Spagna gay e LBTQ+ friendly. Le nuove mete da scoprire quest’autunno

Bilbao, Málaga, Siviglia e València. Città magiche, a poche ore di volo dall’Italia, che custodiscono tesori tra i più preziosi al mondo ed una movida queer molto attiva

spagna gay friendly, bilbao, malaga, valencia, siviglia
10 min. di lettura

Abbiamo preparato una nuova e completa guida dedicata alla Spagna gay friendly da visitare questo autunno.

Se hai scelto questa terra dal clima mite e che può contare su 3.000 ore di luce all’anno, probabilmente già saprai che si tratta di un Paese inclusivo, storicamente capace di riconoscere la pluralità degli orientamenti sessuali e delle identità di genere attraverso leggi come il matrimonio tra persone dello stesso sesso, in vigore dal 2005.

Molti turisti LGBT+ italiani, nel pensare alla loro vacanza in Spagna, si focalizzano su metropoli come Madrid e Barcellona oppure su isole come le Baleari e le Canarie. Luoghi chiaramente che offrono una gran varietà di esperienze friendly. Non sono, tuttavia, gli unici.

Anche comunità autonome spagnole come l’Andalusia e i Paesi Baschi sono destinazioni molto amate dal turismo LGBT+ internazionale: città andaluse, come Málaga, Siviglia e València, e città basche, come Bilbao, sono ottimi esempi di mete intriganti per la comunità queer mondiale, grazie alle varie attività, eventi e servizi ricettivi pensati esclusivamente per essa.

Partiamo proprio dalle città di Bilbao, Málaga, Siviglia e València, tra i Paesi Baschi e l’Andalusia, luoghi ricchi di tesori unici al mondo e accoglienti nei confronti della comunità LGBT+, luoghi nei quali potrai sentirti al sicuro nel camminare mano mano nella mano con il tuo compagno o la tua compagna, senza subire alcun tipo di discriminazione per il tuo orientamento non eterosessuale e/o per la tua identità di genere non cisgender.

Bilbao

bilbao gay friendly

Bilbao è una città moderna, punto di riferimento della scena LGBT+ europea. La più grande e famosa città dei Paesi Baschi non ha un vero e proprio distretto dedicato alla comunità gay, lesbica, bisessuale e trans, in quanto tutta la città si può definire LGBT+ friendly.

Qui di seguito, oltre ad accennare alle attrattive turistiche che qualsiasi persona venga a Bilbao non deve assolutamente perdere, porremo l’accento sui luoghi pensati per la comunità queer, così che tu possa costruire un itinerario ad hoc e possa godere a 360 gradi di quello che la città offre.

Se, invece, vuoi scoprire quali sono le spiagge gay vicino a Bilbao ti invitiamo a leggere questa guida: Spagna Friendly: 5 esperienze che non hai mai fatto

Cultura

bilbao gay friendly cosa vedere

Soggiornare a Bilbao e non fare un tour al Guggenheim Museum, il museo di arte contemporanea simbolo della città e visitato da turisti di tutto il mondo, è come andare a Roma e non vedere il Colosseo.

La collezione permanente del museo comprende opere d’arte del Novecento, molte delle quali di arte contemporanea basca e spagnola.

Interessante e da leggere è anche il programma di eventi offerto dal centro congressi e di spettacoli Euskalduna Palace, il secondo edificio più grande della città dopo il Guggenheim.

Chiaramente non dovrai farti mancare un giro nella città vecchia di Bilbao: sulla riva orientale del fiume Nervión si concentrano i principali esempi di architettura storica, oltre a negozietti tipici e bar caratteristici.

Su Spain.info potrai trovare altre informazioni pratiche per organizzare il tuo itinerario culturale a Bilbao.

Festival LGBT+ durante tutto l’anno a Bilbao

pride bilbao bizkaia, bilbao gay friendly

Se capiti qui nella settimana dal 18 al 20 giugno, potrai assaporare l’atmosfera del Pride che si dipana per tutta la città: originale e caratteristica è la parata galleggiante che avviene tramite imbarcazioni sul fiume Nervión. Il Bilbao Bizkaia Pride è un evento unico, una manifestazione dell’orgoglio che sicuramente non hai mai visto altrove.

