Salgado ci porta nel cuore fragile del pianeta, ma è soltanto sensazionalismo?

Al Maxxi di Roma la spettacolare 'Amazônia', mostra immersiva, tra immagini sensazionali e suoni catturati in loco. La critica di Susan Sontag: qual è il confine tra spettacolo e sfruttamento?

Salgado ci porta nel cuore fragile del pianeta, ma è soltanto sensazionalismo? - Schermata 2021 10 07 alle 18.10.20 - Gay.it
3 min. di lettura

Amazônia – al MAXXI di Roma è in mostra un viaggio durato sei anni. Più di 200 scatti immortalano la straordinaria avventura in Amazzonia del celebre fotografo Sebastião Salgado. La retrospettiva, curata da sua moglie Lélia Wanick Salgado – produttrice cinematografica e ambientalista – è stata inaugurata lo scorso 1° ottobre e rimarrà all’interno del museo fino al 13 febbraio 2022.

La mostra è un’esperienza immersiva. Oltre all’opera di Salgado, sono riprodotti i versi degli animali della Foresta, il rumore delle cascate, il fruscio delle foglie. Tutti raccolti in loco e posizionati all’interno del percorso espositivo grazie al lavoro del musicista Jean-Michel Jarre.

Salgado ci porta nel cuore fragile del pianeta, ma è soltanto sensazionalismo? - Gay.it
Rio Jutaí. Stato of Amazonas, Brasile, 2017 – © Sebastião Salgado/Contrasto.

Sebastião e Lélia Wanick Salgado vogliono far riflettere sulla fragilità di questo ecosistema e sulla precarietà del suo equilibrio. La Foresta Amazzonica svolge uno dei ruoli principali nel mantenimento della vita sulla Terra. Dà più del 20% dell’ossigeno che utilizziamo per i nostri processi vitali e al suo interno coesistono migliaia di specie animali e vegetali, oltre che differenti tribù indigene.

Soprattutto negli ultimi anni è stata fortemente minacciata. A danneggiarla hanno concorso la deforestazione, l’esproprio di terre da parte delle multinazionali, i numerosissimi incendi di vasta dimensione e le politiche scellerate di Bolsonaro. Inutile dire quanto questi elementi siano interconnessi tra loro.

Salgado ci porta nel cuore fragile del pianeta, ma è soltanto sensazionalismo? - Gay.it
Indiana Yawanawá. Stato di Acre, Brasile, 2016 – © Sebastião Salgado/Contrasto.

In opposizione alle grandi politiche distruttive, ci sono esempi virtuosi di unione e mediazione tra culture. La biologa italiana Emanuela Evangelista è l’unica occidentale a vivere in Amazzonia, dopo numerosi viaggi, ha sposato un indigeno ed è stata accolta all’interno di una tribù composta da circa sessanta indiani. La sua vita procede nel cuore del Brasile, con pochissime comodità e mezzi di comunicazione, in totale accordo con le usanze locali.

Salgado ci porta nel cuore fragile del pianeta, ma è soltanto sensazionalismo? - Gay.it
Famiglia Ashaninka. Stato di Acre, Brasile, 2016 – © Sebastião Salgado/Contrasto.

All’interno della mostra, interamente di foto in bianco e nero, si susseguono le vedute aeree mozzafiato, le particolari condizioni climatiche tipiche dell’Amazzonia e gli indigeni in posa o durante lo svolgimento delle loro pratiche quotidiane: un quadro complessivo della vita nella Foresta con gli elementi che contraddistinguono e rendono unico questo ecosistema.

Salgado ci porta nel cuore fragile del pianeta, ma è soltanto sensazionalismo? - Gay.it
Giovani donne Suruwahá. Stato di Amazonas, Brasilel, 2017 – © Sebastião Salgado/Contrasto.

