Terrore da HIV: i millennial hanno paura di abbracciare una persona sieropositiva

Ignoranza e irresponsabilità tra i Millennial, che non intendono toccare persone sieropositive ma amano il sesso senza protezioni.

millennial hiv test hiv
Una nuova terapia senza farmaci per combattere l'HIV? Forse.
2 min. di lettura

A pochi giorni dalla giornata mondiale contro l’AIDS (il prossimo 1 dicembre), i dati rilevati da un nuovo sondaggio sull’HIV e AIDS sono allarmanti, poiché mostrano la scarsa informazione da parte dei più giovani. In particolare tra i Millennial. Si nota anche una grave ignoranza riguardo la prevenzione, non solo per quanto riguarda dall’HIV, ma anche da tutte le altre malattie sessualmente trasmissibili (MST). A condurre lo studio, la società farmaceutica Merck, la quale ha collaborato con la campagna “HIV Prevention Access Campaign” nel corso di un progetto di prevenzione, “Owning HIV: Young Adults and the Fight Ahead“.

Il sondaggio condotto ha mostrato quanto la Generazione Z e quella dei Millennial sappiano di HIV e AIDS: una percentuale che non raggiunge il 50%. Nel dettaglio, la generazione che include coloro nati tra le seconda meta degli anni ’90 e i primi anni 2000 (la generazione z) raggiunge il 41%. I Millennial (i nati tra gli anni ’80 e gli anni ’90) invece si fermano a uno scarso 23%. 

La paura e l’ignoranza dei Millennial di fronte all’HIV

Pur sapendo quanto grave può essere il virus dell’HIV se non individuato e curato in tempo, il 28% di coloro nati tra il 1981 e la fine del 1996 (i Millennial appunto) hanno affermato di evitare di abbracciare, parlare o essere amico di una persona sieropositiva. Oltre a queste piccole cose comuni, molti hanno affermato che eviterebbero di condividere cibo, interagire e perfino stringere la mano con un HIV+. Questo indica una grave mancanza di base: non sanno che l’HIV non si trasmette con il semplice contatto, ma solo con un rapporto sessuale o in generale scambio di fluidi (tra i più comuni sangue, liquido seminale, secrezioni vaginali e latte materno).

Analizzando lo studio dalla parte delle persone sieropositive, invece, la situazione è ancora più drammatica. Il 76% non dice di essere HIV+ per paura di essere discriminato. Il 90% evita per la paura di perdere amici e familiari. 

A questo si aggiunge poi un ulteriore dato: il 50% degli intervistati non ha mai utilizzato preservativi o PrEP in caso di rapporti sessuali con persone di cui non si conosceva lo stato di salute.

Il virus dell’HIV sta tornando a diffondersi

Il livello di ignoranza dei Millennial si ripercuote poi nella loro salute e nella diffusione del virus. Le infezioni risultano aumentate tra i 25 e i 29 anni, mentre sta calando la media generale. Cosa significa questo? Che i più giovani preferiscono avere (irresponsabilmente) dei rapporti non protetti, senza utilizzare nemmeno il più comune preservativo.

E che si ripercuote anche nella vita di tutti i giorni, dove si guardano bene dal toccare una persona sieropositiva.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
Luciano Guidi 27.11.19 - 14:26

E certo questo articolo non aiuta molto ad uscire dall'ignoranza. Del resto non è la prima volta che lo stesso autore pubblica una serie di notizie senza metterci un minimo di informazioni vere. Se lo leggo da millennium il messaggio che ricevo è che "sono irresponsabile ed ignorante" perché in giro ci sono sieropositivi che non duchiarano il loro stato sieroligico diffondendo l'infezione. Se lo leggo da sieropositivo sono "vuttima delli stigma" e infetto il mondo. L'informazione, l'unica utile ad entrambi che SAREBBE DOVUTA PASSARE, è quella che un sieronegativo che ha un rapporto sessuale con un sieropositivo in terapia e carica virale azzerata, non corre alcun rischio per quanto riguarda la trasmissione del virus hiv, e nella migliore delle ipotesi anche di altre MTS dato che di norma, chi in terapia, è costantemente monitorato anche per quelle. U=U è ormai dimostrato e riconosciuto anche dal ministero della salute...a volte, prima di scrivere varrebbe la pena di informarsi, soprattutto se si ha la pretesa di informare.