Il programma, della durata di 4 giorni, include show e ed eventi all’aperto con talenti locali ed internazionali, oltre a offrire un ampio ventaglio di servizi culturali, enogastronomici ed un’agenda (Off Pride) in vari punti della città. Dal palco grande del Bilbao Arenal potrai, inoltre, partecipare gratuitamente a concerti ed esibizioni live di artisti quali Kate Ryan, Las Bistecs e Sandra Love.

Ma non c’è soltanto il Pride nel mese di giugno. Ci sono tanti altri festival con presenza LGBTI+ durante il corso dell’anno. Eccone, qui di seguito, alcuni:

  1. BASOA, l’evento di musica elettronica durante il Bilbao BBK Live, il festival musicale che si tiene dal 7 al 9 luglio di ogni anno;
  2. Bay of Biscay (dal 24 al 26 luglio), una tre giorni di celebrazione della musica, del vino e della cultura basca;
  3. BIME LIVE, l’International Music Conference& Festival che si terrà quest’anno in autunno dal 28 al 30 ottobre;
  1. ZineGoak (Gaylesbotrans Bilbao International Film and Performing Arts Festival), che si tiene solitamente a febbraio nella città di Bilbao e a marzo in un gran numero di città basche. Una manifestazione cinematografica oggi diventata un punto di riferimento per i festival LGBT a livello internazionale.

Málaga

malaga gay friendly, malaga lgbt

La città natìa di Picasso, in terra andalusa, trovandosi al Sud della Spagna presenta in qualsiasi giorno dell’anno un clima mediterraneo, mite, con inverni non troppo freddi e poco piovosi ed estati calde, soleggiate. Città ideale, quindi, anche per un week end in pieno autunno dove magari, in alternativa ad un bagno al mare, potrai esplorare questo gioiello andaluso.

Il centro non è grande, quindi puoi girarlo anche se soggiorni qui un week end. Ecco, qui di seguito, quello che la città ti offre da un punto di vista culturale, non soltanto relativo alla storia di Málaga, ma anche per quanto riguarda le persone gay, lesbiche, bisessuali e transessuali.

Cultura

malaga gay, vista dai tetti

La cattedrale di Málaga è uno dei punti principali da cui partire per la tua visita del centro storico, chiamata anche “La Manquita” per la torre destra incompiuta. Da qui potrai scoprire altre perle della città, come l’Alcazaba, una delle più famose fortezze andaluse e poi Plaza de Toros, uno degli edifici più antichi di Málaga, costruita nel 1874 ed oggi fra i più importanti patrimoni storici della Spagna.

Impagabile è la vista sui tetti della città, che puoi ammirare salendo ad esempio nella torre della cattedrale oppure dal Castello di Gibralfaro, il luogo probabilmente migliore da cui godere del panorama di Málaga.

Essendo la città nella quale è nato uno dei più importanti pittori del Novecento, fare una visita alla casa natale di Picasso è d’obbligo, se tu e lə tuə partner siete amanti dell’arte contemporanea.

Passeggiando lungo la strada pedonale Marqués de Larios oppure sul viale Muelle 1 ti accorgerai quanto suggestiva è questa città, decorata di splendidi fiori e costellata di negozietti tipici e ristoranti, questi ultimi luoghi ideali dove provare i tipici churros, che si possono degustare a qualsiasi ora del giorno.

A proposito di gastronomia, lo stile arabo della città ti farà venire voglia di gustare dolci arabi: potrai trovarli in una delle tante pasticcerie, pronta a sfornarteli quando desideri.

E da un punto di vista LGBT+, cosa c’è a Málaga? Lo scoprirai proseguendo nella lettura.

Festival, eventi e divertimento LGBT+ a Málaga

malaga lgbt, spagna gay

A pochi chilometri da Málaga (20 minuti circa di taxi) c’è il più grande “villaggio LGBT+ d’Europa”, così almeno è come viene definito. Stiamo parlando di Torremolinos con oltre 50 bar e club gay e LGBT+friendly a pochi passi dalle spiagge.

