Piacenza, auto distrutta e minacce omofobe: “Fr*ccio devi morire, gay maledetto”

"Ho paura, qualcuno mi ha messo nel suo mirino solo perché non sono eterosessuale".

ascolta:
0:00
-
0:00
Piacenza, auto distrutta e minacce omofobe: "Fr*ccio devi morire, gay maledetto" - Piacenza auto distrutta e minacce omofobe - Gay.it
2 min. di lettura

In un’Italia in cui la ministra per le pari opportunità Eugenia Roccella “non vede omofobia”, le minacce e le violenze contro le persone LGBTQIA+ proseguono a ritmo spaventoso.

L’ultima denuncia arriva da Piacenza. Un 44enne originario del Venezuela ha trovato la propria auto distrutta, vandalizzata, con scritto a lettere cubitali “fr*ccio devi morire” sul parabrezza  e “maledetto gay” sul lunotto posteriore. A darne notizia il Corriere di Bologna.

Vivo in Italia da ventidue anni e mai mi era capitato qualcosa neppure di lontanamente paragonabile a questo“, ha raccontato l’uomo che è residente a Piacenza da quasi 10 anni. “Sono un imprenditore che opera nel mondo della piccola ristorazione“, ha precisato il 44enne, titolare di un bar.

Il mio lavoro mi porta ad interagire quotidianamente con le persone e mai ho avuto problemi dovute al mio orientamento sessuale”. “Avevo parcheggiato, lasciando l’auto in strada, negli appositi spazi “blu” come da mia abitudine e mi sono diretto a casa. Questa mattina l’amara sorpresa. Ero uscito intorno alle 8 per recuperare l’auto con cui sarei andato in palestra. Ho trovato quella signora che mi ha guardato dispiaciuta che mi ha detto: “Guarda che hanno fatto”. Sono rimasto impietrito. Poi sono arrivati i poliziotti che sono stati molto gentili e si sono subito messi alla ricerca di elementi utili all’indagine“.

L’uomo è stato fortunatamente travolto dall’affetto e dalla vicinanza dei vicini di casa. Anche il personale della società di noleggio dell’auto è stato altrettanto premuroso, trovando subito un’auto sostitutiva. Il criminale che ha distrutto e vandalizzato l’auto ha sfondato il finestrino con un sampietrino.

Non mi hanno preso niente. Un gesto gratuito di pura cattiveria. Ho pensato e ripensato a lungo su chi possa aver compiuto un tale gesto nei miei confronti. Non posso davvero puntare il dito contro nessuno, neppure quando ero a Milano, dove ho vissuto per una decina di anni. Non ho mai avuto problemi di sorta nè con clienti nè vicini di casa. E questo mi spaventa, significa che qualcuno mi ha messo nel suo mirino solo perché non sono eterosessuale“.

Una paura che coinvolge anche il compagno dell’uomo e un amico di famiglia, con cui la coppia condivide l’appartamento.

“Adesso hanno paura. Ma non per la loro incolumità: temono per me, che la cosa possa degenerare. Mi sembra di vivere un incubo”.

Foto cover: CorriereDiBologna

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Justin Bieber Jaden Smith

Il video del corpo a corpo d’amore tra Justin Bieber e Jaden Smith infiamma gli animi e scatena gli omofobi

Musica - Mandalina Di Biase 22.4.24
Lil Nas X: Long Live Montero, recensione. Essere icona queer, orgogliosa e rivoluzionaria - Lil Nas X - Gay.it

Lil Nas X: Long Live Montero, recensione. Essere icona queer, orgogliosa e rivoluzionaria

Cinema - Federico Boni 22.4.24
Omosessualità Animali Gay

Animali gay, smettiamola di citare l’omosessualità in natura come sostegno alle nostre battaglie

Culture - Emanuele Bero 18.4.24
BigMama a Domenica In

BigMama: “Prima di Lodovica nascondevo la mia sessualità, non pensavo di meritare amore”

Musica - Emanuele Corbo 22.4.24
Prisma 2, il silenzioso ma potentissimo teaser trailer con protagonisti Marco e Daniele - Prisma - Gay.it

Prisma 2, il silenzioso ma potentissimo teaser trailer con protagonisti Marco e Daniele

Serie Tv - Redazione 22.4.24
BigMama: "La rappresentazione è tutto. Quando accendevo la tv persone come me non ce n'erano" - BigMama - Gay.it

BigMama: “La rappresentazione è tutto. Quando accendevo la tv persone come me non ce n’erano”

Musica - Redazione 21.4.24

I nostri contenuti
sono diversi

Accusata di essersi inventata la recensione omofoba di un cliente, è morta la ristoratrice Giovanna Pedretti - Giovanna Pedretti - Gay.it

Accusata di essersi inventata la recensione omofoba di un cliente, è morta la ristoratrice Giovanna Pedretti

News - Redazione 15.1.24
io che amo solo te

Io che amo solo te: una storia d’amore al teatro, come antidoto alla paura

Culture - Riccardo Conte 17.11.23
avvocato-difensore-filippo-turetta-emanuele-compagno

Omofobia, misoginia e victim blaming sui social di Emanuele Compagno, ex avvocato difensore di Filippo Turetta

News - Francesca Di Feo 24.11.23
Kenya, miliardi in fumo se dovesse essere approvata la nuova legge omobitransfobica - Kenya Cov - Gay.it

Kenya, miliardi in fumo se dovesse essere approvata la nuova legge omobitransfobica

News - Federico Boni 9.11.23
grecia-chiesa-ortodossa-scomunica-matrimonio-egualitario

Grecia, la Chiesa Ortodossa minaccia di scomunicare i parlamentari che hanno votato per il matrimonio egualitario

News - Francesca Di Feo 8.3.24
grecia-matrimonio-egualitario-proteste

Grecia nel caos omobitransfobico. Weekend di terrore, in 200 aggrediscono coppia trans. Minacce a Kasselakis

News - Federico Boni 12.3.24
Polonia matrimonio egualitario Gay.it

Polonia, suicidi in aumento a causa delle leggi omobitransfobiche del Paese

News - Federico Boni 20.2.24
Lodi, "mi hanno messo vicino a un tavolo di gay e a un disabile". La replica della titolare alla recensione disumana - pizzeria recensione choc - Gay.it

Lodi, “mi hanno messo vicino a un tavolo di gay e a un disabile”. La replica della titolare alla recensione disumana

News - Redazione 12.1.24