Aggressione omofoba a San Sperate: i responsabili sono stati arrestati

Ci sono ancora molti dubbi da chiarire, forse l'omofobia non sarebbe la causa scatenante.

San Sperate
2 min. di lettura

Le vittime erano state un ragazzo omosessuale e l’amica, a San Sperate (in provincia di Cagliari). Erano i primi giorni di febbraio. Un gruppo di coetanei li aveva avvicinati, insultando il ragazzo per il suo orientamento sessuale. Dopo le offese, erano arrivate le botte. Il tutto era stato ripreso con un cellulare e il video caricato sui social. E proprio questo video, unito alle testimonianze dei presenti all’aggressione omofoba, ha contribuito a identificare i tre responsabili.  Questi erano stati denunciati dalle due vittime ed ora dovranno rispondere di lesioni e ingiurie. 

Ci sono ancora dei dubbi da chiarire, perché sembra che l’omofobia non sia la causa scatenante del fatto. I Carabinieri stanno indagando anche una quarta persona, un coetaneo del gruppo. Questo non avrebbe partecipato all’aggressione, ma sarebbe entrato in contatto con la vittima, per poi pianificare un incontro con il gruppo, a sua insaputa. Già da qualche giorno, gli inquirenti valutavano che si trattasse di  una trappola. Organizzata proprio per incontrare volutamente il ragazzo 17enne coinvolto nel pestaggio. Ma è ormai certo che l’obiettivo dell’aggressione fosse proprio lui. 

Aggressione omofoba organizzata o casualità?

Quello che i Carabinieri dovranno capire è se si sia trattata di un’aggressione omofoba organizzata dai responsabili o se la causa sia un’altra. Il quarto indagato, da quanto si è appreso, si sarebbe messo in contatto con il suo coetaneo, contattandolo su Facebook e stringendo con lui amicizia. Tramite questa conoscenza, il gruppo sarebbe venuto a conoscenza che il 17enne sarebbe stato a San Sperate quel dato giorno. Se non si trattava di una trappola, quindi, erano certi che lo avrebbero comunque incontrato. Per questo motivo, si sarebbero posizionati in Piazza Deledda, luogo dell’aggressione, attendendo il17enne con l’amica.

I dubbi sull’omofobia sarebbero da attribuire a quanto scoperto dai Carabinieri durante le indagini. Tra il 17enne e uno dei denunciati nei giorni antecedenti il pestaggio si era verificata una discussione tramite i social. Insulti e offese, tra di loro e verso le rispettive famiglie. Lo scambio di insulti aveva convinto il denunciato a risolvere la questione in altro modo. Dal vivo e con la violenza. 

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Ghana legge anti LGBTI approvata dal parlamento

Ghana, il parlamento approva la legge anti-LGBTI, il Presidente Akufo-Addo firmerà?

News - Giuliano Federico 28.2.24
I film LGBTQIA+ della settimana 4 marzo/10 marzo tra tv generalista e streaming - Film queer - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 4 marzo/10 marzo tra tv generalista e streaming

Culture - Federico Boni 4.3.24
Grande Fratello, chi vincerà secondo i bookmaker? - Grande Fratello 2023 - Gay.it

Grande Fratello, chi vincerà secondo i bookmaker?

News - Luca Diana 3.3.24
@samsmith

Sam Smith è lə modellə punk che non ti aspettavi

Culture - Redazione Milano 4.3.24
Rooy Charlie Lana

Vergognarsi e spogliarsi lo stesso: intervista con Rooy Charlie Lana, tra desiderio e non binarismo

Culture - Riccardo Conte 29.2.24
Mary & George, Oliver Hermanus e le scene di sesso gay: "Orge difficili da coreografare, le volevo autentiche" - Mary e George cover - Gay.it

Mary & George, Oliver Hermanus e le scene di sesso gay: “Orge difficili da coreografare, le volevo autentiche”

Serie Tv - Federico Boni 1.3.24

Hai già letto
queste storie?

Pasquale Ciano, aggressione omofoba a Sitges: "Ho rischiato di perdere l'occhio" - Pasquale Ciano 2 - Gay.it

Pasquale Ciano, aggressione omofoba a Sitges: “Ho rischiato di perdere l’occhio”

News - Redazione 13.12.23
russia-putin-comunita-lgbt-bambini

Russia, Putin sulla comunità LGBTQIA+: “Giù le mani dai bambini”

News - Redazione Milano 23.2.24
arcobaleno rainbow

Treviso, marmista licenziato perché gay fa causa all’azienda

News - Francesca Di Feo 29.11.23
Palermo, si suicida a 13 anni per bullismo, deriso per il presunto orientamento affettivo - stella cadente 2 - Gay.it

Palermo, si suicida a 13 anni per bullismo, deriso per il presunto orientamento affettivo

News - Redazione Milano 13.11.23
lesbica aggressione

In Molise botte e insulti a una trentenne perché lesbica, aggressori rinviati a giudizio

News - Francesca Di Feo 4.10.23
Matteo Bassetti vs. Fedez: "Parla di salute mentale ma quanti danni psichici avrà causato baciando Rosa Chemical" - fedez matteo bassetti - Gay.it

Matteo Bassetti vs. Fedez: “Parla di salute mentale ma quanti danni psichici avrà causato baciando Rosa Chemical”

News - Federico Boni 31.10.23
io che amo solo te

Io che amo solo te: una storia d’amore al teatro, come antidoto alla paura

Culture - Riccardo Conte 17.11.23
Pro Vita, un 2023 segnato dall'ossessione gender. Ripercorriamo 12 mesi di attacchi alla comunità LGBTQIA+ - 22I Figli non si comprano22 i manifesti di Pro Vita contro la GPA invadono le citta dItalia - Gay.it

Pro Vita, un 2023 segnato dall’ossessione gender. Ripercorriamo 12 mesi di attacchi alla comunità LGBTQIA+

News - Federico Boni 6.12.23