Russia: trans musulmana uccisa dopo le nozze. Il padre aveva chiesto la sua morte

La violenza contro le persone transessuali, soprattutto donne, è ormai un fenomeno riconosciuto e denunciato da associazioni e attivisti.

Russia: trans musulmana uccisa dopo le nozze. Il padre aveva chiesto la sua morte - trans russia - Gay.it
2 min. di lettura

Una donna transgender musulmana è stata uccisa in Russia questa settimana, tre giorni dopo essersi sposata con l’uomo che amava. Raina Aliev, questo il nome della donna, è stata resa praticamente irriconoscibile: l’assassino ha infierito sul suo corpo, facendolo a pezzi.

Il delitto ha avuto un tragico preambolo: ha avuto luogo dopo che il padre della donna, Alimshaikh Aliev, aveva praticamente chiesto l’esecuzione della figlia in una televisione russa, negando peraltro la nuova identità di Raina, continuando a riferirsi a lei al maschile: “Uccidetelo, non voglio vederlo” aveva detto l’uomo. “Portatemelo qua e uccidetelo di fronte ai miei occhi”.

 

Gli esperti di diritto coranico hanno riferito in questi giorni ai media russi che il tragico epilogo della vicenda era prevedibile perché l’Islam non accetta la transessualità: “Cambiare sesso è completamente proibito, perché significa che un uomo diventerà una donna”, e questo per il rigido binarismo islamico è inaccettabile.

I motivi della morte di Raina ufficialmente non sono ancora stati individuati dalle forze dell’ordine, anche se la reazione così violenta della famiglia sembra essere un elemento determinante.

La famiglia della donna vive in Russia e dopo aver finito gli studi, Raina si era trasferita a Mosca, dove ha incontrato il marito Viktor.

Un vicino della vittima ha detto che il padre ha di fatto lanciato un purnam – ovvero un appello affinché la figlia venisse uccisa – dopo aver scoperto che si sarebbe sposata con Viktor, l’uomo che l’aveva scelta e accolta con la sua identità trans.

Raina lavorava nei locali notturni e aveva incontrato il marito nella regione russa a prevalenza musulmana di Karachaevo-Cherkessiya.

La violenza contro le persone transessuali, soprattutto donne, è ormai un fenomeno riconosciuto e denunciato da associazioni e attivisti. Anche negli Stati Uniti l’odio transfobico è in costante aumento e sviluppa nuove forme per circolare.

LEGGI ANCHE >>> 

I video di violenza contro le persone transessuali stanno diventando un prodotto di intrattenimento?

 

 

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
Giuly 5.12.16 - 15:56

Bastardi!!, lei voleva solo essere felice, con l'uomo che amava!!, vi auguro, di morire tra atroci sofferenze, e possiate patire, le stesse sofferenze che ha patito, questa povera donna!!!

Avatar
E pperò 8.11.16 - 21:10

eh......è l'antichità......piuttosto che vederti in un modo diverso da come penso IO,ti ammazzo IO.......SOPRATUTTO perchè sono.......tuo padre.....a quel livello di egoismo c'è poco scampo,è il padre-kronos che si riprende indietro l'amore filiale........roba da preistoria......

Avatar
nicola 6.11.16 - 16:54

Animali. L'essere umano è ancora lontano dall'essere creatura di Dio. Questi sono esseri che disprezzano la vita. Certe persone non meriterebbero di riprodursi. Questo Padre ha chiesto l'esecuzione della figlia, ma non avrebbe meritato di averne una. Un essere umano che mi indigna di sapere della mia specie. Il peggior padre che un essere vivente potesse avere. Se esiste un Dio, che lo getti via nella geenna come rifiuto maleodorante.

Trending

Spice Girls, è reunion per i 50 anni di Victoria Beckham: "L'amicizia non finisce mai" (foto e video) - Victoria Beckham - Gay.it

Spice Girls, è reunion per i 50 anni di Victoria Beckham: “L’amicizia non finisce mai” (foto e video)

News - Redazione 22.4.24
BigMama: "La rappresentazione è tutto. Quando accendevo la tv persone come me non ce n'erano" - BigMama - Gay.it

BigMama: “La rappresentazione è tutto. Quando accendevo la tv persone come me non ce n’erano”

Musica - Redazione 21.4.24
Taylor Swift per THE TORTURED POETS DEPARTMENT (2024)

Il nuovo album di Taylor Swift: no, non è Patti Smith (ma lei lo sa già)

Musica - Riccardo Conte 22.4.24
Svezia transizione 16 anni transgender

Svolta storica anche in Svezia, l’età per la transizione si abbassa a 16 anni, approvata la legge sull’autodeterminazione

News - Francesca Di Feo 18.4.24
Consumo di contenuti p0rn0 con persone trans nel mondo - dati forniti da Pornhub

L’Italia è la nazione che guarda più p0rn0 con persone trans*

News - Redazione Milano 20.4.24
BigMama a Domenica In

BigMama: “Prima di Lodovica nascondevo la mia sessualità, non pensavo di meritare amore”

Musica - Emanuele Corbo 22.4.24

Leggere fa bene

Jamie Lee Curtis contro l’omobitransfobia in nome della religione: "Amore e umanità sono il centro della comunità gay e trans" - Jamie Lee Curtis - Gay.it

Jamie Lee Curtis contro l’omobitransfobia in nome della religione: “Amore e umanità sono il centro della comunità gay e trans”

Culture - Federico Boni 10.11.23
Susanna Tamaro: "Sognavo di diventare un uomo, un crimine chi impone cambiamenti di sesso ai bambinə" - Susanna Tamaro - Gay.it

Susanna Tamaro: “Sognavo di diventare un uomo, un crimine chi impone cambiamenti di sesso ai bambinə”

News - Redazione 13.2.24
Numero Verde 800713713 Gay Help Line - 18 anni, 350.000 chiamate, il 51% da giovani -

Gay Help Line, 18 anni di supporto telefonico LGBTIAQ+ : 51% delle richieste arrivano da giovani – VIDEO

News - Gay.it 18.3.24
russia-putin-comunita-lgbt-bambini

Russia, Putin sulla comunità LGBTQIA+: “Giù le mani dai bambini”

News - Redazione Milano 23.2.24
Russia LGBTQI+ Repressione 2023 - foto di Politico.com (2015)

Russia, irruzione della polizia nei bar e club LGBT di Mosca, arresti

News - Redazione Milano 2.12.23
giovani-transgender-careggi-genitori-lettera-europa

La disperata lettera all’Europa di 259 genitori di adolescenti transgender per fermare l’attacco del Governo Meloni al Careggi di Firenze

News - Francesca Di Feo 9.2.24
Rizvan Dadayev, dopo mesi di torture un ragazzo gay ceceno è finalmente riuscito a lasciare la Russia - Rizvan Dadayev - Gay.it

Rizvan Dadayev, dopo mesi di torture un ragazzo gay ceceno è finalmente riuscito a lasciare la Russia

News - Redazione 23.1.24
tdor-2023

TDOR 2023: date e città in Italia per il Giorno della Memoria Transgender

Guide - Francesca Di Feo 10.11.23