Perfetti Sconosciuti, primo personaggio gay in un film arabo nel remake Netflix. Ed è polemica in Egitto

Il film, secondo costoro, promuoverebbbe "l'omosessualità e l'immoralità".

Perfetti Sconosciuti, primo personaggio gay in un film arabo nel remake Netflix. Ed è polemica in Egitto - perfect strangers Wissam Smayra 1 - Gay.it
2 min. di lettura

Sono passati sei anni dall’uscita in sala di Perfetti Sconosciuti, film di Paolo Genovese vincitore di due David di Donatello (miglior film e sceneggiatura) e 3 Nastri d’argento, campione d’incassi con oltre 17 milioni di euro al box office nazionale. Ma Perfetti Sconosciuti è entrato anche nel Guinness dei primati, in quanto film con più remake in assoluto nella storia del cinema. L’ultimo di una lista infinita è ambientato a Beirut e ha suscitato non poche polemiche in Egitto e in altri paesi del Medio Oriente, in quanto primo film in lingua araba con all’interno un personaggio dichiaratamente omosessuale. Il film, secondo costoro, promuoverebbbe “l’omosessualità e l’immoralità”.

“Perfetti Sconosciuti è una storia di fantasia che esplora temi universali senza prendere una posizione morale, invitando invece il pubblico ad avere un dialogo aperto e un dibattito”, ha risposto Netflix a Variety. “Il film affronta argomenti difficili attraverso l’umanità e l’umorismo, guidato da un talentuoso cast arabo”.

Perfetti Sconosciuti, primo personaggio gay in un film arabo nel remake Netflix. Ed è polemica in Egitto - Perfetti Sconosciuti primo personaggio gay in un film arabo nel remake - Gay.it

Questo ennesimo remake di Perfetti Sconosciuti è diretto dal regista libanese Wissam Smayra e ha come protagonisti la celebre attrice libanese Nadine Labaki, l’attrice egiziana Mona Zaki e l’attore giordano Eyad Nassar. Durante la cena della pellicola, come ormai tutti sanno, un personaggio fa coming out con i propri amici. Nella versione italiana si trattava di Peppe, interpretato da Giuseppe Battiston. In un’altra scena del remake in lingua araba viene mostrato un personaggio femminile (interpretato da Zaki) che si toglie le mutande sotto il tavolo. Questi due brevi momenti hanno scatenato uno tsunami di reazioni. C’è chi ha addirittura chiesto l’espulsione di Mona Zaki dal sindacato egiziano degli attori, con il sindacato in questione che ha annunciato di non voler rimanere “immobile di fronte a qualsiasi aggressione verbale o tentativo di intimidire un artista egiziano”, sottolineando come il bene più importante sia “preservare la libertà creativa”.

Tra i tantissimi remake di Perfetti Sconosciuti si ricorda quello turco del 2018 prodotto da Ferzan Özpetek, che ha segnato il debutto alla regia della sua attrice feticcio Serra Yılmaz, nonché l’imminente versione americana,

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Sentenza Bari due mamme Gay.it

Tribunale di Roma, sì alla trascrizione del certificato estero con due mamme

News - Redazione 26.2.24
Roberto Vannacci

Roberto Vannacci avrebbe truffato lo Stato secondo l’indagine della procura militare

News - Giuliano Federico 24.2.24
Olivia Rodrigo in bad idea right? (2023)

Olivia Rodrigo è la rockstar (e attivista) che meritiamo: il suo Guts Tour contro le leggi anti-aborto

Musica - Riccardo Conte 26.2.24
Amici 23, tutti gli allievi al Serale

Amici 23, da Dustin a Holden: tutti gli allievi al Serale

Culture - Luca Diana 25.2.24
La storia di Radclyffe Hall: così fu censurato il primo romanzo lesbico della letteratura - Sessp 38 - Gay.it

La storia di Radclyffe Hall: così fu censurato il primo romanzo lesbico della letteratura

Culture - Federico Colombo 20.2.24
Ricky Martin: "Se avessi fatto coming out nel 1999 credo che non avrei avuto lo stesso successo" - Ricky Martin per GQ - Gay.it

Ricky Martin: “Se avessi fatto coming out nel 1999 credo che non avrei avuto lo stesso successo”

Culture - Redazione 23.2.24

I nostri contenuti
sono diversi

Florence Queer Festival 2023, il programma. In anteprima la miniserie di Xavier Dolan e Billy Porter premio speciale - Xavier Dolan fotogramma The Night Logan Woke Up - Gay.it

Florence Queer Festival 2023, il programma. In anteprima la miniserie di Xavier Dolan e Billy Porter premio speciale

News - Federico Boni 13.10.23
I più dolci e indimenticabili baci queer del 2023 tra serie tv e cinema - Baci 2023 - Gay.it

I più dolci e indimenticabili baci queer del 2023 tra serie tv e cinema

Serie Tv - Federico Boni 22.12.23
Elite 7, André Lamoglia orgoglioso di interpretare un ragazzo bisessuale: “Inclusività e rappresentazione fondamentali” - Elite 7 Andre Lamoglia orgoglioso di interpretare un ragazzo bisessuale - Gay.it

Elite 7, André Lamoglia orgoglioso di interpretare un ragazzo bisessuale: “Inclusività e rappresentazione fondamentali”

Serie Tv - Redazione 20.9.23
Maestro, Bradley Cooper è Leonard Bernstein: "La sua fluidità sessuale non è mai stata nascosta" - Maestro 20221020 23291r - Gay.it

Maestro, Bradley Cooper è Leonard Bernstein: “La sua fluidità sessuale non è mai stata nascosta”

Cinema - Redazione 19.12.23
Damiano Gavino Gay.it Andrea Di Luigi Nuovo Olimpo

Nuovo Olimpo è in streaming, Ozpetek: “Non ho mai dato centralità a una vera storia d’amore”

Cinema - Redazione 31.10.23
Carmen Madonia in 'Something You Said Last Night' (2022)

Something You Said Last Night, e la banale quotidianità di una millennial trans

Cinema - Riccardo Conte 6.1.24
Venezia 80, la famiglia queer di "Domakinstvo za pocetnici" vince il Queer Lion 2023 - domakinstvo za pocetnici - Gay.it

Venezia 80, la famiglia queer di “Domakinstvo za pocetnici” vince il Queer Lion 2023

Cinema - Federico Boni 8.9.23
saltburn elordi sperma keoghan

Saltburn, Jacob Elordi e la scena cult dello sperma: “Orgoglioso che Barry Keoghan …”

Cinema - Redazione 21.11.23