Polonia, botte e arresti a Varsavia nei confronti di pacifici manifestanti LGBT

Quello che è successo ieri non è neanche lontanamente normale ed è una chiara violazione dei diritti umani. Cosa aspetta l'Unione Europea ad intervenire?

polonia commissione europea
Continua la linea anti-LGBT in Polonia.
2 min. di lettura

https://www.youtube.com/watch?v=xpb5qmXb6YI

Nella giornata di ieri a Varsavia si è tenuta una manifestazione LGBT che si è presto tramutata in una mattanza di Stato. Oltre 50 arresti e botte da parte della polizia, intervenuta in massa sui pacifici manifestanti, scesi spontaneamente in strada dopo l’annuncio della “detenzione preventiva” ai danni dell’attivista Margot Szutowicz.

In Polonia la campagna di odio contro la comunità LGBTI prosegue dall’ottobre del 2018, diventando addirittura centrale nel corso delle elezioni presidenziali di poche settimane fa, che hanno visto il presidente Duda vincere al ballottaggio. Negli ultimi 12 mesi oltre 100 comuni polacchi si sono dichiarati zone “free-LGBT”, scatenando l’ira della comunità europea, ancora troppo ‘leggera’ nei confronti di un Paese che ha tramutato in normalità la discriminazione, l’omotransfobia.

Björn van Roozendaal
di ILGA-Europe ha tuonato:Alla comunità LGBTI viene negato il diritto di esistere dal principale partito politico. Le persone LGBTI in Polonia vivono in una situazione di pressione costante e repressiva, senza accesso alla giustizia o alla protezione dello Stato. In circostanze come queste, dove i membri emarginati della società vengono attaccati da tutte le parti, le proteste e l’attivismo sono inevitabili e possono anche essere considerate come risposta al fallimento del governo nel tutelare i loro diritti fondamentali e alle sproporzionate risposte delle forze dell’ordine. Non dimentichiamoci che sta accadendo in un paese dell’UE dove i diritti umani di tutti i cittadini sono profondamente radicati. Chiediamo alle istituzioni internazionali per i diritti umani, tra cui l’Unione europea, il Consiglio d’Europa e le Nazioni Unite, di alzare la voce contro la violenza della polizia e la detenzione arbitraria, e di pretendere il rispetto dello stato di diritto e dei diritti fondamentali per il popolo LGBT della Polonia“.

Le immagini scioccanti della polizia che si avventa sui pacifici manifestanti hanno presto fatto il giro dei social. Non ci sono informazioni su chi sia stato arrestato e dove sia stato portato. I detenuti non hanno avuto contatti con le loro famiglie, non sono stati ammessi avvocati nè politici dell’opposizione. I diritti della difesa sono stati violati in ogni fase di fermo. Le persone sono state interrogate senza la partecipazione di un avvocato difensore. È stato negato il diritto all’informazione. Quello che è successo ieri non è normale ed è una chiara violazione dei diritti umani.

Foto Cover: Kampania Przeciw Homofobii

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
Franzc Dereck 8.8.20 - 18:55

Probabilmente le Istituzioni Europee preposte alla difesa dei diritti umani attendono che questa lebbra dell'omofobia contagi il resto dell'Unione. E , come diceva B.Brecht , poi passeranno ad altre minoranze. Ma in che mondo viviamo?

Trending

Chi è Noah Williams, il tuffatore con OnlyFans che affiancherà Tom Daley alle Olimpiadi di Parigi del 2024 - Chi e Noah Williams il tuffatore che affianchera Tom Daley alle Olimpiadi di Parigi del 2024 - Gay.it

Chi è Noah Williams, il tuffatore con OnlyFans che affiancherà Tom Daley alle Olimpiadi di Parigi del 2024

Corpi - Redazione 19.7.24
Alberto Matano e il marito Riccardo Mannino

L’estate 2024 di Alberto Matano tra sole, amore e nuove avventure letterarie: le foto social

Culture - Luca Diana 19.7.24
Maria De Filippi e Amadeus, Festival di Sanremo

“Festival di Sanremo” cercasi: su Canale 5 arriva “Amici-Verissimo”, sul Nove “Suzuki Music Party”

Culture - Luca Diana 18.7.24
Tutti i coming out "vip" del 2024 - Coming Out 2024 - Gay.it

Tutti i coming out “vip” del 2024

News - Federico Boni 19.7.24
Lewis Hamilton elogia Ralf Schumacher per il coming out: "Un messaggio di libertà, che tutti possano fare lo stesso" - Lewis Hamilton elogia Ralf Schumacher per il coming out - Gay.it

Lewis Hamilton elogia Ralf Schumacher per il coming out: “Un messaggio di libertà, che tutti possano fare lo stesso”

News - Redazione 19.7.24
B&B rifiuta coppia omosessuale a Busca in provincia di Cuneo

B&B di Busca che rifiuta omosessuali scovato da Gay.it: Booking.com non elimina l’annuncio, la titolare fornisce nuove versioni omofobe ai quotidiani

News - Giuliano Federico 16.7.24

Hai già letto
queste storie?

uganda uomo arrestato

Uganda, la Corte Costituzionale conferma la terribile legge omobitransfobica

News - Redazione 4.4.24
Rossario Lonegro Terapie RIparative - BBC

La Bbc intervista Rosario Lonegro, italiano sottoposto all’orrore delle terapie di conversione: “Il periodo più buio della mia vita”

Corpi - Francesca Di Feo 5.6.24
Serbia, attivisti LGBTQIA+ in piazza dopo un'aggressione omofoba da parte della polizia (VIDEO) - Da Se Zna Serbia - Gay.it

Serbia, attivisti LGBTQIA+ in piazza dopo un’aggressione omofoba da parte della polizia (VIDEO)

News - Redazione 8.3.24
papa francesco e comunità lgbtq

Papa Francesco torna a insultare e conferma l’esclusione cattolica dei seminaristi gay

News - Francesca Di Feo 12.6.24
Carmine Alfano sospeso dall'Università dopo le frasi omofobe si ritira dal ballottaggio di Torre Annunziata - Carmine Alfano 2 - Gay.it

Carmine Alfano sospeso dall’Università dopo le frasi omofobe si ritira dal ballottaggio di Torre Annunziata

News - Redazione 21.6.24
russia-putin-comunita-lgbt-bambini

Russia, Putin sulla comunità LGBTQIA+: “Giù le mani dai bambini”

News - Redazione Milano 23.2.24
coppia gay roma eur aggressione via delle tre fontane

Pestaggio coppia gay a Roma: individuati i 4 responsabili, non hanno precedenti – articolo in aggiornamento

News - Redazione 20.7.24
Federico Fashion Style vittima di omofobia in treno. Calci e pugni al grido "fr*cio di merd*" - Federico Fashion Style - Gay.it

Federico Fashion Style vittima di omofobia in treno. Calci e pugni al grido “fr*cio di merd*”

News - Redazione 19.4.24