Zan risponde agli insulti di Stati Genderali: “Ognuno ha diritto di critica. Ad aprile riparte il ddl”.

Il deputato non si scompone. A Gay.it affida la replica agli attacchi.

Zan risponde agli insulti di Stati Genderali: "Ognuno ha diritto di critica. Ad aprile riparte il ddl". - GOLF 2021071314370538 03de0ad669bcee3c97b07444da5ab80d 1152x768 1 - Gay.it
Il parlamentare del Pd Alessandro Zan all'evento finale del Milano Pride 2021 presso l'Arco della Pace a Milano, 26 giugno 2021.ANSA/MOURAD BALTI TOUATI
2 min. di lettura

Ognuno ha diritto di critica. La mia storia parla da sola: dal pride nazionale di Padova organizzato quando militavo in Arcigay nel lontano 2002 ad oggi”, sereno il deputato Alessandro Zan risponde agli insulti ricevuti dal fronte degli Stati Genderali dalle colonne di DinamoPress (“frocia di potere omonazionalista”)

Impegnato con i lavori alla Camera, il deputato PD ed ex militante Arcigay reagisce agli attacchi con un virtuosismo di modestia. Una storia che parla da sola, dice. E basta in effetti guardare indietro al percorso dell’ex presidente di Arcigay Veneto, da sempre attivo sul fronte nei diritti, è stato coordinatore della campagna nazionale a sostegno dell’introduzione nell’ordinamento giuridico italiano del PACS, “Tutti in Pacs” che, in un tempo molto diverso da questo, riuscì con successo a portare in piazza migliaia di persone.

Ragiona da militante Lgbt+ e non si scompone: “Le associazioni e il movimento lgbtq+ sono e devono fare avanguardia pretendendo tutti i diritti” dice a Gay.it

Ad esempio, il loro ruolo nella stesura del ddl Zan è stato fondamentale, come è stata fondamentale l’indicazione netta di non accettare alcuna mediazione al ribasso nella trattativa politica. Così è stato: in Parlamento abbiamo tenuto la barra dritta su punti per noi irrinunciabili, come l’identità di genere o le attività nelle scuole. In Aprile il testo sarà “riabilitato” dopo il voto della cosiddetta tagliola e si potrà continuare la discussione, ben consapevoli però che quel voto e quell’applauso in Senato fotografano una composizione reazionaria e retrograda di quell’assemblea. La strada è stretta, ma fino all’ultimo minuto utile di questa legislatura ci proveremo senza esitazione, in continuo contatto, come è sempre stato, con il movimento“.

Il vicolo c’è dunque ma è appunto “stretto” come ricorda Zan. E anche affollato, proprio ieri Alessandra Maiorino, senatrice del M5s ha annunciato di voler “presentare ad aprile un nuovo testo che accanto all’introduzione dei reati di odio fondato sull’orientamento sessuale e l’identità di genere, preveda percorsi educativi nelle scuole“.

Zan ha così replicato: “Con Alessandra Maiorino e tutto il M5S c’è sempre stata grande sintonia sulle battaglie per i diritti civili e sono sicuro che continueremo a lavorare proficuamente assieme anche nei prossimi mesi. Io ripartirei dal ddl Zan perché quel testo è stato approvato alla Camera ed è stato sostenuto dalle piazze, popolate soprattutto da giovani, che in questi mesi si sono spese per questa legge”.

“Si tratterà di capire nei prossimi mesi se è possibile, attraverso piccole modifiche che non ne cambino i contenuti fondamentali, trovare delle convergenze che allarghino il consenso al Senato. Sappiamo che la strada è molto stretta ma ci dobbiamo provare fino all’ultimo giorno della legislatura“.

 

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Giovanni Donzelli foto instagram @giovadonze

Giovanni Donzelli di Fratelli d’Italia, outing di sua moglie che spiega “È un marito etero”

Culture - Mandalina Di Biase 9.4.24
BigMama Concertone Primo Maggio 2024

BigMama inarrestabile diventa conduttrice per il Concertone del Primo Maggio

Musica - Emanuele Corbo 15.4.24
Artur Dainese, Isola dei Famosi 2024

Isola dei Famosi 2024, la storia di Artùr Dainese: “A 16 anni sono venuto in Italia. Mi sentivo solo”

Culture - Luca Diana 16.4.24
Challengers Guadagnino Josh O Connor Mike Faist Zendaya

Challengers, lo sceneggiatore Justin Kuritzkes: “Il tennis è davvero omoerotico”

Cinema - Mandalina Di Biase 15.4.24
Challengers, recensione. Il travolgente ed eccitante triangolo omoerotico di Luca Guadagnino - TIRE TOWN STILLS PULL 230607 002 RC - Gay.it

Challengers, recensione. Il travolgente ed eccitante triangolo omoerotico di Luca Guadagnino

Cinema - Federico Boni 12.4.24
Mahmood è in tour in Europa per presentare l'album "Nei letti degli altri"

Mahmood più libero che mai sul palco, il suo tour strega l’Europa e “Tuta gold” conquista il triplo disco di platino

Musica - Emanuele Corbo 9.4.24

Leggere fa bene

Romania, il premier Ciolacu chiude alle unioni civili: "La nostra società non è pronta" - Marcel Ciolacu - Gay.it

Romania, il premier Ciolacu chiude alle unioni civili: “La nostra società non è pronta”

News - Redazione 24.11.23
decreto genitori

Corte d’Appello smentisce il decreto Salvini sulle carte d’identità dei minori: “Applicare la dicitura “genitori””

News - Redazione 15.2.24
elon-musk-gina-carano

Licenziata da Disney per le sue battute omobitransfobiche, Elon Musk pagherà la battaglia legale di Gina Carano

News - Francesca Di Feo 15.2.24
giorgia-meloni-uomo-dell-anno (2)

Giorgia Meloni “Uomo dell’Anno” per Libero: se il potere è concepibile solo al maschile

News - Francesca Di Feo 29.12.23
famiglie-arcobaleno

Perché la stampa italiana continua ad alimentare la fake news “genitore 1 e 2”, dicitura mai esistita?

News - Federico Boni 16.2.24
Gabriel Attal, il nuovo premier di Francia è il primo dichiaratamente gay nonché il più giovane di sempre - Gabriel Attal - Gay.it

Gabriel Attal, il nuovo premier di Francia è il primo dichiaratamente gay nonché il più giovane di sempre

News - Redazione 9.1.24
Roberto Menia di Fratelli d'Italia in Senato irride Macron: "Femmineo con pruriti muscolari" (VIDEO) - Roberto Menia di Fratelli dItalia in Senato irride Macron - Gay.it

Roberto Menia di Fratelli d’Italia in Senato irride Macron: “Femmineo con pruriti muscolari” (VIDEO)

News - Redazione 20.3.24
Europee 2024, il Pd e Tarquinio. Lui insiste: "Il DDL Zan non mi piace, sulle unioni civili dico "a ciascuno si dia il suo"" - Marco Tarquinio - Gay.it

Europee 2024, il Pd e Tarquinio. Lui insiste: “Il DDL Zan non mi piace, sulle unioni civili dico “a ciascuno si dia il suo””

News - Federico Boni 5.4.24