Tra gli eventi più importanti, c’è il Wonder Gay Festival Torremolinos, che si svolge ogni anno a luglio: feste in piscina ed eventi per tutto il giorno e la notte, luoghi ideali per conoscere nuove persone.

Ma anche in autunno e durante altri mesi si tengono altri Festival. Quest’anno ad esempio, dall’8 al 13 ottobre 2021, si è tenuto l’Infinity Gay Festival di Torremolinos, dove migliaia di ragazzi spagnoli e stranieri hanno festeggiato in spiaggia, per l’ultima volta, la fine dell’estate. Gli Infinity party ospitano alcuni dei migliori DJ del mondo, gogo boys ed artisti internazionali molto sexy.

EDEN Beach Club è, invece, uno dei locali preferiti dai gay, aperto tutto l’anno e con feste fantastiche durante la settimana del Pride nel mese di giugno.

Siviglia

siviglia gay friendly

La città con il più ricco patrimonio storico e monumentale dell’Andalusia è Siviglia, con circa 300 monumenti dichiarati Beni di Interesse Culturale. Alla sera la città si tinge dei colori arcobaleno: sono molti i turisti LGBT+ che frequentano i diversi locali e club pensati per loro. Non tutti sanno, inoltre, che Siviglia è la prima città europea ad avere la più numerosa comunità LGBT (in percentuale rispetto al totale della popolazione).

Non resta, quindi, che partire! Dall’Italia Siviglia è ben collegata: ci sono voli economici e diretti, come quelli della compagna aerea Ryanair e che partono da città come Milano. La durata del viaggio è di circa due ore e mezza.

Prosegui nella lettura di questa guida per scoprire di più sulla cultura e sul divertimento LGBT+ di Siviglia.

Cultura

cosa vedere a siviglia, spagna gay friendly

Moschee, minareti, chiese, basiliche, necropoli, graffiti primitivi, vie urbane di origine romana e islamica, mulini, palazzi e musei: questo e tanto altro offre Siviglia, che ha ereditato molto dalla storica architettura islamica. È proprio la monumentalità di Siviglia a lasciarti senza parole.

Se soggiorni nella città per un week end, non dovrai farti mancare perdere questi 3 tesori, dichiarati Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco:

  • Il Real Alcázar, palazzo che è stato residenza di molti re nel corso dei secoli. Ancora oggi è la residenza ufficiale a Siviglia dei Re di Spagna. L’ingresso per la visita al piano inferiore dell’Alcazar ha un costo di 13,50 euro (per pensionati e studenti fino a 30 anni il costo del biglietto è di 6 euro). Per visitare il “Cuarto Real Alto” occorre pagare 5,50 euro in più.
  • La Cattedrale, il più grande tempio gotico del mondo e il terzo della cristianità dopo San Pietro in Vaticano e St. Paul Cathedral a Londra. Tra le caratteristiche più suggestive ci sono le vetrate istoriate e gli altri soffitti a volta;
  • La Giralda. La torre campanaria della cattedrale di Siviglia, che unisce diversi stili architettonici di differenti civiltà e che, ai suoi tempi, era la torre più alta del mondo con i suoi 97,5 metri di altezza. Salendo sulla torre è possibile godere del panorama di tutta Siviglia.

Su Spain.info potrai trovare altre informazioni pratiche per la tua visita a Siviglia.

È giunto il momento di focalizzarci sulla nightlife LGBT+ che, come abbiamo anticipato nel paragrafo introduttivo di questa città, è molto attiva.

Locali, eventi e divertimento LGBT+ a Siviglia

pride sevilla, siviglia gay friendly

Da aggiungere al tuo itinerario ci sono questi bar e discoteche:

  1. El Bosque Animado, un bar sempre aperto e tra i più frequentati della città dalla clientela LGBT+;
  2. Men to Men, locale gay dove puoi goderti serate di drag show, musica ed altri spettacoli intriganti;
  3. Itaca, la discoteca gay più famosa della città (il giovedì e il sabato sono molto frequentate dai sivigliani);
  4. El Baron Rampante, aperto il weekend e ideale per ascoltare musica live.

