Turismo gay-friendly: una forma di ghettizzazione?

Sul blog Fatto Quotidiano si parla di turismo gay. E nei commenti scoppia la polemica.

turismo lgbt gay
2 min. di lettura
Turismo gay-friendly: una forma di ghettizzazione? - turismo crociera gay friendly - Gay.it

Sul Fatto Quotidiano ci siamo imbattuti in un interessante articolo del blog di Francesca Petretto dedicato al turismo gay-friendly.

“Non sopporto l’accezione “gay friendly“ – esordisce l’attrice.

Trovo che questo bisogno di etichettare, di catalogare, di classificare dei luoghi o delle persone come “amichevoli coi gay”, sia una delle cose più tristi e ghettizzanti che mi sia mai capitato di sentire. Consultare Tripadvisor per trovare un buon hotel nel quale soggiornare e leggere tra i commenti dei visitatori “decisamente gay friendly”, mi provoca un istantaneo e per nulla piacevole brivido sulla schiena. Come se essere amichevoli e ben disposti con degli esseri umani sia qualcosa che esula dall’agire quotidiano, una stranezza, soprattutto in un hotel a quattro stelle dove, se va bene, ti sei giocato la tredicesima per un week end in camera matrimoniale all inclusive. E’ un po’ come la storia del cartello fuori dai negozi con su scritto “Tu non puoi entrare” rivolto ai nostri amici a quattro zampe, oppure qualcosa tipo “amici degli animali”, come se i gay fossero dei cagnolini di razza incerta, per i quali bisogna specificare i luoghi in cui sono ben accetti e quelli in cui no, le persone che sono “amichevoli” e quelle che, al contrario, li prenderebbero a badilate sulla schiena.

E ancora

Dopo varie riflessioni, mi chiedo questo: se non viene specificato che un posto è “gay friendly” che succede? Che arrivati lì, è meglio che i due malcapitati/e stiano ben attenti a non mostrare la loro “gaytudine”, altrimenti li cacciano a pedate sul sedere o gli sputano nel piatto di spaghetti? Oppure al momento di pagare, gli addebitano un surplus del 30% per aver ingannato l’attento receptionist dell’albergo, fingendosi semplici amici in vacanza, salvo poi essere beccati a limonare a bordo piscina, davanti a delle rispettabili famiglie-alfa?

In conclusione, secondo l’autrice, l’idea di turismo gay-friendly è in realtà una forma di auto-ghettizzazione:

La verità è che, purtroppo, i primi ad aver voluto che esistessero dei luoghi fatti apposta per loro, nei quali sentirsi accettati e rispettati, nei quali confrontarsi, sono stati proprio i gay. Per salvarsi da una società poco disposta ad accoglierli e a capirne le esigenze, hanno cercato di crearsi un mondo “amichevole” nel quale vivere in pace; un mondo privo di pregiudizi, ma a sua volta troppo chiuso e protetto che spesso tende ad enfatizzare e portare all’estremo, inutilmente, proprio quell’idea di “diverso” e di “altro”.

Siete d’accordo con Francesca Petretto? Come scegliete le vostre vacanze? Prediligete i locali gay-friendly o lo considerate un aspetto poco rilevante?
Fateci sapere la vostra opinione

L’articolo completo lo trovate su Il fatto quotidiano

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Challengers, recensione. Il travolgente ed eccitante triangolo omoerotico di Luca Guadagnino - TIRE TOWN STILLS PULL 230607 002 RC - Gay.it

Challengers, recensione. Il travolgente ed eccitante triangolo omoerotico di Luca Guadagnino

Cinema - Federico Boni 12.4.24
Marcella Bella e l'etichetta di "icona gay". A Belve non sa cosa significhi LGBT: "Lesbiche, gay, travestiti?" (VIDEO) - Marcella Bella a Belve - Gay.it

Marcella Bella e l’etichetta di “icona gay”. A Belve non sa cosa significhi LGBT: “Lesbiche, gay, travestiti?” (VIDEO)

Culture - Redazione 16.4.24
Marco Mengoni per un noto brand di gioielli

Marco Mengoni è un gioiello, ma la verità è che tutti guardano un’altra cosa

Musica - Emanuele Corbo 10.4.24
Challengers Guadagnino Josh O Connor Mike Faist Zendaya

Challengers, lo sceneggiatore Justin Kuritzkes: “Il tennis è davvero omoerotico”

Cinema - Mandalina Di Biase 15.4.24
Leo Gullotta e l'amore per Fabio Grossi a Domenica In: "Stiamo insieme da 43 anni, anni rispettosi, affettuosi, amorosi" - Leo Gullotta - Gay.it

Leo Gullotta e l’amore per Fabio Grossi a Domenica In: “Stiamo insieme da 43 anni, anni rispettosi, affettuosi, amorosi”

News - Redazione 15.4.24
Angelina Mango è pronta per l'Eurovision Song Contest che si terrà a maggio in Svezia

Perché Angelina Mango può vincere Eurovision 2024

Musica - Emanuele Corbo 11.4.24

Hai già letto
queste storie?

Numero Verde 800713713 Gay Help Line - 18 anni, 350.000 chiamate, il 51% da giovani -

Gay Help Line, 18 anni di supporto telefonico LGBTIAQ+ : 51% delle richieste arrivano da giovani – VIDEO

News - Gay.it 18.3.24
aggressione-omofoba-andria

Perse un occhio dopo aggressione omofoba, condannato a sei anni l’aggressore

News - Redazione 31.10.23
Jamie Lee Curtis contro l’omobitransfobia in nome della religione: "Amore e umanità sono il centro della comunità gay e trans" - Jamie Lee Curtis - Gay.it

Jamie Lee Curtis contro l’omobitransfobia in nome della religione: “Amore e umanità sono il centro della comunità gay e trans”

Culture - Federico Boni 10.11.23
panchina-arcobaleno-cavirago-reggio-emilia

Panchina arcobaleno imbrattata con svastiche e messaggi di odio: “Comunisti bast*rdi, morite”

News - Francesca Di Feo 6.11.23
vittorio menozzi gay iti mirko brunetti grande fratello

Grande Fratello, omofobia su Vittorio Menozzi, le battute di Mirko e Marco

Culture - Francesca Di Feo 1.12.23
Palermo aggressione omobitransfobica

Palermo, aggressione omobitransfobica, anche da parte di minorenni: “Se denunciate vi ammazziamo”

News - Francesca Di Feo 22.1.24
arcobaleno rainbow

Treviso, marmista licenziato perché gay fa causa all’azienda

News - Francesca Di Feo 29.11.23
russia-putin-comunita-lgbt-bambini

Russia, Putin sulla comunità LGBTQIA+: “Giù le mani dai bambini”

News - Redazione Milano 23.2.24