USA: etero e anziani i nuovi HIV+

di

Il fenomeno preoccupa gli attivisti che operano nel settore della prevenzione, in quanto tutti i programmi sono diretti ai giovani.

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


WASHINGTON – I contagiati dall’Aids hanno un volto nuovo: sono eterosessuali e hanno i capelli bianchi. Il fenomeno preoccupa gli attivisti che operano nel settore della prevenzione, in quanto tutti i programmi sono diretti ai giovani.

"Le donne dopo la menopausa non usano preservativi perche’ non hanno motivo di temere una gravidanza. Tra gli anziani il Viagra viene consumato quasi come l’aspirina. Di solito i medici neanche interpellano i pazienti ultracinquantenni sulla loro vita sessuale", ha detto Monica Dea, coordinatore del ‘Centro per la prevenzione e gli studi sull’Aids‘ dell’Universita’ della California, a San Francisco.

"Con la conseguenza – ha aggiunto Dea – che una fascia della popolazione viene oggi infettata a un ritmo preoccupante".

Non esiste una banca dati che rileva i casi d’infezione da Hiv, il virus che causa l’Aids. Ma i Centri federali di Atlanta (Georgia) per il Controllo delle Malattie (Cdc) hanno reso noto che la percentuale di americani sopra i 50 anni che hanno l’Aids e’ salita costantemente durante gli anni ’90.

"E’ un problema che non dovrebbe essere trascurato", ha ammesso Robert Janssen, direttore del reparto dei ‘Cdc’ per la prevenzione dell’Hiv e dell’Aids.

"Uno dei problemi maggiori e’ il fatto che i medici non solo non chiedono i pazienti anziani della loro vita sessuale, ma scoraggiano addirittura gli ultracinquantenni dal sottoporsi al test per l’Aids‘, ha detto Jane Fowler, una sieropositiva di 67 anni contagiata quando ne aveva 50 anni.

Gli attivisti sono preoccupati anche per il fatto che "i test clinici sui nuovi farmaci anti-Aids vengono effettuati esclusivamente su volontari giovani. Non si sa quindi se abbiano un effetto negativo quando vengono assunti insieme ai farmaci o agli ormoni contro l’invecchiamento".

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...