Ad ogni modo, troverai altri punti di ritrovo della comunità LGBT+ sivigliana nel distretto Alameda de Hércules.

Tra gli eventi più importanti segnaliamo i seguenti:

València

valencia gay friendly

 

Ultima città che vogliamo farti conoscere attraverso questa guida è València, altro luogo suggestivo con una storia millenaria e che, da un punto di vista di spiagge, mare, gastronomia, cultura e divertimento LGBT+ offre tantissimo.

Impossibile fare un elenco di tutte le cose che non dovresti perderti a Valencia. Per maggiori approfondimenti, ti invitiamo a guardare il sito Spain.info, dove potrai trovare tutte le informazioni che desideri a riguardo di questa perla del’Est della Spagna.

Qui di seguito cercheremo comunque di selezionare per te i luoghi migliori da visitare per una fuga di qualche giorno, oltre a darti spunti utili per trascorrere serate di divertimento LGBT+ da solə oppure in compagnia dei tuoi amici o delə tuə partner.

Cultura e Natura

mercato valencia, spagna gay friendly

Ogni angolo del centro storico di València regala ai turisti una sensazione di stupore. Tra le tante attrattive della città ecco alcune che non devi perdere: il Santo Graal nella Cattedrale; la Borsa della Seta (Lonja de la seda), perla del gotico civile; il Mercato Centrale, uno dei più vivaci d’Europa; l’antico foro romano nel Museo dell’Almoina; le Torri di Serranos oppure il Miguelete per godere di una vista imbattibile della città.

Da un punto di vista museale, la città è ricchissima: sono più di 30 i musei che vanno da quello delle Belle Arti alla Scienza La città ha più di 30 musei per tutti, da quello di Belle Arti al museo delle Scienze, dal museo dei soldatini di piombo al museo nazionale della ceramica.

Ti consigliamo di abbinare la visita al centro storico ad un giro in bicicletta lungo i luoghi naturali della città, come quello ad esempio lungo il vecchio corso del fiume Turia, dove potrai fare dei picnic in questi bellissimo parchi: il Parco de Cabecera e il Bioparc.

Nightlife LGBT+ a València

movida lgbt a valencia, spagna gay

I valenciani hanno la reputazione di essere molto più accoglienti di altre città europee e basta camminare lungo le strade della città per vedere adesivi e bandiere arcobaleno esposte davanti a molti negozi e locali. València è stata candidata anche ad a ospitare i Gay Games 2026.

Se sei gay, lesbica, trans*, bisex o ti identifichi nel termine ombrello queer, a València sarai completamente al sicuro e potrai goderti in tutta tranquillità la movida LGBT+ della città.

Tra i bar e le discoteche (che sottolineiamo essere “miste”) segnaliamo i seguenti:

  • Il Venial, in Calle Quart, una discoteca tra le più conosciute a València. L’ingresso è gratuito per tutta la settimana, ad eccezione dei weekend durante i quali è previsto il pagamento del biglietto;
  • Fetish Morning’s Social Club: nonostante il nome, non si tratta di un club fetish. Si tratta, comunque, di un club che fa divertire i suoi associati con musica ed eventi esclusivi
  • Barberbirborbur: in Carrer Mossén Feminia, una discoteca molto celebre nel distretto queer della città.
  • The Muse: in Calle Ruaya, un disco-pub dai prezzi bassi e dal divertimento assicurato.

Ti invitiamo a controllare le pagine social di questi locali per sapere di più riguardo a chiusure ed eventuali restrizioni legate alla pandemia da Covid-19.

