Sorpresa per un ragazzo trans dopo l’operazione: accolto dai parenti con i cerotti sul petto

Una scena commovente, quella che vissuto Richard al suo ritorno a casa dopo l'operazione al petto. Il video della scena è emozionante.

ragazzo trans
2 min. di lettura

Richard Alcântara è un ragazzo brasiliano di 22 anni, assistente cuoco, che vive in un piccolo paese assieme alla madre. Ma Richard è un ragazzo trans, nato in un corpo femminile in cui non si riconosceva. Anni di disagi, di sofferenza, di tentativi di suicidio e ferite auto-lesionistiche. Anche se cercava di essere più mascolino possibile, sentiva che non era il suo corpo. A destabilizzare ancora di più il ragazzo, il fatto che non sapeva nulla di transessualità. Lo ha scoperto solo grazie a una telenovela, dove era presente anche un personaggio trans. Da lì ha preso informazioni, e ha capito che voleva essere un uomo.

Ha informato la madre di voler iniziare la terapia ormonale, per iniziare, dopo aver in precedenza essere uscito come ragazza lesbica. Durante il processo di transizione, ha incontrato anche Yuri, la sua attuale ragazza, con la quale ha parlato della sua sessualità e di quello che stava facendo. Anche grazie a lei ha potuto andare avanti, tra operazioni e spese mediche. Nonostante gli interventi, si vergognava ancora di togliersi la maglietta davanti ad altre persone, ad esempio in piscina, perché aveva ancora i cerotti al petto, che doveva tenere a seguito dell’operazione di rimozione del seno.

La sorpresa del ragazzo trans da parte dei suoi familiari

Lo zio di Richard, che come tutta la famiglia ha sempre supportato il ragazzo, ha notato la sua vergogna nel mostrarsi senza maglietta. E ha avuto così un’idea geniale. Come riporta il quotidiano Veja, lo zio ha detto:

Abbiamo deciso di mettere anche noi il nastro sul petto per farlo sentire più a suo agio alla festa. Vogliamo mostrargli il nostro supporto. Deve fare ciò che è meglio per la sua vita. E noi lo accetteremo di cuore. 

Era la festa per il compleanno della madre di Richard. Lo zio gli ha chiesto il nastro che utilizzava dopo l’operazione, mentre era in bagno. Quando il ragazzo è uscito, ha trovato tutti i maschi della famiglia a torso nudo, girati di spalle. Lo zio, senza girarsi, ha detto: “Sei un uomo come noi“. Poi si sono voltati, mostrandosi con i cerotti al petto, a coprire i capezzoli, proprio come lui. Raccontando la scena, Richard ha detto:

Sono andato in bagno e hanno iniziato a insistere sul fatto che non uscissi da lì. Mi hanno chiesto il nastro che avevo usato e detto di aspettare. Quando sono uscito, ho visto quella sorpresa per me. Mi stavano dicendo che sono un uomo come loro. È stata la cosa più bella che abbia mai vissuto in vita mia.

La ragazza di Richard, Yuri, ha pubblicato il video del momento.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Chi è Karla Sofía Gascón, prima attrice trans a trionfare a Cannes e presto in un film con Vladimir Luxuria - Karla Sofia Gascon 1 - Gay.it

Chi è Karla Sofía Gascón, prima attrice trans a trionfare a Cannes e presto in un film con Vladimir Luxuria

Cinema - Redazione 27.5.24
Bari, il sindaco Decaro unisce civilmente due vigilesse in alta uniforme: "Solo l'amore conta" - Bari il sindaco Decaro unisce civilmente due vigilesse in alta uniforme - Gay.it

Bari, il sindaco Decaro unisce civilmente due vigilesse in alta uniforme: “Solo l’amore conta”

News - Redazione 24.5.24
"È importante votare, e non accettare le altrui decisioni come accade in Cina": storia di unə rifugiatə LGBTQIA+ scappatə dalle persecuzioni del governo di Xi Jinping - cina intervista rifugiat lgbtqia 1 - Gay.it

“È importante votare, e non accettare le altrui decisioni come accade in Cina”: storia di unə rifugiatə LGBTQIA+ scappatə dalle persecuzioni del governo di Xi Jinping

News - Francesca Di Feo 24.5.24
Bingham Cup 2024, arriva a Roma il torneo internazionale di rugby inclusivo - In from the Side cover - Gay.it

Bingham Cup 2024, arriva a Roma il torneo internazionale di rugby inclusivo

Corpi - Federico Boni 20.5.24
triptorelina-famiglie-incatenate-sede-aifa

Triptorelina, le famiglie si incatenano sotto la sede dell’AIFA per protestare il tavolo tecnico e la sua composizione

News - Francesca Di Feo 24.5.24
10 anni fa Xavier Dolan travolgeva e incantava Cannes con Mommy - ecnv mommy - Gay.it

10 anni fa Xavier Dolan travolgeva e incantava Cannes con Mommy

Cinema - Federico Boni 24.5.24

Continua a leggere

chi-segna-vince-jaiyah-saelua

“Chi segna vince”, la storia della prima donna transgender a giocare in una nazionale di calcio

Corpi - Francesca Di Feo 11.1.24
Trace Lysette (ELLE)

Con o senza Oscar, Trace Lysette ha già vinto per la comunità trans*

Cinema - Redazione Milano 5.1.24
Europee 2024, intervista a Monica Romano: “Femminismo, diritti e lavoro al centro, perplessa su Tarquinio candidato PD". E a Vannacci dice che... - Monica J. Romano - Gay.it

Europee 2024, intervista a Monica Romano: “Femminismo, diritti e lavoro al centro, perplessa su Tarquinio candidato PD”. E a Vannacci dice che…

News - Federico Boni 8.5.24
Transgender triptorelina

Germania, approvata legge sull’autodeterminazione: “Le persone trans esistono e meritano riconoscimento”

News - Redazione 15.4.24
roma-svastica-locandina-manifestazione-trans

Roma, svastica sulla locandina della manifestazione trans* del 18 maggio

News - Francesca Di Feo 14.5.24
discorso-d-odio-politici-europei

Discorso d’odio anti-LGBTQIA+ in crescita nelle aule istituzionali europee: “I diritti umani sono in discussione”

News - Francesca Di Feo 1.3.24
HUNTER SCHAFER

Hunter Schafer è stata arrestata per una protesta pro-Palestina

News - Redazione Milano 28.2.24
deumanizzat-bambin-trans-ideologia

Deumanizzatǝ: quando la vita di unǝ bambinǝ trans vale meno della propaganda di potere

Corpi - Francesca Di Feo 10.4.24