Aggredito a Torino il coordinatore nazionale di GayLib

È stata resa pubblica l'aggressione omofoba nella notte di dieci giorni fa ai danni del torinese Davide Betti. Insulti e spintoni per terra da parte di due trentenni vicino alla stazione di Porta Susa

Aggredito a Torino il coordinatore nazionale di GayLib - davide betti 1 - Gay.it
2 min. di lettura

«Sono vivo». E non sembra nemmeno una battuta. Così ci risponde al telefono Davide Betti, il coordinatore nazionale dell’associazione liberal di centrodestra GayLib, aggredito brutalmente a Torino nella notte di dieci giorni fa, tra il 22 e il 23 ottobre, ma la cui vicenda è stata resa nota solo ora per paura di ritorsioni. L’umore è migliorato, anche perché sa che non dovrà essere operato al pancreas come si temeva inizialmente.

Aggredito a Torino il coordinatore nazionale di GayLib - Davide Betti 2 - Gay.it

«Tornavo da casa di amici in via Cernaia – ci racconta con voce ferma – verso le due di notte. Ero in una via laterale nella zona della stazione ferroviaria di Porta Susa e mi stavo recando verso piazza Statuto. Stavo fumando un sigaro e scrivendo al cellulare quando, di colpo, sono stato spintonato da due ragazzi sulla trentina d’anni, italiani, sul metro e ottanta, piuttosto robusti. Dall’accento sembravano calabresi. Mi ricordo che uno aveva i capelli corti col gel. Urlavano “Frocio di merda!”. Mi hanno preso dalle spalle, inizialmente non mi sono accorto di nulla. Intorno non c’era anima viva ma qualche telecamera potrebbe avere registrato la scena. Gli spintoni erano così forti che sembravano pugni a mani aperte. Non mi hanno però tirato pugni allo stomaco, come invece è stato scritto. A un certo punto il mio ginocchio, che ha dei problemi, cede improvvisamente e mi sfracello sull’asfalto: un lago di sangue. I due aggressori si allontanano. Io vado nel vicino ospedale Maria Vittoria dove mi medicano le ferite facciali e torno a casa».

«Il giorno dopo – continua Betti – stavo abbastanza bene, pensavo di non fare nemmeno denuncia. La sera esco con gli amici e nel weekend vado a trovare i miei genitori. Ma lunedì a mezzogiorno sento un dolore lancinante allo stomaco, petto e braccia. La situazione era così drammatica che volevano venirmi a prendere con un elicottero ma non avrebbero saputo dove atterrare. È poi arrivata un’ambulanza. Avevo dolori mostruosi. Pensavano di dovermi operare al pancreas: ho avuto riversamenti di sangue e liquido pancreatico. Poi l’allarme è rientrato. Ho una prognosi di quaranta giorni ma già a fine settimana dovrei poter lasciare l’ospedale. La diagnosi esatta è “trauma pancreatico con ematoma del retroperitoneo in politrauma”».

Gli chiediamo se aveva già visto gli aggressori, ma la risposta è negativa: «Eppure penso che mi abbiano riconosciuto per la mia attività in GayLib che abbraccia tutti i movimenti liberali e moderati di Centro Destra. Avevo già ricevuto minacce e insulti ma mai aggressioni fisiche. Secondo i Carabinieri mi stavano cercando apposta».

«Se si vogliono aiutare altre persone perché non succeda nulla di simile – conclude Betti – posso dare un unico consiglio: denunciate. È l’unico segnale che si può dare allo Stato e alle Istituzioni. Tutti i nostri parlamentari si rendono complici di questi omofobi. La legge sull’omofobia non è bella perché sembra che ci voglia prendere in giro ma a questo punto preferisco che passi una legge così piuttosto che il nulla».

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Paola Turci e Francesca Pascale sarebbero in crisi

Paola Turci e Francesca Pascale hanno sciolto la loro unione civile

News - Redazione 18.7.24
Queer Lion, tutti i vincitori del Leone LGBTQIA+ aspettando Venezia 2024 - queer lion story - Gay.it

Queer Lion, tutti i vincitori del Leone LGBTQIA+ aspettando Venezia 2024

Cinema - Federico Boni 12.7.24
Omar Rudberg, la "salatissima" vacanza social della star di Young Royals - Omar Rudberg 0 - Gay.it

Omar Rudberg, la “salatissima” vacanza social della star di Young Royals

Culture - Redazione 17.7.24
Vladimir Luxuria Isola dei Famosi 2024

Palinsesti Mediaset 2024/2025. Vladimir Luxuria non condurrà più l’Isola dei Famosi. Verissimo incontra Amici

Culture - Redazione 17.7.24
Rocco Barocco attacca il Pride

Rocco Barocco, lo stilista apertamente gay attacca il Pride

News - Mandalina Di Biase 17.7.24
Agatha All Along, Joe Locke conferma che il suo personaggio è gay: "È tutto molto veritiero e positivo" - Agatha All Along - Gay.it

Agatha All Along, Joe Locke conferma che il suo personaggio è gay: “È tutto molto veritiero e positivo”

Serie Tv - Redazione 17.7.24

Continua a leggere

uganda uomo arrestato

Uganda, la Corte Costituzionale conferma la terribile legge omobitransfobica

News - Redazione 4.4.24
Antoine Dupont, il capitano francese di rugby "pronto ad interrompere una partita” per insulti omofobi - Antoine Dupont - Gay.it

Antoine Dupont, il capitano francese di rugby “pronto ad interrompere una partita” per insulti omofobi

Corpi - Redazione 20.6.24
uganda-smug-perde-ricorso-tribunale

Uganda, l’NGO LGBTQIA+ SMUG perde il ricorso in tribunale: operazioni illegali secondo l’Anti Homosexuality Act

News - Francesca Di Feo 25.3.24
burkina-faso-lgbt-africa

Burkina Faso, la giunta militare criminalizza l’omosessualità

News - Redazione 12.7.24
camara-squalificato-omofobia

Il centrocampista Mohamed Camara squalificato dopo aver coperto il logo della campagna anti-omofobia della Federcalcio francese

News - Francesca Di Feo 31.5.24
L’Indonesia vuole vietare i media LGBTQIA+ e il giornalismo investigativo - indonesia gay protest - Gay.it

L’Indonesia vuole vietare i media LGBTQIA+ e il giornalismo investigativo

News - Redazione 29.5.24
Carmine Alfano sospeso dall'Università dopo le frasi omofobe si ritira dal ballottaggio di Torre Annunziata - Carmine Alfano 2 - Gay.it

Carmine Alfano sospeso dall’Università dopo le frasi omofobe si ritira dal ballottaggio di Torre Annunziata

News - Redazione 21.6.24
Maria Grazia Cucinotta: "Bisognerebbe crescere i bambini liberi di vedere l'amore in ogni sua forma" - Maria Grazia Cucin 1 - Gay.it

Maria Grazia Cucinotta: “Bisognerebbe crescere i bambini liberi di vedere l’amore in ogni sua forma”

Culture - Federico Boni 17.4.24