Marco Mengoni “Governo Meloni anacronistico, ho paura”

Una presa di posizione più unica che rara in Italia: "So che non basta una canzone, ma anch'io vivo in questa società, mi accorgo di quello che succede".

ascolta:
0:00
-
0:00
marco mengoni governo meloni prisma
marco mengoni governo meloni prisma
3 min. di lettura

Non si è trattata di una boutade da Eurovision. Il gesto della bandiera LGBTQIA+ sventolata alla Liverpool Arena insieme al tricolore italiano è stato per Marco Mengoni il giro di boa di una presa in carico di responsabilità. Guardarsi intorno, vivere il proprio tempo e condividere le riflessioni maturate, come artista e come cittadino del mondo. Marco Mengoni c’è e con la naturalezza che gli è propria prende posizione pubblicamente. Come poche volte fanno gli artisti italiani. Perché no, a volte non basta una canzone.

La popstar italiana ha rilasciato alcune interviste in promozione di Prisma, l’atteso terzo capitolo della sua trilogia dell’età adulta “Materia”. Mengoni ha criticato senza mezzi termini il Governo Meloni, e spiegato di avere paura. E di non essere certamente l’unico, considerando che – come ha precisato l’artista – persino durante un consesso internazionale come il G7, l’Italia è stata bacchettata dal Canada, nelle parole del premier canadese Justin Trudeau.

Le minoranze e l’inclusività sono parte integrante della società” ha spiegato Mengoni, che a proposito della Progress Pride flag sventolata in mondovisione (qui il meme) davanti a circa 200 milioni di telespettatori ha voluto puntualizzare proprio la scelta di quella bandiera:

Era la bandiera dell’inclusività totale, quella contro tutte le discriminazioni. In Italia vedo tante cose che non sto capendo perché, nel 2023, mi sembrano anacronistiche. Non è un mio voler andare contro, ma un voler capire cosa accade. Quello che vedo oggi un po’ mi fa paura. L’Italia non deve fare passi indietro, dobbiamo essere tutti allineati. L’Europa in questo momento è più avanti di noi, e per difendere i nostri diritti dobbiamo urlare, se necessario. Non bisogna avere paura di dire certe cose”

(continua)

marco mengoni prisma
Tutto su Marco Mengoni qui >

Mengoni spiega che questo Governo non gli piace. Tratto dal Corriere, il giornalista Laffranchi chiede a Marco se si riferisca in particolare a Roccella:

“Non solo, anche le uscite del presidente della Camera Fontana. Vorrei capire perché ci sia questo approccio. Non mi piace usare la parola fascismo. Non sono d’accordo con quello che viene detto però. È un esercizio per richiamare qualcosa di dittatoriale? Oppure qualcosa per aprire un dibattito e confrontarsi? Certo che se fosse questa seconda opzione non mi sembrerebbe il modo più giusto. Vedo assolutismo, come se tutte queste persone non vivessero in strada o non andassero al supermercato a parlare con la gente. Come giudicare Cuba dalla camera di un cinque stelle. Io non ho assistenti che mi fanno tutto, non vivo nell’Olimpo dei cantanti: ho amici che fanno altro con i quali mi confronto”.

Marco spiega che il suo nuovo lavoro, Prisma (L’arcobaleno addosso) è politico, ma non solo. Ed è chiaro che l’artista sente il bisogno di esprimere e portare fuori i sommovimenti della propria coscienza.

“Ho le idee chiare su chi voglio essere e in che società voglio vivere: mi aspetto un mondo più aperto e inclusivo. So che non basta una canzone, ma anch’io vivo in questa società, mi accorgo di quello che succede”

In “The Damned of the Earth“, contenuto nell’album, Mengoni racconta il tema dello sfruttamento dei lavoratori immigrati nelle coltivazioni italiane. Marco è a contatto con quelle zone e conosce le dinamiche di sopraffazione, anche di matrice razzista, del caporalato. Nel brano, Mengoni ha incluso un discorso di Nelson Mandela.

“Non è che sia proprio un pezzo politico, è sull’uguaglianza e sui diritti per tutti. Sono temi già molto raccontati in passato, ma se le cose stanno cambiando, allora vuol dire che dobbiamo continuare a scriverne e parlarne e far sentire la nostra voce.”

