Polonia, incredibile striscione omofobo allo stadio: “Varsavia libera dai fr*ci”

Solo due settimane fa il sindaco di Varsavia ha firmato il primo documento ufficiale polacco sui diritti LGBTI.

Polonia, incredibile striscione omofobo allo stadio: "Varsavia libera dai fr*ci'' - Polonia incredibile striscione omofobo allo stadio - Gay.it
< 1 min. di lettura

Due settimane fa il Sindaco di Varsavia, Rafał Trzaskowski, ha firmato la prima dichiarazione pro diritti LGBT + nell’Europa centro-orientale. Il suo è stato anche il primo documento ufficiale polacco sui diritti LGBTI.

Come replica a questa storica apertura, i tifosi del Legia Varsavia hanno srotolato un incredibile striscione omofobo nel corso dell’ultima partita giocata dalla loro squadra. “Varsavia libera dai fr*ci”, si è letto in curva, con l’acronimo LGBT segnato da una linea rosso sangue.

Il Legia Varsavia è la squadra campione in carica di Polonia, con i suoi tifosi noti in tutta Europa per le proprie posizioni vicine all’estrema destra.

“Varsavia è una città per tutti che non discrimina nessuno”, aveva detto due settimane fa il primo cittadino. “Varsavia è un luogo in cui tutti si sentono al sicuro e dove tutti possono contare sul sostegno altrui, indipendentemente dal sesso, dal colore, dalla religione, dall’origine, dall’orientamento sessuale o dalle proprie opinioni”.

Ad oggi, incredibile ma vero, tanto la Federazione Polacca, quanto i dirigenti del club Legia Varsavia quanto l’UEFA non hanno ancora detto una parola nei confronti di questo indegno striscione.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Cannes 2024, Xavier Dolan presidente di giuria Un Certain Regard - Xavier Dolan - Gay.it

Cannes 2024, Xavier Dolan presidente di giuria Un Certain Regard

News - Federico Boni 1.3.24
Francesco Panarella

Francesco Panarella e il morbo di Kienbock: “Recitare mi ha salvato la testa”

Culture - Luca Diana 28.2.24
Alberto De Pisis

Alberto De Pisis, tra carriera, amori e speranze per il futuro: “Mi piacerebbe diventare papà” – intervista

Culture - Luca Diana 28.2.24
FR*CINEMA

A Roma arriva FR*CINEMA, tra film queer e riappropriazione culturale

Cinema - Redazione Milano 28.2.24
Rooy Charlie Lana

Vergognarsi e spogliarsi lo stesso: intervista con Rooy Charlie Lana, tra desiderio e non binarismo

Culture - Riccardo Conte 29.2.24
Roberto Vannacci Paola Egonu Matteo Salvini

Vannacci sospeso dall’Esercito Italiano, Egonu lo querela, Salvini lo difende

News - Giuliano Federico 28.2.24

I nostri contenuti
sono diversi

nigeria-arrestate-76-persone

Nigeria, arrestate 76 persone perché omosessuali a una festa di compleanno

News - Francesca Di Feo 24.10.23
omofobia interiorizzata, stigma invisibile

Torino, condannati a 2 anni e a 16 mesi i genitori che minacciarono il figlio perché gay

News - Redazione 24.1.24
aggressione-omofoba-andria

Perse un occhio dopo aggressione omofoba, condannato a sei anni l’aggressore

News - Redazione 31.10.23
pavia aggressione trans

Pavia, donna trans aggredita in stazione. Presa a pugni al grido “fr**io ti ammazzo”

News - Redazione 26.9.23
Palermo aggressione omobitransfobica

Palermo, aggressione omobitransfobica, anche da parte di minorenni: “Se denunciate vi ammazziamo”

News - Francesca Di Feo 22.1.24
la-normalita-dell-amore

Il mio libro di risposta a Vannacci: “La normalità dell’amore”, così un ragazzo replica alle retoriche d’odio del generale

Culture - Francesca Di Feo 1.2.24
vannacci-ultime-dichiarazioni

Vannacci e il tour paranoico tra omosessuali e graffitari, ecco gli ultimi deliri dell’esponente dell’esercito italiano

News - Redazione Milano 15.9.23
Amber Glenn prima storica campionessa USA di pattinaggio artistico femminile dichiaratamente queer - Amber Glenn - Gay.it

Amber Glenn prima storica campionessa USA di pattinaggio artistico femminile dichiaratamente queer

Corpi - Redazione 30.1.24