Lenny Kravitz e la comunità LGBTQIA+: “Mi ha protetto, educato e dato da mangiare”

La rivelazione del rocker, che punta alla nomination agli Oscar grazie al brano portante del film Rustin, dedicato all'iconico attivista LGBTQIA+.

ascolta:
0:00
-
0:00
Lenny Kravitz e la comunità LGBTQIA+: "Mi ha protetto, educato e dato da mangiare" - Lenny Kravitz - Gay.it
Lenny Kravitz, la foto social
2 min. di lettura

60 anni il prossimo maggio e non sentirli. Icona del rock internazionale, nonché protagonista di un recente video dove si mostra nudo e in forma smagliante, Lenny Kravitz ha ricordato quanto e come la comunità LGBTQIA+ sia stata fondamentale nel corso della sua carriera. Con l’uscita del suo dodicesimo album in studio, Blue Electric Light, Kravitz ha rivelato come la nostra comunità lo abbia sostenuto in tutti i modi.



“Non solo nella moda e nello stile, perché è semplicemente qualcosa di eccezionale”, ha precisato ad Esquire. “Mi hanno cresciuto. Ero per strada, per mia scelta, ed erano gli anni Ottanta a West Hollywood. Artisti, musicisti, parrucchieri e designer, quelle erano le persone con cui uscivo. Volevo stare con i creativi e la maggior parte delle persone che ho incontrato provenivano da quella comunità”. “Mi hanno protetto. Educato, dato da mangiare”.

Protagonista di Hunger Games, Kravitz era stato criticato all’epoca dei film per come avesse costruito il suo personaggio Cinna sui lineamenti di un suo amico queer, precisando come la sessualità del personaggio non avesse importanza. “Sono stato molto ispirato da questo mio amico con cui sono cresciuto, una persona che è un ballerino e un artista, che è bisessuale”.

Kravitz ha poi riflettuto con Rolling Stone della morte di Little Richard, avvenuta nel 2020, e sulla sua eredità in quanto artista queer.

“Era impavido in un momento in cui c’era molto di cui aver paura. Per essere così audace, così stravagante, così originale, non gli importava cosa sarebbe successo o quali sarebbero stati i risultati. Era semplicemente sulla sua strada. Sapeva chi era. Sapeva cosa era venuto a fare. Penso che fosse fantastico e potente, soprattutto in quel momento”. “Essere un uomo di colore e inventare questa potente forma d’arte che avrebbe influenzato ogni persona in ogni angolo del mondo, e poi avere lo stile che aveva con il suo look, con il suo trucco, con i suoi capelli, con il suo atteggiamento. È stato bellissimo. Non so quante persone a quel tempo avessero il potere di essere così impavide e feroci”.

Lenny Kravitz potrebbe andare agli Oscar 2024 grazie a “Road to Freedom“, potentissimo brano portante di Rustin, film Netflix interamente dedicato all’icona LGBTQIA+ Bayard Rustin, con Colman Domingo protagonista.

Bayard Rustin, ovvero uno dei più grandi attivisti che il mondo abbia mai conosciuto, è stato quasi cancellato dalla storia perché era un uomo nero apertamente gay“, ha ricordato Lenny, ancora oggi da guiness nei primati per aver vinto 4 Grammy Award alla miglior interpretazione vocale rock maschile consecutivi, con i brani: Fly Away (1999), American Woman (2000), Again (2001), Dig In (2002). Kravitz è stato sposato con l’attrice Lisa Bonet dal 1987 al 1993, dalla quale ha avuto una figlia nel 1988, Zoë Kravitz, a sua volta attrice e cantante.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Milano, affitto negato perché gay: "La proprietaria preferisce una persona "tradizionale"" (VIDEO) - Andrea Papazzoni - Gay.it

Milano, affitto negato perché gay: “La proprietaria preferisce una persona “tradizionale”” (VIDEO)

News - Redazione 16.2.24
Russia, arrestate due donne per un bacio e costrette alle scuse pubbliche: “Nuocete alla psiche dei minori” - Russia arrestate due donne per un bacio social e costrette alle scuse pubbliche - Gay.it

Russia, arrestate due donne per un bacio e costrette alle scuse pubbliche: “Nuocete alla psiche dei minori”

News - Redazione 19.2.24
Sanremo 2025, a chi affidare il dopo Amadeus? Tutti i nomi in ballo, tra ipotesi concrete e utopistiche - Sanremo 2025 - Gay.it

Sanremo 2025, a chi affidare il dopo Amadeus? Tutti i nomi in ballo, tra ipotesi concrete e utopistiche

Culture - Federico Boni 15.2.24
Eurovision 2024, i BIG in gara per San Marino. Ci sono i Jalisse, Marcella Bella e (forse) Loredana Bertè - Una Voce per San Marino 2024 - Gay.it

Eurovision 2024, i BIG in gara per San Marino. Ci sono i Jalisse, Marcella Bella e (forse) Loredana Bertè

Culture - Redazione 19.2.24
Lorenzo Licitra torna in radio con Il Mio Giusto Momento: "L'avevo presentata ad Amadeus per Sanremo 2024" (VIDEO) - Lorenzo Licitra - Gay.it

Lorenzo Licitra torna in radio con Il Mio Giusto Momento: “L’avevo presentata ad Amadeus per Sanremo 2024” (VIDEO)

Culture - Redazione 19.2.24
James Scully di Fire Island e You festeggia il compleanno dell'amato Julio Torres - James Scully di Fire Island e You festeggia il compleanno dellamato Julio Torres - Gay.it

James Scully di Fire Island e You festeggia il compleanno dell’amato Julio Torres

Culture - Redazione 13.2.24

Leggere fa bene

Le 20 serie LGBTQIA+ più attese del 2024 - serie lgbtqia 2024 - Gay.it

Le 20 serie LGBTQIA+ più attese del 2024

Serie Tv - Federico Boni 5.12.23
Ti Porto Con Me, arriva su Netflix l'acclamato film queer messicano - I Carry You with Me - Gay.it

Ti Porto Con Me, arriva su Netflix l’acclamato film queer messicano

Cinema - Redazione 11.12.23
Drag Race Italia 3, ecco Tiziano Ferro giudice ospite: "Sono onorato, era il mio sogno" - VIDEO - tiziano ferro - Gay.it

Drag Race Italia 3, ecco Tiziano Ferro giudice ospite: “Sono onorato, era il mio sogno” – VIDEO

Culture - Redazione 14.11.23
federico bernardeschi

Federico Bernardeschi potrebbe tornare in Italia alla Lazio o al Napoli: “Valuto possibili offerte”

News - Redazione Milano 15.9.23
Elite 7, Omar Ayuso a letto con Fernando Lindez nel bollente trailer italiano - elite 7 - Gay.it

Elite 7, Omar Ayuso a letto con Fernando Lindez nel bollente trailer italiano

Serie Tv - Redazione 18.10.23
Beyoncé celebra il "favoloso zio gay" Johnny in Renaissance - A Film: "Dio l'abbia in gloria" - Beyonce - Gay.it

Beyoncé celebra il “favoloso zio gay” Johnny in Renaissance – A Film: “Dio l’abbia in gloria”

Musica - Redazione 5.12.23
Heartstopper 3, annunciato il via alle riprese della nuova stagione - Heartstopper 3 - Gay.it

Heartstopper 3, annunciato il via alle riprese della nuova stagione

Serie Tv - Redazione 2.10.23
Credit: Nino Saetti e Lorenzo Villa

Elodie è grande come la nostra Libertà

Musica - Riccardo Conte 11.12.23