Lily Cade: le affermazioni transfobiche della pornostar lesbica

A seguito di un suo contributo in un articolo della BBC altrettanto transfobico, l’attrice ha affidato ai social la sua posizione riguardo le donne trans*. Dichiarazioni da cui l’emittente britannica non ha ancora preso le distanze.

Lily Cade Gay.it
3 min. di lettura

Lily Cade non è certo un’estranea alla comunità LGBTQ+. La 36enne è una pornostar lesbica ed è finita al centro di una polemica con la comunità trans* a seguito di un articolo pubblicato dall’emittente britannica BBC. La giornalista Caroline Lowbridge ha raccolto una serie di testimonianze e opinioni di donne lesbiche cisgender che sostengono di stare subendo pressioni per fare sesso con donne trans*.

Lily Cade è stata una delle celebrità intervistate, raccontando la sua “esperienza” risalente a qualche tempo fa in cui avrebbe rifiutato di girare una scena porno con una donna trans*. Nel Regno Unito l’articolo aveva già suscitato non poche polemiche, soprattutto dopo le vaghe giustificazioni dei portavoce della BBC e le virtualmente inesistenti scuse alla comunità.

Lily Cade Gay.it
Lily Cade, la pornostar lesbica e le sue posizioni transfobiche

Nei giorni successivi, infatti, Lily Cade ha dato voce ai suoi profili social, ripostando commenti che inneggiavano alla violenza contro le donne trans* e lanciandosi in una serie di attacchi verso di loro. I suoi post, tuttavia, non contengono i soliti insulti che spesso, e purtroppo, siamo abituati a vedere. Le sue espressioni si sono spinte fino a chiedere l’esecuzione delle donne trans: «Se lasciaste fare a me, le giustizieri tutte personalmente». E ancora: «Cancellatele! Cancellate tutto questo così duramente che nessun uomo oserà mai più percorrere la stessa strada delle donne trans in pubblico. Quando è troppo, è troppo». Oppure: «Linciate Kaitlyn! Linciate le “sorelle” Wachowski! Linciate Laurel Hubbard! Linciate Fallon Fox!». Forte del suo personaggio, ha anche affermato di non temere le polemiche e si è definita un soldato in quella che considera una vera e propria guerra contro le donne trans*.

Lily Cade è conosciuta per le sue posizioni transfobiche, nonché per le accuse di violenza sessuale mosse contro di lei da altre donne. Accuse a cui aveva candidamente risposto: «Se uno stupratore è qualcuno che viene accusato pubblicamente di cattiva condotta sessuale, allora lo sono anche io». Molti dei suoi post, inoltre, contengono riferimenti alla cosiddetta “pillola rossa”, un termine che i forum misogini invocanti i diritti degli uomini hanno preso dal film Matrix e che simboleggia atti di estrema violenza.

Nonostante la gravità delle affermazioni della pornostar, la BBC non ha rilasciato alcun commento. Cosa che per molti non deve far stupire, visto che in passato l’emittente era incappata in simili polemiche per articoli di linea transfobica. Il silenzio dunque permane, anche se sui social l’indignazione è palese e l’unico commento che potrebbe essere accettato sarebbe una presa di distanza dalle dichiarazioni.

Lily Cade è l’ennesimo esempio di quella parte della comunità queer e femminista che protegge e supporta le donne, solo se sono nate biologicamente tali. E, nonostante lei stessa sia lesbica, sostiene che la legalizzazione del matrimonio tra persone dello stesso sesso sia stata come la caduta di Roma. «Le persone trans andrebbero uccise… come è il dovere dell’uomo di proteggere le donne e i bambini dai mostri, pervertiti e pedofili» è un’affermazione che, soprattutto oggi, mai vorremmo sentire. La discriminazione verso la comunità trans continua sotto gli occhi di tutti, i passi avanti che conquistiamo ogni giorno sono ancora troppo pochi se questi pensieri continuano ad avere seguito.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Tormentoni Queer estate 2024

Estate 2024, quali sono i tormentoni queer? La playlist di Gay.it

Musica - Luca Diana 4.6.24
aggressione-foggia-intervista

Foggia, parla Alessandro, vittima dell’aggressione: “Trasformiamo la violenza in sogno” – intervista

News - Francesca Di Feo 21.6.24
Fedez annuncia apertura canale OnlyFans

Fedez cede a OnlyFans e apre il suo canale: “Mi consigliano di ripulirmi l’immagine e faccio il contrario”

News - Emanuele Corbo 21.6.24
Carmine Alfano sospeso dall'Università dopo le frasi omofobe si ritira dal ballottaggio di Torre Annunziata - Carmine Alfano 2 - Gay.it

Carmine Alfano sospeso dall’Università dopo le frasi omofobe si ritira dal ballottaggio di Torre Annunziata

News - Redazione 21.6.24
Studente delle Filippine sgrida il Papa: "Smetta di usare un linguaggio omofobo. Fa male" (VIDEO) - Papa Francesco e Jack Lorenz Acebedo Rivera - Gay.it

Studente delle Filippine sgrida il Papa: “Smetta di usare un linguaggio omofobo. Fa male” (VIDEO)

News - Redazione 21.6.24
Brian May: "Freddie Mercury non avrebbe voluto essere definito "queer", l'omofobia colpì i Queen" - Freddie Mercury 2 - Gay.it

Brian May: “Freddie Mercury non avrebbe voluto essere definito “queer”, l’omofobia colpì i Queen”

Musica - Redazione 21.6.24

Leggere fa bene

10 attori e attrici trans ad hollywood

10 star della comunità trans* che stanno rivoluzionando Hollywood

Cinema - Gio Arcuri 23.5.24
Europee 2024, intervista a Monica Romano: “Femminismo, diritti e lavoro al centro, perplessa su Tarquinio candidato PD". E a Vannacci dice che... - Monica J. Romano - Gay.it

Europee 2024, intervista a Monica Romano: “Femminismo, diritti e lavoro al centro, perplessa su Tarquinio candidato PD”. E a Vannacci dice che…

News - Federico Boni 8.5.24
Caitlyn Jenner sostiene ancora Donald Trump e dispensa ancora transfobia - Caitlyn Jenner - Gay.it

Caitlyn Jenner sostiene ancora Donald Trump e dispensa ancora transfobia

News - Redazione 19.3.24
Marius Madalin Musat e Jonathan Bazzi

Jonathan Bazzi “Cos’ha Milano di inclusivo e anticlassista?”, aggredito in Porta Venezia con il suo compagno Marius Madalin Musat

News - Redazione Milano 4.1.24
Aggressione Ragazzo Gay Milano Piazza Diaz

Milano, ragazzo di 22 anni accoltellato in pieno centro perché gay

News - Redazione Milano 19.5.24
Hari Nef sarà la leggendaria icona trans Candy Darling nel biopic prodotto da John Cameron Mitchell - Hari Nef Candy Darling - Gay.it

Hari Nef sarà la leggendaria icona trans Candy Darling nel biopic prodotto da John Cameron Mitchell

Cinema - Federico Boni 27.3.24
Milano, il Comune riconosce la carriera alias ai suoi dipendenti - Carriera Alias - Gay.it

Milano, il Comune riconosce la carriera alias ai suoi dipendenti

News - Redazione 27.12.23
Tommy Dorfman (TIME)

Tommy Dorfman accusa la Delta Air Lines di transfobia

Cinema - Redazione Milano 3.1.24