Eventi importanti LGBT+

pride valencia, spagna gay, spagna lgbt

Ecco 3 degli eventi più famosi dedicati alla comunità LGBT+:

  1. Festival Mostra la Ploma: il festival cinematografico LGBT+, che permette di conoscere una selezione di cortometraggi e lungometraggi basati sulle diverse realtà legate all’orientamento sessuale e all’identità di genere. Oltre alle proiezioni, questo festival cinematografico organizza attività parallele, come incontri di scrittori, recital di poesia o laboratori per bambini;
  2. Jocs Taronja: un torneo, organizzato ogni 2 anni, che è stato istituito con lo scopo di combattere l’omofobia nello sport. Durante questa manifestazione sono diversi gli sport coinvolti: calcio, quidditch, pallavolo, nuoto, alpinismo e tennis.
  3. Giornata dell’orgoglio LGBT+. La parata, che si tiene nel mese di giugno di ogni anno, attraversa le strade della città fino alla piazza del Ayuntamiento (Municipio) per rivendicare i diritti e l’uguaglianza del movimento per i diritti LGBT+.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
Antonio Minerba 17.10.21 - 16:30

Una piccola correzione: Valencia non è l'ultima città dell'Andalucia. È la capitale della Comunità Valenciana. Il Venial è chiuso già da qualche anno ;-)

Trending

Roberto Vannacci

Roberto Vannacci avrebbe truffato lo Stato secondo l’indagine della procura militare

News - Giuliano Federico 24.2.24
John Cena è su Only Fans?

Ma John Cena è davvero su Only Fans?

Culture - Riccardo Conte 23.2.24
Sentenza Bari due mamme Gay.it

Tribunale di Roma, sì alla trascrizione del certificato estero con due mamme

News - Redazione 26.2.24
Ricky Martin: "Se avessi fatto coming out nel 1999 credo che non avrei avuto lo stesso successo" - Ricky Martin per GQ - Gay.it

Ricky Martin: “Se avessi fatto coming out nel 1999 credo che non avrei avuto lo stesso successo”

Culture - Redazione 23.2.24
Eurovision 2024, Angelina Mango vola secondo i bookmakers. Le ultime quote - Angelina Mango - Gay.it

Eurovision 2024, Angelina Mango vola secondo i bookmakers. Le ultime quote

News - Redazione 23.2.24
La storia di Radclyffe Hall: così fu censurato il primo romanzo lesbico della letteratura - Sessp 38 - Gay.it

La storia di Radclyffe Hall: così fu censurato il primo romanzo lesbico della letteratura

Culture - Federico Colombo 20.2.24

I nostri contenuti
sono diversi

Siviglia, il nuovo Gesù che promuove la Pasqua scatena gli ultracattolici di destra: "É effeminato e sexy" - Siviglia il sexy Gesu che promuove la Pasqua scatena gli ultracattolici di destra 1 - Gay.it

Siviglia, il nuovo Gesù che promuove la Pasqua scatena gli ultracattolici di destra: “É effeminato e sexy”

News - Redazione 31.1.24
Pasquale Ciano, aggressione omofoba a Sitges: "Ho rischiato di perdere l'occhio" - Pasquale Ciano 2 - Gay.it

Pasquale Ciano, aggressione omofoba a Sitges: “Ho rischiato di perdere l’occhio”

News - Redazione 13.12.23
Mario Alcalde, il primo storico coming out di un torero spagnolo - Mario Alcalde coming out - Gay.it

Mario Alcalde, il primo storico coming out di un torero spagnolo

Corpi - Redazione 24.1.24
Vestidas de azul, la serie sequel di Veneno. Trailer e sinossi - Vestida de Azul 2 - Gay.it

Vestidas de azul, la serie sequel di Veneno. Trailer e sinossi

Serie Tv - Redazione 20.10.23
Gay Games 2026 a Valencia: una prospettiva unica sul fiore all'occhiello della costa orientale spagnola - valencia gay games 2026 - Gay.it

Gay Games 2026 a Valencia: una prospettiva unica sul fiore all’occhiello della costa orientale spagnola

Viaggi - Francesca Di Feo 21.12.23
natale-a-valencia

Natale 2023 a Valencia, paradiso invernale per grandi e piccinə, tutto da scoprire

Viaggi - Francesca Di Feo 21.11.23
valencia lgbtiq

Valencia LGBTIQ+ e i suoi dintorni, microcosmo sorprendente per i weekend d’autunno tra bellezza, gusto e cultura

Viaggi - Francesca Di Feo 19.10.23