Infine sul brano con Elodie, Pazza musicabeh, siamo tuttə in visibilio ndrpreview audio > -, Mengoni puntualizza la propria vocazione soul:

“In questo brano ho messo le mie influenze afroamericane, andiamo controcorrente, siamo contro un’estate di brani latini e reggaeton”

 

Track list Prisma

Due Vite (Prod. E.D.D., Simonetta)
Fiori D’orgoglio feat. Ernia (Prod. E.D.D., Marz, Zef)
Pazza musica feat. Elodie (Prod. E.D.D., Simonetta, Zef)
Incenso (Prod. E.D.D., Estremo, F. Fugazza, P. Pasini)
Un’Altra Storia (Prod. E.D.D., Katoo, B. Ventura)
Appunto 5: Non Sono Questo (Prod. E.D.D., Eshla, F. Fugazza)
In Tempo (Prod. Crookers, FLIM)
The Damned Of The Heart (Prod. Clap! Clap!, FLIM)
Lasciami indietro feat. Jeson (Prod. M. Colagiovanni, E.D.D., MDM)
Due Nuvole (Prod. E.D.D., F. Nardelli)
Fiori D’Orgoglio (Prod. E.D.D., Marz, Zef)

 

Foto: immagini promozionali di PRISMA e tratte da IG @mengonimarcoofficial

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Elezioni Europee e voto LGBTI+, guida alle candidature che aderiscono a #ComeOut4EU il programma di Ilga Europe - cover wp - Gay.it

Elezioni Europee e voto LGBTI+, guida alle candidature che aderiscono a #ComeOut4EU il programma di Ilga Europe

News - Lorenzo Ottanelli 20.5.24
iraq-donne-trans (2)

Iraq, la strage silenziosa delle donne trans, uccise dai loro familiari per “onore”

Corpi - Francesca Di Feo 20.5.24
Nemo vincitore Eurovision 2024

Nemo dopo l’Eurovision vola alla conquista degli States, ma “The Code” (per ora) non fa il botto

Musica - Emanuele Corbo 20.5.24
Cannes 2024, Vivre, Mourir, Renaitre è il nuovo film queer di Gaël Morel con Victor Belmondo e Théo Christine (VIDEO) - Cannes 2024 Vivre Mourir Renaitre 3 - Gay.it

Cannes 2024, Vivre, Mourir, Renaitre è il nuovo film queer di Gaël Morel con Victor Belmondo e Théo Christine (VIDEO)

Cinema - Redazione 22.5.24
Tom Daley e Stefano Belotti

Chi è Stefano Belotti, il tuffatore azzurro che augura buon compleanno a Tom Daley

Lifestyle - Mandalina Di Biase 22.5.24
Mahmood: "Sono stato un ragazzino cicciotello per niente cool, ma più libero e sicuro di chi sono oggi"

Mahmood: “Sono stato un ragazzino cicciotello per niente cool, ma più libero e sicuro di chi sono oggi”

Musica - Emanuele Corbo 22.5.24

Continua a leggere

Billie Eilish agli Oscar 2024

Billie Eilish e il 2° storico Oscar: “per sentirsi la migliore versione di sé stessi” – Guarda la performance di “What Was I Made For?” – VIDEO

Musica - Emanuele Corbo 11.3.24
Barbera, presidente Corte Costituzionale, al Parlamento: "Serve una legge sui figli delle famiglie arcobaleno" - Augusto Barbera - Gay.it

Barbera, presidente Corte Costituzionale, al Parlamento: “Serve una legge sui figli delle famiglie arcobaleno”

News - Redazione 18.3.24
Parlamento UE vota a favore del certificato di filiazione, la genitorialità deve essere riconosciuta ovunque - Famiglie Arcobaleno Sentenza Cassazione - Gay.it

Parlamento UE vota a favore del certificato di filiazione, la genitorialità deve essere riconosciuta ovunque

News - Redazione 14.12.23
Parte il viaggio itinerante in camper delle Famiglie Arcobaleno: prima tappa a Morbegno, in Valtellina - famiglie arcobaleno valtellina 1 1 - Gay.it

Parte il viaggio itinerante in camper delle Famiglie Arcobaleno: prima tappa a Morbegno, in Valtellina

News - Gio Arcuri 22.2.24
"Tu cosa vedi quando chiudi gli occhi" nuovo disco di Michele Bravi: "Con Mauro Balletti racconto la poesia della nudità" - 22Tu cosa vedi quando chiudi gli occhi22 nuovo disco di Michele Bravi cover - Gay.it

“Tu cosa vedi quando chiudi gli occhi” nuovo disco di Michele Bravi: “Con Mauro Balletti racconto la poesia della nudità”

Musica - Redazione 14.3.24
Record Store Day 2024, i titoli (queer) da non perdere

Record Store Day 2024, i vinili queer da non perdere

Musica - Emanuele Corbo 19.4.24
Blue Phelix, Yosef e Schiuma in "Bandiera Bianca"

Bandiera Bianca, il nuovo singolo di Blue Phelix con Yosef e Schiuma: ascolta il brano

Musica - Luca Diana 1.12.23
Venerdì 5 aprile ore 12 a Roma flashmob contro il DDL Varchi "GPA reato universale" del governo Meloni - famiglie arcobaleno parlamento - Gay.it

Venerdì 5 aprile ore 12 a Roma flashmob contro il DDL Varchi “GPA reato universale” del governo Meloni

News - Redazione 4.4.24