Aprile 2023, il regista e attore interpreta e re-immagina la storia della principessa più famosa del mondo in un tripudio di gioia e orgoglio queer con zero interesse per l’accuratezza storica.

lady d queer al teatro
Linus Karp nei panni di Lady D in Diana: The Untold and Untrue Story. (Supplied)

Se volete uno spettacolo serio e cinematografico guardatevi The Crown” dichiara il regista a Pink News, spiegando che la sua Diana è la Lady D che il pubblico LGBTQIA+ avrebbe voluto, potenziando e amplificando la sua attività filantropa in un universo parallelo surreale e fieramente sregolato. Karp racconta una storia che conosciamo tutt* molto bene, ma rimescolando gli eventi come “avremmo voluto” rispetto alla realtà dei fatti. Il regista sottolinea che se Diana fosse viva oggi, sarebbe a tutti gli effetti una dichiarata alleata LGBTQIA+: “Quando strinse le mani e abbracciò i malati di ADIS, in un’epoca in cui tutto questo non era visto, cambiò la visione pubblica su queste cose” spiega il regista, evidenziando come ai giorni nostri Lady D si batterebbe senz’altro per i diritti delle persone transgender e tutte le altre categorie marginalizzate: “Alcune persone potrebbero percepirlo come super controverso, ma Diana sceglierebbe di fare la costa giusta e non quello che gli altri si aspettano da lei”.

lady d queer al teatro
Linus Karp nei panni di Lady D in Diana: The Untold and Untrue Story. (Supplied)

Ma Karp ci tiene a sottolineare che il suo show è un’opera di pura fantasia e una celebrazione della gioia queer, che nonostante la natura esagerata e spudoratamente camp, ha l’obiettivo di onorare ancora di più l’icona, cogliendo le mille sfumature e angolazioni ben note al grande pubblico, dalla solitudine alla ribellione alla vendetta, attraverso uno sguardo nuovo: “Penso che sia piuttosto liberatorio non basarsi solo sulla verità, perché significa che puoi andare ovunque vuoi andare e che non ci sono limiti. È una storia estremamente pro-Diana. Lei è l’eroina”. Ancor più Karp ci tiene a creare uno spazio che permetta al pubblico queer di liberarsi, unirsi e divertirsi collettivamente in un tripudio di gioia e orgoglio, celebrando tutt* insieme un’icona ancora oggi intramontabile.

Leggi anche: Spencer, e come nel 2022 Lady D è ancora quell’icona queer

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Roberto Bolle in vacanza con l'amato Daniel Lee e la sua famiglia - Roberto Bolle in vacanza con Daniel Lee e la sua famiglia - Gay.it

Roberto Bolle in vacanza con l’amato Daniel Lee e la sua famiglia

Culture - Redazione 11.7.24
Rita Pavone: "Detesto tutte le ostentazioni che sviliscono l’amore, i sederi all’aria al Pride non mi piacciono" - Rita Pavone - Gay.it

Rita Pavone: “Detesto tutte le ostentazioni che sviliscono l’amore, i sederi all’aria al Pride non mi piacciono”

Musica - Redazione 11.7.24
Il murales queer dedicato a Michela Murgia realizzato da Laika per il progetto "Ricordatemi come vi pare" curato da Pietro Turano di Arcigay

“Ricordatemi come vi pare”, non è ancora completato, e il murales queer dedicato a Michela Murgia fa infuriare la destra

Culture - Redazione Milano 7.7.24
Kylie Minogue, Bebe Rexha e Tove Lo

Kylie Minogue: il singolo ‘My Oh My’ con Bebe Rexha e Tove Lo è un “usato sicuro”, ma funziona – AUDIO

Musica - Emanuele Corbo 11.7.24
Il matrimonio del mio migliore amico (1997)

Il tuo fruity boyfriend non ti salverà

Lifestyle - Riccardo Conte 12.7.24
Nicolas Maupas e Domenico Cuomo nei ruoli di Simone e Mimmo in "Un professore 2"

Un Professore 3, Alessandro Gassman rivela quando inizieranno le riprese

Serie Tv - Redazione 12.7.24

Continua a leggere

Nelly Furtado

Nelly Furtado torna con un nuovo album e ci dona tutto il suo “Corazón”

Musica - Emanuele Corbo 13.7.24
Cyndi Lauper e la rivalità anni '80 con Madonna: “Mi sarebbe piaciuto averla come amica" - Cyndi Lauper e la rivalita anni 80 con Madonna - Gay.it

Cyndi Lauper e la rivalità anni ’80 con Madonna: “Mi sarebbe piaciuto averla come amica”

Musica - Redazione 18.6.24
Troye Sivan e Ross Lynch sul palco

Troye Sivan e Ross Lynch che ricreano sul palco il video di “One Of Your Girls” è la cosa più sexy che vedrai oggi

Musica - Emanuele Corbo 28.6.24
Annalisa vola a Los Angeles per il Premio “Global Force” Billboard Women in Music - Annalisa - Gay.it

Annalisa vola a Los Angeles per il Premio “Global Force” Billboard Women in Music

Musica - Redazione 1.3.24
Annalisa sinceramente in spagnolo

Annalisa, la versione spagnola di “Sinceramente” è finalmente realtà: ascolta il teaser

Musica - Emanuele Corbo 27.6.24
Sarah Paulson: "Ryan Murphy mi ha dato una carriera, e ora è mio amico prima di ogni altra cosa" - Sarah Paulson AHS - Gay.it

Sarah Paulson: “Ryan Murphy mi ha dato una carriera, e ora è mio amico prima di ogni altra cosa”

News - Redazione 19.4.24
Aspettando Sanremo 2024, le principali canzoni LGBTQIA+ della Storia del Festival - sanremo canzoni lgbt - Gay.it

Aspettando Sanremo 2024, le principali canzoni LGBTQIA+ della Storia del Festival

Musica - Redazione 19.1.24
Sarah Paulson vince il suo primo Tony Award e celebra Holland Taylor: "Grazie, perché mi ami" (VIDEO) - Sarah Paulson e il dolcissimo post di auguri ad Holland Taylor - Gay.it

Sarah Paulson vince il suo primo Tony Award e celebra Holland Taylor: “Grazie, perché mi ami” (VIDEO)

Culture - Federico Boni 17.6.24