PARTE IL PRIDE, CONTAMINIAMOCI!

Il Polispazio Queer apre venerdì a Firenze il calendario del Toscana Pride. Ce ne parla Liana Borghi, coordinatrice dell'evento: "vogliamo unire le diversità GLBT con quelle di altri".

PARTE IL PRIDE, CONTAMINIAMOCI! - gruppo giovani03 - Gay.it
3 min. di lettura

FIRENZE – Mancano solo quattro giorni. Il Toscana Pride si inaugura a Firenze venerdì 4 giugno con il Polispazio Queer, un evento di tre giorni organizzato da Lespride, una rete nazionale di associazioni e singole lesbiche formata specificamente per questo progetto, coordinate da Liana Borghi, militante storica, insegnante universitaria e co-fondatrice del Centro Studi GLTQ di Firenze, uno dei pochi e più avanzati organismi italiani dediti alla cultura del mondo queer. «Le nostre premesse – spiega Liana Borghi, presentando il progetto del Polispazio – erano che la produzione culturale GLBT dovesse diventare “reciprocamente” visibile all’interno del movimento, e incrociarsi con altri discorsi. Per molte e molti di noi non è solo il genere o solo la sessualità a costituire il punto di ingresso per le nostre biopolitiche, ma l’intreccio tra queste e altre diversità».
L’evento si svolgerà presso il Convento delle Oblate, in Via S. Egidio 21 a Firenze, a partire da venerdì pomeriggio, 4 giugno alle 17 alla presenza degli Onorevoli Titti De Simone e Franco Grillini, presidenti onorari, rispettivamente, delle associazioni nazionali ArciLesbica e ArciGay. ^SSabato 5^s ha come tema principale i soggetti transgender, e vede come ospite d’eccezione il famoso attivista e scrittore transgender, Leslie Feinberg. Sono previsti anche incontri letterari, condotti da Delia Vaccarello, con le scrittici italiane Barbara Alberti, Elvira Borriello, Fatima Curzio, e gli americani Minnie Bruce Pratt e Richard Zimler.
^SDomenica 6^s ultima giornata dedicata alla cultura queer, con la fotografa surrealista francese, Claude Cahun, l’artista spagnolo Jaime del Val, la scrittrice catalana Lola Van Guardia e dagli italiani Fabio Casadei Turroni, Mariarosa Cutrufelli, Sara Zanghì. Chiusura nel tardo pomeriggio con la performance di Alessandro Fullin.

PARTE IL PRIDE, CONTAMINIAMOCI! - Liana - Gay.it

Al Polispazio Queer saranno presenti contemporaneamente importanti esponenti del mondo degli studi glbtq, anche personaggi che non è facile incontrare nel nostro paese, dove la la situazione degli studi glbtq è più arretrata rispetto ad altri paesi di lingua inglese o europei. «Penso che gli studi interculturali, specie in campo socio-antropologico, stiano creando incroci tra genere, classe, etnie e altre differenze che ci riguardano da vicino e di cui spero sentiremo i benefici prima o poi – spiega ancora Liana Borghi (in foto) – E per quanto riguarda noi GLBT, i media e l’internet diffondono ormai un lassismo neoliberista dove certe libertà sessuali e di stile occultano altre mancanze di libertà. Ma la riflessione su queste tendenze e sulla nostra storia va avanti e viene divulgata dai circoli, dalle nostre case editrici, dalle riviste, ed è certo entrata anche nel mondo accademico. Il programma del Polispazio, per quanto limitato, offre una campionatura della nostra presenza in vari ambiti e discipline. La presenza di Leslie Feinberg testimonia la nostra attenzione per le derive postidentitarie».
Uno dei punti di forza del Polispazio, è certamente il fatto di essere frutto di una ampia collaborazione che rende molteplici i contributi: «quando abbiamo cominciato a organizzarci – racconta Liana – speravo che avremmo collaborato diversamente da quello che è avvenuto: i gay toscani a curare le loro iniziative, noi lesprides italiane a curare le nostre, i e le trans le loro. Per un periodo mi è molto dispiaciuto, ma nelle ultime settimane ho cominciato a pensare che siano successe cose buone tra di noi. Sento una solidarietà affettuosa nata dal fatto di lavorare insieme, affrontare problemi comuni, e anche, perché no, scazzarci sulle inadempienze. E alla fine il Polispazio dimostra che la collaborazione c’è e spero continui. Mi mancano comunque delle cose: il colloquio con le separatiste, una maggiore frequentazione dei bolognesi, un maggior scambio con i gruppi romani e del sud… occasioni che spero solo differite».
Informazioni e programma completo: www.lespride.it info@lespride.it
Visita lo speciale GLBT Pride di Gay.it.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Spice Girls, è reunion per i 50 anni di Victoria Beckham: "L'amicizia non finisce mai" (foto e video) - Victoria Beckham - Gay.it

