Guido Westerwelle: ecco il primo ministro gay della Germania

di

E' il vero vincitore delle elezioni tedesche ed è riuscito a portare il suo partito dal 6 al 15%. Avvocato di 48 anni, ha tutte le carte in...

2226 0

Potrebbe essere lui il nuovo ministro degli Esteri tedesco. Guido Westerwelle, leader del partito dei liberali, l’FDP, è il vero vincitore delle elezioni che si sono svolte ieri in Germania e che hanno riconfermato ai vertici del paese la prima cancelliera donna, Angela Merkel. Questa volta, però, la coalizione guidata dalla Merkel sarà di segno opposto alla precedente di centro-sinistra. Se da una parte, infatti, il partito social democratico ha subito una cocente sconfitta, a prendere il suo posto in coalizione è stato, appunto, l’FDP di Westerwelle, gay dichiarato e adesso ago della bilancia del secondo governo Merkel.

Da anni Guido Westerwelle, che ha appreso la notizia della vittoria insieme al suo compagno Michael Mronz, sogna di ricoprire il ruolo di Ministro degli Esteri e questa volta potrebbe essere quella giusta dato che ha dalla sua i numeri (il 15% dei consensi, un risultato mai ottenuto dai liberali dai tempi della sconfitta di Kohl nel 1998). In più, il 48enne avvocato non deve temere neanche concorrenza interna al partito perché è proprio a lui che i liberali devono il risultato a due cifre di questa tornata elettorale. Il futuro primo ministro degli Esteri gay della Germania non solo non ha mai fatto mistero del proprio orientamento sessuale, ma non perde occasione, in comizi e apparizioni pubbliche, per ironizzare sulla sua omosessualità.

Westerwelle, come si sa, non è l’unico politico di spicco apertamente omosessuale in Germania. Gli fanno compagnia il sindaco di Amburgo, il cristiano-democratico Ole von Beust al suo terzo mandato, e quello di Berlino Klaus Wowereit socialdemocratico dell’Spd, oltre a Volker Beck, deputato dei Verdi al Parlamento tedesco. Si può tranquillamente affermare che questo governo, al primato della prima cancelliera donna, aggiunge quello del primo ministro gay.

 

"Come GayNet, l’associazione italiana dei giornalisti omosessuali, non possiamo che esprimere grande soddisfazione per il successo del leader liberale tedesco Guido Westerwelle che, con il suo 14,5% conquistato alle elezioni tedesche, è diventato l’ago della bilancia per la formazione del nuovo governo – ha commentato Franco Grillini, presidente di GayNet -. Omosessuale dichiarato, convivente con il compagno imprenditore, Westwelle si è sempre battuto per i diritii della comunità lgbt svecchiando il partito liberale tedesco e portandolo su posizioni relamente progressiste in materia di diritti civili". "Guido Westerwelle (nella foto qui accanto con Jimmy Wales, uno dei fondatori di Wikipedia, ndr) si avvia a diventare il politico omosessuale dichiarato più importante del pianeta con i suoi probabili incarichi di vicecancelliere e di ministro degli esteri – ha continuato Grillini -. Ma c’è anche un altro famoso politico gay tedesco che sta emergendo: il sindaco di Berlino Klaus Wowereit  per la leadership del partito socialdemocratico.  Dopo la bruciante sconfitta elettorale della Spd sembra essere l’unico in grado di risollevare le sorti del partito".

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...