Humza Yousaf nuovo premier di Scozia, un politico musulmano in difesa dei diritti LGBTQIA+

Sconfitta l'ultra cattolica omotransfobica Kate Forbes, festeggia la comunità queer di Scozia.

ascolta:
0:00
-
0:00
Humza Yousaf nuovo premier di Scozia, un politico musulmano in difesa dei diritti LGBTQIA+ - Humza Yousaf - Gay.it
2 min. di lettura

37 anni ex ministro della salute, Humza Yousaf è stato scelto come nuovo leader del partito indipendentista dopo le dimissioni di Nicola Sturgeon e oggi sarà formalmente eletto dal parlamento come primo premier scozzese musulmano della storia della nazione e dei governi britannici. Yousaf ha sconfitto i rivali più conservatori Kate Forbes e Ash Regan, facendo sua una tumultuosa corsa elettorale che ha messo in luce profonde divisioni nel Partito Nazionale Scozzese.

A celebrare la sua elezione anche la comunità LGTQIA+ di Scozia, perché Yousaf ha condotto una campagna a sostegno dei diritti LGBTQ. John Nicolson, deputato dell’SNP, ha sottolineato come Humza sappia perfettamente che i giovani amano la visione di “una Scozia indipendente liberale, ed egualitaria”. “La sua campagna ha promesso un’agenda progressista di tassazione equa, difesa dei diritti LGBT+ dall’attacco di Westminster e sostegno ai vulnerabili in patria e all’estero“.

Yousaf ha rinnovato la promessa di voler sfidare il governo del Regno Unito in difesa della tanto contestata legge scozzese sull’autodeterminazione di genere (GRR), per la prima volta nella storia britannica ‘bloccata’ dal parlamento inglese. Jayne Ozanne, direttrice della Ozanne Foundation e attivista per i diritti LGBTQ+, si è definita “sollevata” dinanzi alla vittoria di Yousaf. “Un grande giorno per gli scozzesi, in particolare per gli scozzesi LGBT+!”, ha cinguettato. “Congratulazioni a Humza Yousaf!!”.

D’altronde in corsa per la leadership c’era anche Kate Forbes, cristiana devota e praticante che ha trascorso l’intera campagna elettorale ad inviare messaggi omotransfobici, dicendosi contraria al matrimonio egualitaria e definendo una “scelta” le terapie di conversione. Non contenta, ha detto che una donna trans non sarebbe altro che un “maschio biologico che si identifica come donna”. Un incubo eventuale, la sua elezione, fortunatamente scongiurato.

Humza Yousaf ha invece promesso di lottare per i diritti LGBTQ+.

Se sarò eletto… puoi essere assolutamente sicuro che avrai un leader che non solo proteggerà i tuoi diritti, non si limiterà a difendere i tuoi diritti, ma li promuoverà assolutamente in una Scozia progressivamente e socialmente giusta“, disse poche settimane fa a PinkNews. “Spero che prima o poi la Scozia possa diventare una nazione indipendente. Ma anche entro i confini della devoluzione, proteggerò quei diritti nel miglior modo possibile“.

Yousaf, sposato con due figli, figlio di immigrati da Pakistan (padre) e Kenya (madre), ha annunciato che vieterà le terapie di conversione, nel caso in cui il governo di Londra dovesse continuare a tardare in tal senso. Pur essendo musulmano praticante, Humza ha ribadito di voler sostenere i diritti LGBTQIA+ perché “la mia religione non ha nulla a che fare con la politica“.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Alberto De Pisis

Alberto De Pisis, tra carriera, amori e speranze per il futuro: “Mi piacerebbe diventare papà” – intervista

Culture - Luca Diana 28.2.24
I film LGBTQIA+ della settimana 26 febbraio/3 marzo tra tv generalista e streaming - film queer - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 26 febbraio/3 marzo tra tv generalista e streaming

News - Federico Boni 26.2.24
FR*CINEMA

A Roma arriva FR*CINEMA, tra film queer e riappropriazione culturale

Cinema - Redazione Milano 28.2.24
Ghana legge anti LGBTI approvata dal parlamento

Ghana, il parlamento approva la legge anti-LGBTI, il Presidente Akufo-Addo firmerà?

News - Giuliano Federico 28.2.24
Federico Massaro, Grande Fratello

Grande Fratello, il percorso di Federico Massaro dopo l’uscita di Vittorio Menozzi

Culture - Luca Diana 27.2.24
Si conoscono da bambini ad una festa, 26 anni dopo si sono fidanzati. La bellissima storia di Kenny e Aaron - La bellissima storia di Kenny e Aaron - Gay.it

Si conoscono da bambini ad una festa, 26 anni dopo si sono fidanzati. La bellissima storia di Kenny e Aaron

Culture - Redazione 29.2.24

Continua a leggere

elon-musk-gina-carano

Licenziata da Disney per le sue battute omobitransfobiche, Elon Musk pagherà la battaglia legale di Gina Carano

News - Francesca Di Feo 15.2.24
Cher al fianco della comunità trans in vista delle elezioni USA del 2024: “Dobbiamo restare unitə” - cher 1536x1004 1 - Gay.it

Cher al fianco della comunità trans in vista delle elezioni USA del 2024: “Dobbiamo restare unitə”

Musica - Federico Boni 19.10.23
Associazioni LGBTQIA+ italiane in piazza per dire basta alla criminalizzazione degli attivisti russi - sit in Russia 8 - Gay.it

Associazioni LGBTQIA+ italiane in piazza per dire basta alla criminalizzazione degli attivisti russi

News - Redazione 11.1.24
Angelica Ross di Pose e AHS annuncia che "lascerà Hollywood" per buttarsi in politica - Angelica Ross di Pose - Gay.it

Angelica Ross di Pose e AHS annuncia che “lascerà Hollywood” per buttarsi in politica

Cinema - Redazione 26.9.23
roccella-teoria-del-gender

Il Consiglio d’Europa all’Italia: “Gli attacchi alla comunità LGBTQIA+ sono violazioni dei diritti umani”

News - Federico Boni 19.12.23
marcomengonitayloswift

Marco Mengoni è la nostra Taylor Swift?

Musica - Mandalina Di Biase 3.10.23
sondrio-manifesti-pro-vita-risposta-lgbtqia

“Manifesti Pro Vita disumani” la risposta LGBTQIA+ a Sondrio è esemplare

News - Francesca Di Feo 12.12.23
elezioni-indonesia-2024

Indonesia, estrema destra anti-LGBTI+ verso la vittoria, chi è Prabowo Subianto leader di Gerindra

News - Francesca Di Feo 16.2.24