Ungheria: si chiude il processo contro l’attivista gay italiano

Ritirate le accuse contro Andrea Giuliano. Ma la battaglia è solo all'inizio.

Ungheria: si chiude il processo contro l'attivista gay italiano - andrea giuliano processo BS 1 - Gay.it
2 min. di lettura
Ungheria: si chiude il processo contro l'attivista gay italiano - andrea giuliano processo 1 - Gay.it

Si chiude con una “tregua” il processo dell’associazione xenofoba, omofoba e antisemita “Motociclisti dal sentimento nazionale” contro l’attivista lgbt Andrea Giuliano, reo di aver infangato il loro “buon” nome.
Tutto ebbe inizio durante la parata per l’orgoglio omosessuale di Budapest dell’anno scorso. In tale occasione il giovane parodiò il simbolo dell’associazione di motociclisti scatenando l’ira di questi. Seguirono minacce e appostamenti (non solo da parte di aderenti al movimento motociclistico), fino ad arrivare ad una taglia sulla sua testa di 10.000 dollari. A questa situazione sempre più insostenibile, Andrea rispose con una corposa denuncia ricca di elementi e prove a sostegno delle sue parole eppure, a distanza di mesi, la polizia locale non pare interessata ad approfondire ed indagare sul caso.
L’unico processo che invece ha avuto luogo, torniamo alla cronaca odierna, è quello che vede alla sbarra l’attivista.

IL PROCESSO CONTRO ANDREA GIULIANO
Durante l’udienza di questa mattina, ha avuto luogo un dibattimento dove sono emerse le posizioni delle parti.
Come raccontatoci Andrea Giuliano, i “Motociclisti dal sentimento nazionale” hanno rifiutato categoricamente di essere definiti come gruppo di “estrema destra”. L’attivista ha spiegato in aula, come aveva fatto nella nostra intervista, che la scelta di parodiare i Motociclisti (e non altri) era dovuta ad un facile gioco di parole con il nome dell’associazione. Andrea ha precisato, però, che il suo attacco era rivolto all’intera destra estrema ungherese, di cui i motociclisti sono solo un’espressione.
Il presidente dei motociclisti ha poi aggiunto: “Il nostro movimento non ha mai attaccato la vostra comunità”. Magari vogliono “dare gas” agli ebrei ma, a quanto dichiarano, niente contro i gay.

Durante l’udienza si è parlato anche della taglia da 10.000 dollari lanciata sulla fan page del movimento e poi subito rimossa. Su questo punto, il presidente si è difeso sostenendo di non esserne assolutamente al corrente, che si impegnerà nel fare luce a riguardo, e che entro 15 giorni si esprimerà in merito.

Alla fine, quasi a sorpresa, l’accusa ha scelto di ritirare le accuse contro Andrea: il processo si conclude con la stretta di mano tra il giovane e il presidente dei “Motociclisti dal sentimento nazionale”.

Andrea torna a casa (l’ennesima in cui si è trovato costretto a trasferirsi) con una prima vittoria in mano ma questo, purtroppo, è solo l’inizio. Ora la battaglia di Andrea prosegue contro tutti gli estremisti che in questi mesi lo hanno molestato e minacciato di morte. Li porterà in tribunale, se mai le autorità decidessero di analizzare le scartoffie impolverate con tutte le prove.

Approfondimento: Le minacce di morte ad Andrea non sono poi così distanti da noi

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Cannes 2024, ecco i 17 film LGBTQIA+ in corsa per la Queer Palm - Block Pass - Gay.it

Cannes 2024, ecco i 17 film LGBTQIA+ in corsa per la Queer Palm

Cinema - Federico Boni 17.5.24
15 persone famose che non sapevi fossero non binarie - 10 persone famose che non sapevi fossero non binarie - Gay.it

15 persone famose che non sapevi fossero non binarie

Corpi - Gio Arcuri 13.5.24
Rainbow Map 2024, l'Italia crolla al 36° posto su 49 Paesi per uguaglianza e tutela delle persone LGBT - rainbowmap - Gay.it

Rainbow Map 2024, l’Italia crolla al 36° posto su 49 Paesi per uguaglianza e tutela delle persone LGBT

News - Federico Boni 15.5.24
Taiwan, la drag queen Nymphia Wind si esibisce per la presidente uscente Tsai Ing-wen (VIDEO) - Nymphia Wind - Gay.it

Taiwan, la drag queen Nymphia Wind si esibisce per la presidente uscente Tsai Ing-wen (VIDEO)

News - Redazione 17.5.24
Sara Drago

Sara Drago: “La realtà è piena di diversità, sarebbe bellissimo interpretare un uomo” – intervista

Cinema - Luca Diana 11.5.24
Giornata omobitransfobia Girogia Meloni

Giornata contro l’omobitransfobia, le parole di Meloni e il post propaganda di Atreju

News - Giuliano Federico 17.5.24

I nostri contenuti
sono diversi

Jesse Baird e Luke Davies, ad uccidere la coppia sarebbe stato un poliziotto ex compagno di Baird - Jesse Baird e Luke Davies - Gay.it

Jesse Baird e Luke Davies, ad uccidere la coppia sarebbe stato un poliziotto ex compagno di Baird

News - Redazione 29.2.24
india-pranshu-influencer-morto-suicida

Addio Pranshu, a 16 anni si è tolto la vita, ucciso dal cyberbullismo omobitransfobico

News - Francesca Di Feo 27.11.23
Rimini, il vescovo Nicolò Anselmi partecipa alla Giornata della visibilità transgender: "Dio è padre di tutti" - Nicolo Anselmi Rimini - Gay.it

Rimini, il vescovo Nicolò Anselmi partecipa alla Giornata della visibilità transgender: “Dio è padre di tutti”

News - Redazione 8.4.24
salento pride 2024 a Lecce

Salento Pride 2024: il 6 luglio a Lecce

News - Redazione 26.2.24
Coming Out LGBTIAQ

Fare coming out ogni giorno nella società etero normata

News - Emanuele Bero 7.3.24
francia-proteste-trans

Francia, oltre 10.000 persone in piazza contro il disegno di legge che vieterebbe le terapie affermative per l* minori trans

News - Francesca Di Feo 7.5.24
Europee 2024, intervista a Monica Romano: “Femminismo, diritti e lavoro al centro, perplessa su Tarquinio candidato PD". E a Vannacci dice che... - Monica J. Romano - Gay.it

Europee 2024, intervista a Monica Romano: “Femminismo, diritti e lavoro al centro, perplessa su Tarquinio candidato PD”. E a Vannacci dice che…

News - Federico Boni 8.5.24
umbria pride 2024, il 1 giugno a Perugia

Umbria Pride 2024: a Perugia il 1° Giugno

News - Redazione 10.2.24