UNA LESBICA MOLTO CORTEGGIATA

di

Da Madonna, Enrique Iglesias, perfino da Eminem: è la dj Tracy Young

2622 0

Il suo remix di "Music", il singolo di Madonna, l’ha consacrata miglior DJ donna del 2000. Lei si chiama Tracy Young, ha trent’anni, è dichiaratamente lesbica e in pochi mesi ha sbalzato dal trono di regine DJ del calibro di Lidia Prim e Susan Morabito. Definita "la signora della House" con il suo ritmo ha sfondato il muro, fino ad oggi impenetrabile, del business maschile. Eppure, nonostante il grande successo, Tracy Young dice di non avere dimenticato i suoi primi passi come DJ: in un’intervista rilasciata a "The Advocate" racconta di quando era una studentessa all’Università del Maryland e suonava per i party delle confraternite e per le associazioni universitarie femminili. Per guadagnare i suoi primi 50 dollari ha dovuto trasportare personalmente tutto il suo equipaggiamento: "E’ stato terribile !".

Nata a Washington, la trentenne DJ americana vi ritorna dopo l’università e lì continua a suonare nei party e nei club della città per sbarcare il lunario. Poi, nel 1999, accade l’imprevisto: Tracy Young sta mixando nella sala Vip del "Barroom" nella spiaggia di Miami, quando arrivano Madonna e Gwyneth Paltrow seguite da Donatella Versace. A un certo punto sia Madonna che Donatella cominciarono a ballare la sua musica in modo sfrenato, per lei fu semplicemente fantastico. Qualche settimana più tardi Madonna le prenota un volo diretto a New York per mixare al party di presentazione del film "The Next Best Thing". E, come se non bastasse, la pop star le conferma la sua approvazione incaricandola di remixare il suo nuovo singolo "Music", a cui farà seguito il remix di "Don’t tell me". In quel momento Tracy Young sa di essere la prima donna, e lesbica, a cui la pop star si è rivolta per remixare le sue canzoni.

La Young e Madonna si erano conosciute per la prima volta sette anni prima in occasione di uno dei tanti party di Miami dove la DJ era stata invitata dalla comune amica Ingrid Casares, ma tra loro non scoccò alcuna scintilla, nessun feeling che potesse anticipare ciò che il futuro avrebbe loro riservato. Madonna è comunque sempre restata un punto di riferimento per Tracy: "Lei ha sempre fatto molto per i gay, quando ero giovane nei momenti più duri del mio lavoro, quelli in cui dovevo decidere se andare avanti oppure no, pensavo che se lei lo poteva fare, anch’io potevo e questo bastava a farmi proseguire". Ricordando i tempi passati, racconta che il suo nome cominciò a girare nei bar lesbici dove le ragazze si facevano un paio di bicchieri, tiravano i dadi, facevano i loro comodi e poi andavano a casa. Le feste migliori erano quelle miste, cioè gay e lesbiche, ma spesso capitava che le donne oltraggiassero gli uomini e allora si finiva col tornare a serate solo donne e questo le è sempre dispiaciuto, secondo lei non dovrebbero mai succedere cose simili, non ce n’è motivo.

Così, poco alla volta, la sua mentalità riuscì a conquistare la fiducia dei gay che la chiamarono a mixare per le loro feste esclusive e diventò una delle poche donne a suonare nei club per soli uomini. Nell’intervista a The Advocate, Tracy sottolinea che mixare per uomini non significa mixare come loro. Nel remix di Madonna, per esempio, c’è una prospettiva femminile, il suo mix è più musicale con una sezione di piano e di tastiere.

Agli inizi del 99 decide di spostarsi a Miami dove durante il giorno lavora per la Casa Discografica Interscope e di notte mixa in giro per locali. Il suo lavoro alla Interscope incluse inaspettatamente un’uscita con" il rapper omofobo Eminem". Si spaventò a morte. "E’ un uomo brillante e misero allo stesso tempo, uno che gira nella direzione sbagliata, quando uscivo con lui ero pietrificata, lui odia tutto ciò che non comprende, vai su un argomento e resti pietrificata, non sono mai voluta restare da sola con lui" racconta. Dopo un anno Tracy Young lasciò la Interscope e subito dopo ebbe il primo successo con il remix di Bailamos e Rythm Divine di Enrique Iglesias. Da allora, fa la DJ nei parties di Lenny Kraviz, Ricky Martin, Sean "Puffy" Combs e Lauryn Hill ed è uscito il suo cd dal titolo: "Inside My Head: A Progression Into Trance" Ed. Max Music.

di jaguar

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...