Le conquiste del MIT a 42 anni dalla sua nascita

Ricordiamo la vittoria più grande del MIT, ovvero la legge 164 del 12 aprile 1982.

ragazza trans mit
Bandiera transgender.
2 min. di lettura

Era il giugno 1979 quando nacque il MIT, ovvero il Movimento Identità Trans. La sigla, appena nata l’associazione, stava per Movimento Italiano Transessuale, ma nel corso degli anni è cambiato per 3 volte, lasciando però sempre invariata la sua missione: ottenere diritti per le persone trans.

Infatti, il MIT è stata la prima associazione in Italia per la tutela delle persone transgender e per la lotta al riconoscimento sociale dell’identità transessuale. La sede principale ora è a Bologna, dove sostiene qualche centinaio di persone. Negli anni passati però era diffusa in tutta Italia, avendo circoli a Roma, Treviso e Napoli, Catania e Viareggio.

Alla guida del MIT ci sono stati personaggi che hanno fatto la storia del movimento LGBT italiano, come Marcella Di Folco, presidente dal 1988 al 2010, e anche Porpora Marcasciano, dal 2010 al 2016. Ora, a occupare il posto di presidente c’è Nicole De Leo. 

Dagli arresti alla lotta per i diritti: la storia del MIT

Secondo l’articolo 1 della legge 1423, le persone trans venivano arrestate per atti osceni in luogo pubblico o per “prevenzione nei confronti delle persone pericolose per la sicurezza e per la pubblica moralità”.

Una volta arrestate, venivano spedite in carcere o negli istituti psichiatrici, mentre le autorità perquisivano le loro abitazioni, in cerca di presunte prove. Anche riunirsi pacificamente era quindi molto difficile, addirittura se le riunioni avvenivano in case private. Gli incontri del MIT, dopo la sua fondazione, vennero organizzati a Torre Argentina, a Roma, in una stabile del Partito Radicale.

Le vittorie del MIT sono numerose. Ad esempio, quella del 1994, quando ottenne un locale dal comune di Bologna, dove verrà aperto il primo consultorio al mondo gestito da persone transessuali. Importante poi il convegno del 2000, in concomitanza con il World Pride di Roma, denominato Transiti, che vedeva come ospita anche Sylvia Rivera.

La legge 164

Ma fu proprio grazie (anche) al Partito Radicale che il MIT ottenne la sua più grande e importante vittoria, ovvero la legge 164, il 12 aprile 1982. La 164 è la legge che riconosce il cambio di sesso, ottenibile a seguito dell’intervento chirurgico. Solo due sentenze della Cassazione (2015 e 2018) hanno confermato la possibilità di rettificazione anagrafica del sesso e del nome sui documenti ufficiali anche senza l’intervento chirurgico, ma dietro sentenza del Tribunale.

Questa legge è un simbolo di civiltà, di libertà, di riconoscenza e tutela per le persone transessuali.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Lewsi Hamilton rainbow

F1, il Bahrain vuole vietare la bandiera LGBTI+, cosa farà Hamilton in Ferrari?

Lifestyle - Redazione Milano 26.2.24
Roberto Vannacci

Roberto Vannacci avrebbe truffato lo Stato secondo l’indagine della procura militare

News - Giuliano Federico 24.2.24
Olivia Rodrigo in bad idea right? (2023)

Olivia Rodrigo è la rockstar (e attivista) che meritiamo: il suo Guts Tour contro le leggi anti-aborto

Musica - Riccardo Conte 26.2.24
“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Evans, Keoghan, Bailey e altri - Specchio 8 - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Evans, Keoghan, Bailey e altri

Culture - Redazione 23.2.24
@giorgiominisini_

Giorgio Minisini contro gli stereotipi: perché essere maschio alfa, quando puoi stare bene? – L’intervista

Corpi - Riccardo Conte 21.2.24
John Cena è su Only Fans?

Ma John Cena è davvero su Only Fans?

Culture - Riccardo Conte 23.2.24

Hai già letto
queste storie?

alice-cooper-transizione-di-genere-minori

Secondo Alice Cooper la transizione di genere per i minori è “una moda passeggera”

News - Francesca Di Feo 30.8.23
transgender Harli Marten su Unsplash

Pazienti trans e gender diverse: le 10 Raccomandazioni Assisi per un’oncologia più inclusiva

Corpi - Francesca Di Feo 21.10.23
alfortville arrestato 14enne bullo che insultava 15enne transgender

I suicidi delle persone transgender sono omicidi di Stato

News - Redazione Milano 7.11.23
Confindustria, battute contro prostitute e donne trans al convegno. Video - Confindustria battute contro prostitute e donne trans al convegno. Video - Gay.it

Confindustria, battute contro prostitute e donne trans al convegno. Video

News - Redazione 11.10.23
Eldorado: l doc Netflix sul locale gay di Berlino frequentato da Ernst Röhm e dai nazisti

Gay e nazismo: la tolleranza della prima ora e l’omocausto

Culture - Lorenzo Ottanelli 26.1.24
Chiamami col mio nome: quando le persone trans si raccontano come vogliono - homepage ri scatti scaled 2 - Gay.it

Chiamami col mio nome: quando le persone trans si raccontano come vogliono

Culture - Riccardo Conte 10.10.23
L'attrice transgenere Hunter Schafer e lo sviluppatore di videogiochi Hideo Kojima di Kojima Productions, con cui collabora per il videogioco horror OD realizzato insieme al regista Jordan Peele

Hunter Schafer diventa protagonista del videogioco horror di Jordan Peele e Hideo Kojima

Culture - Matteo Lupetti 12.12.23
tdor italia 2023 dati odio transfobico

TDOR, l’Italia è il paese con più crimini verso persone trans* in Europa insieme alla Turchia

News - Redazione Milano 20.11.23