«Parlare di una realtà diventata spettacolo è di un provincialismo che lascia senza fiato. Equivale infatti a universalizzare il modo di pensare di una piccola popolazione istruita che vive nei paesi ricchi del mondo, dove l’informazione è stata trasformata in intrattenimento». (S. Sontag, Davanti al dolore degli altri, 2003)

Diverse volte Salgado è stato criticato per le sue fotografie. Pur parlando – tramite i suoi scatti – di migrazioni, dello sfruttamento nelle miniere d’oro, delle tribù indigene in via d’estinzione, si è fermato sempre un passo prima della denuncia giornalistica e d’inchiesta. Le sue opere appaiono essenzialmente anonime e sensazionalistiche. La più grande saggista americana, Susan Sontag, in Davanti al dolore degli altri, sottolinea l’importanza che riveste la contestualizzazione e soprattutto, trattandosi di foto, la didascalia. Sontag critica a Salgado la difficoltà che si ha, nelle sue esposizioni o nei cataloghi, nel tracciare una linea netta e riconoscere le dinamiche e i luoghi di sfruttamento e di sofferenza.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Due megattere maschio fanno sesso, storico primo avvistamento alle Hawaii (FOTO) - Due megattere maschi fanno sesso storico primo avvistamento alle Hawaii - Gay.it

Due megattere maschio fanno sesso, storico primo avvistamento alle Hawaii (FOTO)

News - Redazione 1.3.24
discorso-d-odio-politici-europei

Discorso d’odio anti-LGBTQIA+ in crescita nelle aule istituzionali europee: “I diritti umani sono in discussione”

News - Francesca Di Feo 1.3.24
Federico Massaro, Grande Fratello

Grande Fratello, il messaggio di Federico Massaro per il fratello transgender

Culture - Luca Diana 29.2.24
Grande Fratello, chi vincerà secondo i bookmaker? - Grande Fratello 2023 - Gay.it

Grande Fratello, chi vincerà secondo i bookmaker?

News - Luca Diana 3.3.24
David Utrilla - da 37 anni vive con Hiv

A volte dimentico di avere l’Hiv: la nostra serie per raccontare l’importanza dell’equazione U=U

Corpi - Daniele Calzavara 2.3.24
stati-uniti-transfobia-omofobia-antisemitismo-e-suprematismo-bianco-dilagano-nelle-fila-del-partito-repubblicano (2)

Stati Uniti: transfobia, omofobia, antisemitismo e suprematismo bianco dilagano nel Partito Repubblicano

News - Francesca Di Feo 1.3.24

Continua a leggere

FR*CINEMA

A Roma arriva FR*CINEMA, tra film queer e riappropriazione culturale

Cinema - Redazione Milano 28.2.24
Ferzan Ozpetek lancia Nuovo Olimpo: "Io non racconto gay o etero, racconto le persone come sono fatte, senza censure" - Nuovo Olimpo di Ozpetek - Gay.it

Ferzan Ozpetek lancia Nuovo Olimpo: “Io non racconto gay o etero, racconto le persone come sono fatte, senza censure”

Cinema - Federico Boni 22.10.23
Amaury Lorenzo, l'attore brasiliano della soap Terra e Paixão fa coming out - Amaury Lorenzo - Gay.it

Amaury Lorenzo, l’attore brasiliano della soap Terra e Paixão fa coming out

Culture - Redazione 24.10.23
Roma lgbtqia+

Coming Out Day 2023, il comune di Roma celebra la giornata dicendo basta all’omobitransfobia

News - Redazione 10.10.23
i want you to know my story di Jess Dugan

Tra nuovi sguardi e corpi fuori dagli schemi: benvenutə al Gender Bender 2023!

Culture - Riccardo Conte 24.10.23
Photograph: EPA (THE GUARDIAN)

Patti Smith su sessualità e genere: “Non importano le etichette, quello che conta è la libertà”

Musica - Redazione Milano 3.10.23
telefono Insulti froci checche scarti omofobia roma gay help line

“Fr*ci di m*rda, scarto della società”: a Roma insulti a coppia gay dopo la disdetta di una prenotazione

News - Redazione Milano 19.10.23
io che amo solo te

Io che amo solo te: una storia d’amore al teatro, come antidoto alla paura

Culture - Riccardo Conte 17.11.23