L’Olanda avrà sulla Costituzione la lotta all’odio per orientamento sessuale e disabilità

Ecco cosa dice il nuovo emendamento all'articolo 1 che il Re Willem Alexander si appresta a ratificare.

ascolta:
0:00
-
0:00
lgbt_olanda_costituzione
2 min. di lettura

OLANDA. Mentre in Italia sono ancora vive le ferite per l’affossamento del Ddl Zan che prevedeva aggravanti penali per i crimini di odio verso persone LGBTQIA+, donne e persone con disabilità, il parlamento Olandese ha votato lo scorso mercoledì un emendamento all’Articolo 1 della costituzione, per vietare le discriminazioni verso l’orientamento sessuale e la disabilità.

La votazione è stata prevalentemente a favore – 56 voti positivi contro 15 – ed è già in procinto di arrivare sulla scrivania del Re Willem Alexander per gli ultimi passaggi, la sanzione regia e l’approvazione definitiva da parte del governo.

Una volta approvata, la legge sarà pubblicata sullo Staatscourant, la Gazzetta Ufficiale olandese – che, come da noi, annuncia la promulgazione effettiva dell’emendamento.

I festeggiamenti delle associazioni: l’Olanda aspetta da 12 anni

Un grande passo avanti per i diritti della comunità LGBTQIA+ olandese, definita una “vittoria storica per le persone arcobaleno” dal gruppo COC Nederland, considerato il movimento più antico e longevo, fondato nel 1946.

Prima dell’emendamento, l’Articolo 1 della costituzione stabiliva che ogni cittadino – anche straniero – merita “uguale trattamento in eguali circostanze, specificando diversi ambiti tra cui “religione, credo, opinione politica, etnia o genere”. Oggi, a questa lista, verranno aggiunti orientamento sessuale e abilità fisiche e mentali.

La procedura, spiega il portavoce di COC Nederland, ci ha messo tanto non per mancata volontà politica, ma per i diversi passaggi che un emendamento deve affrontare prima di essere approvato.

Tutto è partito da un’iniziativa della coalizione D66 insieme agli altri partiti di sinistra PvdA e GroenLinks, ed è stata sviluppata nel corso di ben 12 anni.

“Abbiamo fatto la storia!”

Sono le parole di Alexander Hammelburg, parlamentare di D66 e strenuo difensore dell’emendamento in senato. “Un’eventuale disabilità o chi scegli di amare non dovrebbero mai essere motivo di discriminazioni” ha poi aggiunto Habtamu De Hoop, di PvdA.

Ma quello sulle discriminazioni non è l’unico emendamento in programma: sin dal 2004, infatti, le attività di COC Nederlands sono state volte a integrare i diritti LGBTQIA+ nella Costituzione, proprio come accaduto già in diversi paesi.

La nuova situazione dell’Olanda confrontata con quella italiana

L’Olanda si trova al tredicesimo posto nella mappa Rainbow Europe di ILGA, ben 19 posti sopra all’Italia, che invece si aggiudica il trentaduesimo. Eppure, se le cose fossero andate diversamente, qualche anno fa, il nostro posizionamento potrebbe essere di gran lunga migliore.

Il DDL Zan includeva al suo interno proprio una proposta simile a quella di COC Nederland: includere una specifica sezione dedicata all’orientamento sessuale, l’identità di genere e le disabilità nella regolamentazione antidiscriminazione.

Tuttavia, la proposta è stata brutalmente affossata in Parlamento, annoverando l’Italia insieme ad Armenia, Azerbaijan, Bialorussia, Bulgaria, Repubblica Ceca, Germania, Moldovia, Polonia, Turchia e Ucraina nella lista di quei paesi che non dispongono di alcuna legge specifica contro i crimini d’odio e le discriminazioni verso l’orientamento sessuale e l’identità di genere.

È importante, talvolta, ricordare come l’Italia abbia più volte perso la propria occasione per aggiornarsi ed estendere il diritto all’uguaglianza a tutti i propri cittadini. Specificatamente, è fondamentale farlo ogni volta che un altro paese compie questo passo, e ci lascia sempre più indietro.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Justin Timberlake Arrestato Ubriaco Gossip Droghe

Justin Timberlake arrestato, guidava ubriaco. Il gossip impazza: “Popper e Truvada nel sangue”. Ma è davvero così?

Musica - Emanuele Corbo 19.6.24
Calciatori Gay Italia Nazionale Europei 2024

“Uno o due calciatori gay nella Nazionale italiana agli Europei di Germania 2024”

Lifestyle - Redazione Milano 18.6.24
Mahmood fidanzato Lorenzo Tobia Marcucci Paper intervista giugno 2024

Mahmood e l’ex, il cantante si sbottona: “È durata 5 anni, ci ho scritto una canzone”. Poi fa una confessione hot

Musica - Emanuele Corbo 19.6.24
Erika Colaianni e la compagna Manuela si sposano

Erika Colaianni e la compagna Manuela si sposano! La proposta di matrimonio durante il concerto di Ultimo – video

Culture - Luca Diana 15.6.24
Katy Perry nuovo singolo

Katy Perry annuncia il singolo “Woman’s World” e punta a tornare nell’Olimpo del pop. Ascolta il teaser

Musica - Emanuele Corbo 18.6.24
Non lasciarti sfuggire, intervista a Dimitri Cocciuti: "Il mio romanzo orgogliosamente inclusivo e queer" - Dimitri Cocciuti - Gay.it

Non lasciarti sfuggire, intervista a Dimitri Cocciuti: “Il mio romanzo orgogliosamente inclusivo e queer”

Culture - Federico Boni 19.6.24

Hai già letto
queste storie?

g7-diritti-lgbt

G7 nell’Italia dell’estrema destra, spariti i diritti LGBTQIA+ che a Hiroshima nel 2023 erano in agenda

News - Francesca Di Feo 14.6.24
Unione Europea Diritti Transgender

L’Unione Europea verso il riconoscimento del cambio di genere in tutti gli Stati membri

News - Francesca Di Feo 7.5.24
disability pride milano 2024, programmi e orari

Disability Pride Milano 2024: il 15, 16 e 17 giugno

News - Gio Arcuri 11.6.24
@simoneriflesso

“Impareremo mai a parlare di disabilità?”: intervista con Simone Riflesso, tra autodeterminazione e orgoglio queer

Corpi - Riccardo Conte 30.5.24
Modifica legge federale Stati Uniti Gay.it

2023, l’anno nero per i diritti LGBTQIA+ negli Stati Uniti d’America

News - Redazione 27.12.23
montenegro-diritti-lgbt

Il Montenegro candidato all’ingresso UE tra “sterilizzazione forzata” delle persone trans e linguaggio d’odio rampante

News - Francesca Di Feo 18.1.24
elly schlein partio democratico

Abruzzo al voto, Elly Schlein: “Ci battiamo per il diritto delle donne a scegliere del proprio corpo”

News - Redazione 8.3.24
pro-vita-manifesti-como-brescia

Pro Vita e Famiglia, nuovi manifesti “anti-gender” a Como e Brescia: la risposta di Arcigay

News - Francesca Di Feo 6.1.24