Avatar
Renzo Loi 26.11.19 - 18:54

è gravissimo xchè non si fa piu' informazione ne prevenzione. anzi con l'istigazione al diritto di essere si promuove il libertinaggio.

Trending

Parigi 2024, Campbell Harrison bacia il fidanzato dopo essersi qualificato per le Olimpiadi (VIDEO) - Parigi 2024 Campbell Harrison bacia il fidanzato dopo essersi qualificato per le Olimpiadi - Gay.it

Parigi 2024, Campbell Harrison bacia il fidanzato dopo essersi qualificato per le Olimpiadi (VIDEO)

News - Redazione 24.4.24
Mahmood Matteo Salvini

Salvini di nuovo contro Mahmood, la Lega si oppone al premio Rosa Camuna

Musica - Mandalina Di Biase 24.4.24
Mahmood 17 Maggio Omobitransfobia

Cosa dirà Mahmood il 17 Maggio nella giornata contro l’omobitransfobia?

Musica - Mandalina Di Biase 22.4.24
Vincenzo Schettini tra coming out e amore: "Francesco mi completa, è la mia metà" (VIDEO) - Vincenzo Schettini - Gay.it

Vincenzo Schettini tra coming out e amore: “Francesco mi completa, è la mia metà” (VIDEO)

News - Redazione 24.4.24
Justin Bieber Jaden Smith

Il video del corpo a corpo d’amore tra Justin Bieber e Jaden Smith infiamma gli animi e scatena gli omofobi

Musica - Mandalina Di Biase 22.4.24
BigMama a Domenica In

BigMama: “Prima di Lodovica nascondevo la mia sessualità, non pensavo di meritare amore”

Musica - Emanuele Corbo 22.4.24

Leggere fa bene

Hiv sentenza Bari su U uguale U Gay.it

U = U, sentenza storica, assolto un uomo accusato di aver trasmesso l’Hiv: se non è rilevabile non si può trasmettere

Corpi - Daniele Calzavara 28.2.24
Madonna in lacrime ricorda a tuttə noi perché sia ancora importante combattere l'hiv/aids. L'emozionante discorso - VIDEO - Madonna aids hiv - Gay.it

Madonna in lacrime ricorda a tuttə noi perché sia ancora importante combattere l’hiv/aids. L’emozionante discorso – VIDEO

Musica - Redazione 5.12.23
hiv italia dati ISS 2023

Hiv ecco i nuovi dati Italia: nuove diagnosi, troppo tardive, e ancora troppi morti di AIDS

Corpi - Francesca Di Feo 21.11.23
hiv aids stigma momenti storici lady diana fernando aiuti elthon john madonna liz taylor angela lansbury

Gli indimenticabili momenti storici contro lo stigma dell’hiv

Corpi - Federico Boni 29.11.23
"Hiv, ne parliamo?", al via la campagna ispirata a storie vere - HIV. Ne Parliamo - Gay.it

“Hiv, ne parliamo?”, al via la campagna ispirata a storie vere

Corpi - Daniele Calzavara 28.11.23
Vivere con Hiv testimonianza Enrico

Vivere con l’Hiv, la testimonianza di Enrico: “Quando l’ho detto al mio compagno questa è stata la sua risposta”

Corpi - Daniele Calzavara 14.3.24
10 persone famose che convivono con l'HIV - 10 persone famose che convivono con lHIV - Gay.it

10 persone famose che convivono con l’HIV

Guide - Federico Boni 29.11.23
testing-week-europea-2023-novembre

Torna la Testing Week Europea 2023 per HIV, IST ed Epatiti: ecco date, orari e sedi per partecipare

Corpi - Francesca Di Feo 17.11.23