Spice Girls, è reunion per i 50 anni di Victoria Beckham: “L’amicizia non finisce mai” (foto e video)

News - Redazione 22.4.24
chat gay grindr

Grindr sotto accusa: avrebbe condiviso con terze parti lo status HIV di migliaia di utenti

News - Francesca Di Feo 22.4.24
Justin Bieber Jaden Smith

Il video del corpo a corpo d’amore tra Justin Bieber e Jaden Smith infiamma gli animi e scatena gli omofobi

Musica - Mandalina Di Biase 22.4.24
Parigi 2024, Campbell Harrison bacia il fidanzato dopo essersi qualificato per le Olimpiadi (VIDEO) - Parigi 2024 Campbell Harrison bacia il fidanzato dopo essersi qualificato per le Olimpiadi - Gay.it

Parigi 2024, Campbell Harrison bacia il fidanzato dopo essersi qualificato per le Olimpiadi (VIDEO)

News - Redazione 24.4.24
Mahmood Matteo Salvini

Salvini di nuovo contro Mahmood, la Lega si oppone al premio Rosa Camuna

Musica - Mandalina Di Biase 24.4.24
Simon Porte Jacquemus e Marco Maestri sono diventati genitori di Mia e Sun: "Un sogno diventato realtà" - Simon Porte Jacquemus e Marco Maestri genitori - Gay.it

Simon Porte Jacquemus e Marco Maestri sono diventati genitori di Mia e Sun: “Un sogno diventato realtà”

Culture - Redazione 23.4.24

I nostri contenuti
sono diversi

lecco pride 2024, il 22 giugno a Lecco, segui le pagine social

Lecco Pride 2024: il 22 giugno

News - Giorgio Romano Arcuri 20.12.23
Annalisa madrina del Roma Pride 2024: “Mi riempie di orgoglio come poche cose al mondo” - ANNALISA MADRINA DEL ROMA PRIDE 2024 - Gay.it

Annalisa madrina del Roma Pride 2024: “Mi riempie di orgoglio come poche cose al mondo”

News - Redazione 28.3.24
terni pride 25 maggio 2024

Transfem Terni Pride 2024: sabato 25 maggio

News - Redazione 21.2.24
modena pride 2024, sabato 25 maggio

Modena Pride 2024: sabato 25 maggio

News - Redazione 17.3.24
Taiwan Pride - Taipei, 28 ottobre 2023 - foto: IG

La Cina trema, al Taiwan Pride 180.000 per la più grande marcia LGBTQIA+ dell’Asia Orientale

News - Francesca Di Feo 30.10.23
vicenza pride 2024

Vicenza Pride 2024: sabato 22 giugno

News - Redazione 27.2.24
bergamo pride 2024, il 15 giugno

Bergamo Pride 2024: il 15 giugno

News - Redazione 11.2.24
lazio pride a Frosinone, sabato 22 giugno

Lazio Pride 2024: a Frosinone sabato 22 giugno

News - Redazione 7.3.24